Anteprima Xiaomi Mi5s ed Mi5s Plus: ufficiali i primi top di gamma con Snapdragon 821

Xiaomi presenta i nuovi Mi5s ed Mi5s Plus, i primi smartphone con Snapdragon 821, due device dalle specifiche avanzate e dal costo contenuto.

anteprima Xiaomi Mi5s ed Mi5s Plus: ufficiali i primi top di gamma con Snapdragon 821
Articolo a cura di
Alessio Ferraiuolo Alessio Ferraiuolo è cresciuto a pane, cinema e videogame. Scopre in giovane età la sua passione per la tecnologia, che lo porta a divorare tutto quello che il mercato ha da offrire, dall’hardware per PC agli smartphone, senza mai sentirsi sazio. Nel tempo libero adora suonare la chitarra, andare in palestra e guardare tonnellate di film e serie TV. Lo trovate su Google+ e su Facebook.

Giornata molto importante questa per Xiaomi, che ha battuto sul tempo la concorrenza presentando i primi device con SoC Snapdragon 821. Stiamo parlando dei nuovi Mi5s ed Mi5s Plus, due smartphone top di gamma che puntano tutto sulle specifiche tecniche, e in particolare sul processore. Anche il design tuttavia risulta curato, soprattutto nel modello più piccolo, che mostra una linea particolarmente riuscita. Scopriamo insieme i nuovi device e cosa hanno da offrire.

Stile e tecnologia

Xiaomi Mi5s e Mi5s Plus riprendono in pieno la strategia intrapresa da Apple negli ultimi anni. Abbiamo infatti due smartphone dalle specifiche simili ma diversi per dimensioni, con il più grande dei due caratterizzato da un doppio sensore fotografico posteriore. Rispetto a Xiaomi Mi5 il design è rimasto molto simile, con una scocca in metallo satinato dai bordi posteriori tagliati, per favorire la presa. Interessante la scelta di Xiaomi di dotare Mi5s di un sensore per le impronte digitali a ultrasuoni, tra i primi installati su smartphone, collocato nel bordo basso del display e quasi invisibile alla vista. Questo promette prestazioni da primato nello sblocco del terminale, mentre la variante Plus utilizza un più tradizionale sensore posteriore.
Le specifiche tecniche mostrano due dispositivi molto completi sotto questo aspetto. Partiamo da Mi5s standard, che sfrutta un processore Qualcomm Snapdragon 821. Si tratta di un'assoluta novità, che anticipa anche Google e i suoi smartphone Pixel, che dovrebbero adottare questo SoC ma saranno presentati solo il 4 ottobre. Il salto prestazionale non dovrebbe essere marcato rispetto al passato, si tratta in fondo di una revisione del vecchio modello non di una nuova architettura, e dovrebbe assestarsi intorno al 10% di performance in più. Troviamo poi un display da 5.15" Full HD capace di fornire 800 nits e di coprire il 94.4% dello spazio colore NTSC. La memoria interna è da 64 o 128 GB di tipo UFS 2.0, a seconda del modello. Anche la RAM cambia in base alla variante scelta, con tagli da 3 o 4 GB. Xiaomi Mi5s sfrutta un sensore Sony IMX 378 per la cam principale, da 12 Megapixel, con stabilizzatore d'immagine, apertura f/2.0, PDAF, pixel da 1.55 micron e la possibilità di girare filmanti in 4K. La cam frontale è invece da 4 Megapxiel, con apertura f/2.0. Completo il comparto connettività, con LTE, NFC, USB Type C, Wi-Fi ac e jack da 3.5 mm. Le dimensioni sono di 145.6 x 70.3x 8.25 mm, per un peso di 145 g. Il dispositivo è alimentato da una batteria da 3200 mAh, che promette una buona autonomia e una ricarica rapida con lo standard Qualcomm Quick Charge 3.0.

Il sensore di impronte a ultrasuoni di Xioami Mi5s

Il nuovo Xioami Mi5s Plus e la sua doppia fotocamera

Il modello Plus porta le dimensioni dello schermo a 5.7", con risoluzione sempre Full HD e una luminosità di 550 nits. Il processore rimane uno Snapdragon 821, mentre la RAM cresce, in base al modello, con tagli da 4/6 GB. La memoria interna è disponibile invece con dimensioni da 64 o 128 GB. Il cambiamento più grande riguarda la fotocamera posteriore, qui formata da due sensori da 12 Megapixel prodotti da Sony, con stabilizzatore ottico e PDAF. Il loro funzionamento è simile a quello di Huawei P9, con un sensore a colori e uno invece in bianco e nero, anche se non sappiamo il modo in cui interagiscono. Le dimensioni salgono a 154.6 x 77.7 x 7.95 mm, mentre il peso arriva a 168 g, piuttosto basso vista la grandezza del device. La batteria è anche questa maggiorata, con un amperaggio di 3800 mAh. I due smaratphone sono mossi entrambi da Android 6.0.1 Marshmallow, personalizzato con l'interfaccia MIUI.

Xiaomi Xiaomi Mi5s e Mi5s Plus saranno disponibili alla vendita in Cina a partire dal 29 settembre, con un prezzo di circa 340€ per il 5s e di circa 380€ per il modello Plus. Si tratta di prezzi concorrenziali per device con queste caratteristiche e questa qualità costruttiva, contribuendo a portare avanti la tradizione di Xiomi, che vede i suoi dispositivi dotati di un ottimo rapporto qualità/prezzo. Soprattutto il modello più piccolo sembra essere quello più interessante, anche perché un display da 5.7 pollici non è certo per tutti e a giovarne saranno la portabilità e l’ergonomia. A questo punto, viene da chiedersi cosa aspetti ancora Xiaomi ad arrivare ufficialmente in Europa, un mercato certamente pronto per accogliere un brand con le sue caratteristiche.