Guida all'acquisto della scheda video, ottobre 2016

Indecisi sulla scheda video da acquistare? Ecco alcuni suggerimenti sulle attuali alternative, dalle GPU NVIDIA Pascal a quelle Polaris di AMD.

guida Guida all'acquisto della scheda video, ottobre 2016
Articolo a cura di

Il 2016 è un anno molto importante per il mercato delle GPU, con l'arrivo delle architetture Pascal e Polaris e l'avanzamento nei processi produttivi. Le alternative non mancano, ma i dati da spulciare sono tanti per scegliere il modello adatto alle proprie esigenze, a cominciare dalle specifiche tecniche. Questa guida semplice e lineare è nata per aiutarvi nell'acquisto della vostra prossima scheda grafica, presentando diversi prodotti per fascia di prezzo. La scelta dei gruppi è stata effettuata basandoci anzitutto sull'esperienza, e quelli formati dovrebbero risultare piuttosto significativi. Abbiamo ritenuto utile fissare una granularità più elevata nelle fasce entry-level, mentre si è preferito ampliare gli intervalli all'aumentare del prezzo. Da ogni step abbiamo decretato un solo vincitore, in modo che il tutto fosse più immediato possibile. Oltre che del prezzario corrente, si è tenuto conto sia delle prestazioni che dei consumi delle singole GPU. Ci siamo focalizzati esclusivamente sulle singole schede, mettendo da parte configurazioni SLI e/o Crossfire per evitare di introdurre complessità non volute nella guida. Per il costo dei prodotti ci siamo riferiti a quelli praticati da Amazon IT.

Fascia 100-150€

La fascia più bassa parte da un minimo di 100€, che riteniamo sia davvero la cifra più bassa da spendere per una GPU. Per questo livello il nostro consiglio ricade sulla Radeon RX 460, una scheda grafica ottima per il gaming entry level (la recensione completa è disponibile a questo link). La RX 460 è una GPU progettata per gli eSport, con un TDP davvero risicato, pari a soli 75 W. Per questo motivo non richiede alcun connettore PCI-E aggiuntivo. Con una scheda del genere potrete utilizzare titoli MOBA, come DOTA 2, ad un frame elevato, oltre che videogiochi un po' più impegnativi graficamente, come Overwatch. Se desiderate spendere il minimo possibile allora scegliete la versione da 2 GB di memoria (che attualmente si trova a circa 125€ su Amazon), ma con questa non sarete in grado di giocare a titoli che esulino dal contesto MOBA ed eSport, almeno a risoluzione Full HD. Con il modello da 4 GB di VRAM potrete invece godervi anche qualche videogame tripla A, ovviamente con le dovute rinunce in termini di filtri e dettaglio grafico, spendendo circa 20€ in più. Attualmente, l'alternativa di casa NVIDIA è la GeForce GTX 950, che però è oramai della generazione precedente. L'azienda di Santa Clara dovrebbe rilasciare, a breve, una GeForce GTX 1050, che potrebbe ridefinire la nostra scelta per questa fascia di prezzo.

Fascia 150€-250€

In questa fetta di mercato le alternative non mancano. Le prestazioni finali dei due contendenti, la GeForce GTX 1060 3 GB e la AMD Radeon RX 470, sono molto vicine. Lo stesso discorso vale per la potenza assorbita, che è simile. Viste le prestazioni leggermente superiori della RX 470 rispetto alla GTX 1060 da 3 GB, il primo gradino del podio va proprio alla Radeon RX 470 (trovate qui la nostra recensione). Con questa scheda grafica sarete in grado di giocare in FHD a tutti i titoli disponibili, con un frame rate vicino ai 60 FPS. Questa soluzione non è purtroppo disponibile nel design di riferimento, ma il vantaggio è che i partner di AMD - come al solito - hanno optato per sistemi di dissipazione più avanzati che tengono il tutto più fresco. Sfortunatamente il raffreddamento migliore non porta benefici di rilievo sull'overclock, in quanto il chip Polaris 10 non si presta molto a questa pratica. La GTX 1060 da 3 GB non riesce a mettere in difficoltà la RX 470 nemmeno in termini di prezzo, visto che la proposta della casa di Sunnyvale è disponibile a circa 197€.

Fascia 250€-350€

Salendo col prezzo si entra nella zona media del mercato consumer, e le prestazioni iniziano ad essere di buonissimo livello. In questo caso le alternative sono due: la GeForce GTX 1060 (recensione) e la Radeon RX 480 (recensione). Con queste due soluzioni sarete in grado di giocare benissimo in Full HD e, con qualche compromesso, anche in 2K e con la realtà virtuale.

Il prezzo è molto vicino, con la scheda grafica di NVIDIA prezzata a circa 280€, mentre la RX 480 si può trovare, in base alle offerte, a una ventina di euro in meno. La scelta è molto difficile in questo caso, ma noi optiamo per la GeForce GTX 1060. Il costo superiore è giustificato da performance migliori nella maggioranza dei titoli, e in questa fascia 20€ non fanno la differenza. La GTX 1060 arriva con una memoria a bordo di 6 GB e un'efficienza energetica elevata.

Fascia 350€-500€

Sulla fascia alta la nostra scelta ricade sulla GeForce GTX 1070 (qui trovate la review). Da precisare che si è trattata di una decisione obbligata, in quanto AMD non possiede schede grafiche degne di nota in questo settore attualmente. Per la rivale della GTX 1070 dobbiamo aspettare l'architettura Vega, che dovrebbe ri-progettare le schede grafiche della serie Fury.

Ad ogni modo, la GTX 1070 è risultata essere un enorme passo in avanti rispetto alla GTX 970, con prestazioni in Quad HD granitiche: tale soluzione è infatti in grado di garantire i 60 FPS a 1440p, nella maggior parte dei titoli. Le sue performance sono addirittura superiori a quelle di una 980 Ti, ed è in grado - volendo - di gestire anche il 4K con adeguati accorgimenti, e la realtà virtuale.

Fascia 500€-800€

Oltre i 500 euro si entra nel gotha delle moderne GPU, regno in cui AMD attualmente non figura. Il vincitore è quindi la GeForce GTX 1080 di NVIDIA (qui la recensione della FE e qui della variante custom di MSI), capace di regalare delle prestazioni molto elevate, anche con un visore virtuale. Il confronto con la GTX 980 è pressoché infattibile, in quanto l'ultima arrivata la surclassa sotto ogni aspetto. I 16 nm fanno la differenza, sia in termini di efficienza che di clock operativi: ricordiamo infatti che la GTX 1080 è stata la prima scheda grafica a superare la barriera dei 2 GHz con un dissipatore ad aria. Insieme ad un monitor a 144 Hz QHD si ha un'esperienza davvero al top, anche se a questo punto sarebbe preferibile la risoluzione UHD. Il prezzo per portarsi a casa una GTX 1080 di uno dei partner della società di Santa Clara è attualmente fissato a circa € 750, proibitivo per la maggior parte dei videogiocatori. Se siete disposti a spendere tanto avrete comunque una scheda grafica in grado di mettere a disposizione un frame rate elevato in qualsiasi gioco a 1440p, con la possibilità di giocare molto bene in 4K, senza però la garanzia dei 60 fps fissi.