Anteprima Xiaomi Mi Max: lo smartphone gigante a partire da circa 200€

Il phablet di Xiaomi punta tutto sul display da 6.44” Full HD e su un prezzo di acquisto equilibrato, che parte da circa 200€, senza dimenticare la presenza di una scocca in metallo.

anteprima Xiaomi Mi Max: lo smartphone gigante a partire da circa 200€
Articolo a cura di
Alessio Ferraiuolo Alessio Ferraiuolo è cresciuto a pane, cinema e videogame. Scopre in giovane età la sua passione per la tecnologia, che lo porta a divorare tutto quello che il mercato ha da offrire, dall’hardware per PC agli smartphone, senza mai sentirsi sazio. Nel tempo libero adora suonare la chitarra, andare in palestra e guardare tonnellate di film e serie TV. Lo trovate su Google+ e su Facebook.

Un nuovo gigante è in arrivo nel line-up Xiaomi. Stiamo parlando del Mi Max, un terminale che non si fa mancare davvero nulla in quanto a dimensioni, mentre le specifiche mostrano invece un dispositivo di fascia media, trasformando il nuovo arrivato in un device perfetto per gli amanti dei phablet che non vogliono spendere cifre da capogiro. Anche se il prezzo rimane contenuto, Xiaomi è riuscita a realizzare uno smartphone con diversi punti di forza, con una versione di Android aggiornata e una qualità costruttiva che sembra essere di ottimo livello. Difficile chiedere di più a un prodotto che parte da un prezzo base di circa 200€, disponibile dal 17 maggio in Cina. I prezzi in Europa saranno come sempre diversi, ma la diagonale elevata potrebbe attrarre diverse tipologie di utenti, da chi è in cerca di uno smartphone di dimensioni molto generose, a chi vorrebbe un tablet ma preferisce acquistare un dispositivo più portatile.

Le dimensioni contano

Creare una smartphone con un display da 6.44 pollici significa fare riferimento a una precisa tipologia di utenti. Non sono molti quelli che utilizzerebbero un dispositivo tanto grande come telefono principale, per cui si tratta a tutti gli effetti di un device di nicchia, un ibrido che interesserà solo una minima parte dell'utenza, soprattutto quella asiatica, che ha dimostrato molto interesse per i terminali di dimensioni maggiori della media. Per contenere i costi, Xiaomi non ha puntato sul QHD, anche se calzerebbe bene su un display tanto grande, preferendogli il Full HD. Lo schermo è protetto da un vetro 2.5D con contrasto di 1000:1 e in grado di coprire il 72% dello spazio colore RGB. I futuri acquirenti potranno scegliere tre versioni del terminale, caratterizzate da una configurazione interna leggermente differente. Quella base comprende un processore Qualcomm Snapdragon 650 accompagnato da 3 GB di RAM e 32 GB di memoria interna. Questo SoC Hexa Core è formato da due Core Cortex A72 e da quattro Cortex A53, con frequenza di funzionamento fino a 1.8 GHz e GPU Adreno 510. Le restanti utilizzano invece il processore Snapdragon 652, una configurazione Octa Core che mantiene la stessa GPU ma aggiunge due Core A72. Queste due versioni saranno disponibili con 3 GB di RAM e 64 GB di storage o con 4 GB di RAM e 128 GB di storage. Tutti i modelli possono essere espansi con Micro SD, includono la tecnologia Dual SIM (con slot condiviso), connettività LTE, Wi-Fi ac, Bluetooth 4.2 e GPS +GLONASS. Il comparto fotografico sembra ben realizzato, con un sensore da 16 Megapixel al posteriore, dotato di Phase Detection Auto Focus, flash dual tone e apertura f/2.0, mentre la cam frontale arriva a 5 Megapixel con apertura f/2.0. Molto interessante il dato sulla batteria, da ben 4850 mAh, che con queste specifiche dovrebbe garantire una buona resa, anche se la dimensione del display potrebbe farsi sentire.

Il design del Mi Max si può riassumere con una parola: minimale. La scocca è in metallo e adotta linee davvero pulite, con i bordi smussati per favorire una migliore presa. Il vetro ricopre tutta la superficie frontale, con i tasti di Android a sfioramento appena sotto allo schermo, mentre nella backcover si possono osservare la fotocamera con il flash e, al centro, il lettore di impronte digitali. Le dimensioni sono di 172.1x88.3 mm, con uno spessore di 7.5 mm e un peso di 203 g. Il terminale arriverà sui mercati asiatici con a bordo Android 6.0 Marshmallow e interfaccia MIUI 8.

Xiaomi Mi Max Il nuovo phablet di Xiaomi sarà disponibile a partire dal 17 maggio, con i preordini che sono già iniziati. I prezzi partono da circa 200€ per il modello base, salendo a 230€ per quello con Snapdragon 652 e 3 GB di RAM, per finire con circa 270€ per la variante più spinta. Prezzi piuttosto allettanti, soprattutto considerata la fama di Xiaomi in oriente, che conta molti fan. Le specifiche del terminale sono buone ma non eccezionali, quello che fa davvero la differenza è il display, semplicemente enorme. Nelle foto diffuse alla stampa si vede il Mi Max entrare comodamente nelle tasche dei jeans, cosa che riteniamo piuttosto inverosimile, perché 6.44” sono tanti, forse troppi per uno smartphone da avere sempre con sé. Una scelta progettuale che taglierà fuori buona parte dell’utenza, ma che renderà felici gli estimatori di questo tipo di dispositivi.