Anteprima Sony Xperia Z4v

In esclusiva per Verizon arriva il primo smartphone Sony dotato di display QHD da 5.2". Peso e spessore però salgono di conseguenza, andando a diminuire la maneggevolezza del dispositivo.

anteprima Sony Xperia Z4v
Articolo a cura di

Alle volte è difficile capire le dinamiche del mercato tecnologico. Sony Mobile non naviga in buone acque, questo è risaputo, al contrario di altre divisioni dell'azienda nipponica, che godono invece di ottima salute. Uno dei problemi che ha portato all'attuale situazione è facilmente riscontrabile nella quantità di top di gamma usciti negli anni scorsi, dall'Xperia Z allo Z3, spesso caratterizzati da avanzamenti tecnologici non così marcati. In questo 2015, sembrava che la corporation giapponese volesse cambiare strategia, proponendo un dispositivo top di gamma in grado davvero di accontentare tutti e di rimanere al vertice della categoria per almeno un anno. Invece, dopo Xperia Z4 e Z3+, ecco arrivare un nuovo modello, che dalle specifiche risulta essere il migliore attualmente annunciato. A differenza del passato però, Sony propone questa particolare variante, chiamata Z4v, solo per gli Stati Uniti, in esclusiva per l'operatore Verizon. Un vero peccato, soprattutto alla luce delle specifiche tecniche, in linea con quelle del Galaxy S6 e di altri smartphone usciti nell'ultimo periodo, compresa la presenza di un display QHD.

Caratteristiche tecniche

Qualche settimana fa, le testate specializzate di tutto il mondo riportarono le dichiarazioni di Jonathan Lin, general manager di Sony Mobile Taiwan. Il messaggio del dirigente Sony era chiaro: "Allo stato attuale, non abbiamo in programma il lancio di dispositivi 2K". Ora, con l'arrivo dell'Xperia Z4v, sembra proprio che la situazione sia decisamente cambiata. Come nei modelli Z4/Z3+, il display rimane da 5.2", ma questa volta la risoluzione arriva appunto al QHD. Nel piano pratico il QHD non porta enormi miglioramenti nella qualità d'immagine in smartphone di queste dimensioni, al contrario dei modelli da 5.7" in su. Bisogna dire però che per competere con i migliori dispositivi del momento, anche solo a livello d'immagine, serve la massima espressione tecnologica disponibile. È un vero peccato quindi che il top di gamma Sony rimanga un'esclusiva Verizon e, come tale, non varcherà mai i confini americani, anche perché avrebbe permesso una maggiore differenziazione rispetto ai modelli passati, ancora molto attuali.
Per quanto riguarda le restanti specifiche, troviamo il SoC Qualcomm Snapdragon 810 e la GPU Adreno 430, che permettono un utilizzo fluido di Android e di giocare al massimo dettaglio con tutti i giochi disponibili nello store di Google. Nei giorni scorsi però, diverse voci sui problemi di riscaldamento della CPU Qualcomm installata negli smartphone Sony hanno fatto capolino sul web, anche se sembra che l'azienda stia correndo ai ripari con un aggiornamento del firmware.

La memoria RAM installata è di 3 GB, con 32 GB di ROM, espandibile fino a 128 Gb tramite Micro SD. La memoria espandibile, come anche le certificazioni IP65/IP68, sono i veri punti forti dei nuovi smartphone Sony, due caratteristiche che nessun altro concorrente ha inserito nei suoi top di gamma contemporaneamente. Il comparto fotografico riprende totalmente quanto visto nei modelli Z4/Z3+, con una camera da 20.7 megapixel Exmor RS posteriore e una Exmor da 5.1 megapixel con ottica grandangolare anteriore. Le novità di questa versione esclusiva non sono ancora finite però, visto che la batteria sale a 3000 mAh, contro i 2930 mAh degli altri modelli. Bastano 70 mAh per compensare i maggiori consumi del display? Difficile dirlo. Altra aggiunta, gradita, è il sistema di ricarica wireless Qi.
Sul fronte del design, non ci sono molte differenze, anche se cambiano molto le misure. Rimane infatti l'ottimo corpo metallico ricoperto dal vetro Gorilla Glass 4, su entrambi i lati, a testimonianza dell'altissimo livello produttivo raggiunto da Sony. Display e batteria potenziati però hanno influito sullo spessore e sul peso. Nel caso dello spessore purtroppo, si passa da 6.9 mm a 8.6, un valore non elevato, ma comunque più marcato della variante che sarà disponibile da noi e non di poco. Il peso passa invece da 144 a 160 gr.

Sony Xperia Z3+ L’utilizzo di un display QHD su questo smartphone da 5.2” non porterà quasi nessun miglioramento a livello di qualità d’immagine, almeno non visibile ad occhio nudo. La sua assenza sull’Xperia Z3+ che arriverà da noi però potrebbe farsi sentire, soprattutto negli utenti meno esperti, che tra un semplice Full HD e un più evoluto QHD potrebbero virare proprio su quest’ultimo, lasciandosi ammaliare dalla risoluzione superiore. Da questo punto di vista, forse Sony avrebbe fatto meglio a puntare direttamente sul QHD, visto che la tecnologia per realizzare un dispositivo con questa caratteristica era già disponibile. Dal nostro punto di vista però, Xperia Z3+ è un terminale completo e molto attraente già così. Il peso e soprattutto lo spessore minore sono più importanti, andando ad aumentare la maneggevolezza e a migliorare l’utilizzo generale del dispositivo, al contrario di questo Z4v, che sembra troppo appesantito.