WhatsApp: ecco come recuperare i messaggi cancellati dagli amici

Scopriamo come utilizzare WhatsRemoved, la nuova app che consente di recuperare i messaggi cancellati su WhatsApp dagli amici.

guida WhatsApp: ecco come recuperare i messaggi cancellati dagli amici
Articolo a cura di

Dopo una breve pausa dovuta al periodo festivo, tornano le nostre guide relative alla popolare piattaforma di messaggistica istantanea WhatsApp. Come ben sappiamo, l'app di proprietà di Facebook ha introdotto da qualche mese la possibilità di rimuovere i messaggi entro 7 minuti dall'invio. L'utile funzione ha però creato anche un nuovo problema agli utenti della piattaforma: l'impossibilità di recuperare i messaggi eliminati che i propri amici hanno cancellato. Nelle ultime ore è stata pubblicata sul Play Store un'app di terze parti che consente di effettuare proprio questa operazione. Abbiamo pensato, dunque, di guidarvi passo passo al suo utilizzo.

WhatsRemoved: come recuperare i messaggi degli amici su Android

L'applicazione per recuperare i messaggi cancellati si chiama WhatsRemoved ed è stata sviluppata dalla società Development Colors. Disponibile unicamente per Android e scaricabile gratuitamente dal Play Store, l'app in questione è in grado di rilevare qualsiasi tipologia di messaggio (di testo, audio, video e via discorrendo) sia stato cancellato dalla persona con cui stiamo conversando, tentando poi di ripristinarlo in modo da potervi accedere nuovamente dalla memoria del nostro dispositivo.

Il tutto funziona molto semplicemente: una volta che una persona cancella un messaggio tramite l'opzione "Elimina per tutti", WhatsApp prevede di default di non farvi leggere il messaggio inviandovi semplicemente una notifica contenente "Questo messaggio è stato eliminato". Ebbene, WhatsRemoved provvede invece a salvare il contenuto delle notifiche di WhatsApp prima che il messaggio sia stato effettivamente eliminato, in modo da farvi risalire al suo contenuto. Nessun magheggio che vada contro le policy della popolare app di messaggistica istantanea. Utilizzando l'app in questione, dunque, non si rischia alcun tipo di ban. Nelle nostre prove, su uno smartphone montante Android 7.0 Nougat, il tutto ha sempre funzionato a dovere, ma a quanto sembra alcuni utenti con Android Oreo hanno riscontrato problemi. Nonostante questo, il tutto dovrebbe essere stato risolto con l'ultimo aggiornamento rilasciato poche ore fa.