Intervista esclusiva ad Andie Cheng, Product Manager di OPPO

Durante l'evento internazionale di presentazione di RX17 Pro e RX17 Neo abbiamo scambiato due chiacchiere con Andie Cheng, Product Manager di OPPO.

intervista Intervista esclusiva ad Andie Cheng, Product Manager di OPPO
Articolo a cura di

Dopo essere approdata in Italia solamente qualche mese fa, OPPO ha iniziato a puntare insistentemente sul nostro Paese. La dimostrazione è l'evento internazionale di presentazione degli smartphone RX17 Pro e RX17 Neo, tenutosi a Milano lo scorso 6 novembre. Nel contesto dell'evento, al quale hanno partecipato giornalisti provenienti da tutto il mondo, abbiamo avuto il modo di scambiare due chiacchiere con Andie Cheng, Product Manager della società cinese, che ci ha spiegato quali sono le intenzioni future di OPPO, dagli investimenti in Italia alle nuove tecnologie, passando per i possibili trend del mercato.

OPPO è un nuovo brand per l'Italia. Quali sono i prossimi obiettivi dell'azienda per quanto riguarda il nostro Paese?
Puntiamo sulla conoscenza del marchio. Vogliamo che tutti i consumatori abbiano la possibilità di provare l'esperienza offerta dal mondo OPPO. In secondo luogo, vogliamo incrementare la distribuzione retail. Stiamo pianificando di estendere sia quest'ultima che quella online.

OPPO Find X è il primo smartphone Android a sfruttare il riconoscimento facciale 3D. Si tratta di un'importante innovazione tecnologica, ma c'è anche il sensore di impronte digitali posto sotto al display. Qual è il futuro dei sensori biometrici in ambito smartphone?
Questo è un bell'argomento. Parlando della tecnologia già disponibile, sicuramente lo sblocco facciale è il metodo più sicuro. Tuttavia, comprendiamo che alcuni utenti siano ancora abituati alle impronte digitali ed è per questo che abbiamo implementato un nuovo modo di usarle nella nostra gamma di prodotti RX17. Penso che in futuro ci potrà essere un altro modo per integrare tutti questi sistemi insieme e rendere l'esperienza ancora più fluida e sicura.

Qual è la visione di OPPO sul futuro del mercato degli smartphone? Quale sarà l'innovazione più importante che vedremo negli smartphone nei prossimi anni?
Il 5G è uno dei temi caldi. Speriamo di diventare uno dei leader nell'era del 5G. OPPO ha iniziato a investire in questo business già nel 2015, mettendo in piedi un team di ricerca formato da più di 30 persone, presentando oltre 1300 documenti tecnici all'organizzazione 3GPP e ottenendo più di 1000 brevetti in tutto il mondo legati al 5G. Dieci giorni fa, OPPO si è focalizzata sulla realizzazione di un prototipo basato sullo smartphone R15 che si connette correttamente al 5G. In futuro lavoreremo insieme ai vari partner e operatori per il primo lotto di smartphone commerciali 5G.

Cosa pensi degli smartphone da gaming? Asus, Razer e Nubia ne hanno uno. Pensi che possa diventare un trend? Avete un dispositivo di questo tipo in fase di sviluppo?
Il gaming è un argomento serio per OPPO, è un lato importante degli smartphone odierni. Questo è il motivo per cui abbiamo collaborato con diversi publisher e sviluppatori per ottimizzare l'esperienza di gioco dei nostri telefoni. Uno di questi titoli è PUBG Mobile. Abbiamo apportato modifiche hardware e software che rendono ogni gioco più fluido e piacevole da giocare. L'acceleratore gaming di OPPO offre tutto questo e continueremo su questa strada per i nostri futuri smartphone.