MSI GF65 Thin 9SEXR: una RTX 2060 per un portatile attento al prezzo

MSI ha creato un notebook che cerca di portare più in basso il costo di accesso alla gamma RTX, in cerca del giusto compromesso tra costi e prestazioni.

provato MSI GF65 Thin 9SEXR: una RTX 2060 per un portatile attento al prezzo
Articolo a cura di

Cercare il giusto compromesso tra prezzo e prestazioni può portare grandi vantaggi in termini di vendite. I prodotti di fascia alta sono belli da vedere e prestanti, ma raggiungono cifre molto elevate. Quelli di fascia bassa invece spesso non riescono ad andare incontro alle esigenze dei gamer, che necessitano di GPU potenti per poter giocare al meglio.
MSI con il suo GF65 Thin cerca di posizionarsi proprio nel mezzo, con un prodotto che punta molto sulla sua RTX 2060 per offrire esattamente quello che i giocatori cercano. Ovviamente non manca qualche rinuncia ma le prestazioni offerte da questo notebook non deludono, per un hardware perfetto per il gaming in Full HD.

Design, connessioni ed espandibilità

MSI ha cercato di mantenere delle linee sobrie per questo GF65 e ci è riuscita. A parte il logo del dragone sul coperchio il look è semplice e razionale, lontano dalle tipiche forme di un portatile da gioco più spinto. Per noi questo è un pregio, perché la potenza di questi portatili viene spesso impiegata in ambiti lavorativi, dove un design elaborato può essere fuori luogo.
La scocca è composta in parte da alluminio spazzolato, nel caso del coperchio e della zona che circonda la tastiera, e in parte in plastica, che ricopre tutta la parte inferiore del portatile. Sul retro e sul fondo si possono osservare le prese d'aria del sistema di dissipazione, composto da due ventole e sette heatpipe. Completa la dotazione di porte e connessioni, che comprendono due USB Type C 3.2 Gen 1, due USB Type A 3.2 Gen 1, porta di rete, uscita per le cuffie con jack da 3.5 mm e uscita HDMI (massimo 4K a 30 Hz). Per la connettività senza fili sono disponibili il Wi-Fi ac e il Bluetooth 5.0.

Una volta aperto il coperchio la prima cosa che si nota è lo spessore ridotto, su tre lati, dei bordi del display. Il touchpad è posizionato in basso mentre appena sopra è installata la tastiera, con dei tasti dai contorni rossi, che vanno a contrasto con il nero della scocca, insieme alla retroilluminazione, sempre in rosso (il colore non è modificabile).
Non si tratta di tasti meccanici ma la tastiera è comunque piacevole da usare, il touchpad invece offre un feedback un po' cheap, che non rende merito al resto dell'hardware. Quando si spostano le dita verso i tasti capita di generare dei click involontari, basta pochissima forza per azionarli.

Punto a favore è la possibilità di espandere RAM e memoria interna senza invalidare la garanzia, opzione molto spesso preclusa, previa richiesta all'assistenza di MSI. Avremmo preferito un approccio più semplice ma già in questo modo la longevità del prodotto ne trae giovamento, essendo aggiornabile nel corso del tempo.
Sul fronte portabilità il GF65 si piazza in mezzo tra un classico notebook da scrivania e uno invece da sfruttare in mobilità. Le dimensioni di 359 x 254 x 21.7 mm e il peso di 1.86 Kg consentono di trasportalo abbastanza facilmente ma con qualche compromesso. L'ambiente di utilizzo ideale rimane sempre la scrivania, ma adattandosi l'utilizzo da portatile puro non è impossibile.

Specifiche, prestazioni ed autonomia

Come abbiamo detto in apertura MSI ha cercato un compromesso tra prezzo e prestazioni, spingendo di più sulla GPU rispetto agli altri componenti. Ecco spiegata la scelta del processore i5-9300H di nona generazione, realizzato a 14 nanometri. Questa CPU offre 4 Core e 8 Thread, con frequenza base di 2.4 GHz e boost fino a 4.1 GHz; al suo interno è installata anche una GPU HD Graphics 630, fondamentale per contenere i consumi quando l'alimentazione non è collegata.
La GPU è una RTX 2060 con 6 GB di RAM, che include al suo interno 1920 CUDA Core e gli stessi RT e Tensor Core della sua variante desktop. Grazie ad essa è possibile sfruttare il Ray Tracing, soprattutto in coppia con il DLSS 2.0, che offre un ottimo boost al frame rate. Nel nostro modello di prova sono installati 16 GB di RAM a 2666 MHz, non saldati, in quello in vendita su Amazon ne troviamo solo otto. Vista la possibilità di aggiornamento, consigliamo ai futuri acquirenti di espandere la memoria, per poter sfruttare anche il dual channel.

Positiva la quantità di memoria di sistema, da ben 512 GB su disco NVMe M.2, ed è possibile anche in questo caso espanderla grazie al secondo slot M.2, che può ospitare sia normali dischi mSATA sia NVMe. Il display, anche questo pensato in un'ottica di contenimento dei costi, non delude ma non eccelle.
MSI lo definisce "IPS Level", in realtà si tratta di un pannello TN da 15.6 pollici con risoluzione Full HD, trattamento opaco anti riflesso e refresh rate di 120 Hz. Uno schermo che non si addice all'utilizzo professionale ma che va bene per il gaming e per le operazioni di tutti i giorni, in questo contesto non sembra nemmeno di trovarsi di fronte a uno schermo TN.
Sul fronte audio sono disponibili due casse da 2 W, nella media per un prodotto di questo spessore, che vanno bene per l'utilizzo quotidiano ma durante il gioco meglio usare le cuffie, anche perché il notebook di MSI è certificato Hi-Res Audio e offre il software Nahimic per l'ottimizzazione del suono, che rende più avvolgente la resa.

I test che abbiamo svolto durante questa breve prova, principalmente con Metro Exodus e Shadow of the Tomb Raider, indicano chiaramente il target prestazionale di questo notebook, che è pensato per giocare in Full HD con dettagli Alti o Ultra, in base al titolo.
Nel primo caso i 60 fps sono raggiungibili con la maggior parte dei giochi, nel secondo quelli più pesanti sul fronte grafico si fermano appena al di sotto ma rimangono comunque piacevoli da giocare. Diverso il discorso per i titoli online più utilizzati, come CoD Warzone, dove la soglia dei 60 viene ampiamente superata e si può sfruttare al meglio lo schermo a 120 Hz. Durante l'utilizzo intensivo il sistema di dissipazione si fa sentire ma il calore non raggiunge mai livelli di allerta, inoltre la tastiera rimane fresca, un dettaglio importante perché l'aumento di temperatura in questa zona è più fastidioso rispetto ad altre.
Ma come si comporta questo MSI GF65 quando utilizzato come portatile puro, quindi senza alimentazione? Questo non è certamente il suo campo di utilizzo ideale, i notebook da gaming danno il massimo quando collegati alla presa di corrente. Con un utilizzo misto, senza giocare, siamo arrivati a circa 4 ore prima di esaurire l'energia, non molte ma quanto basta per usare il notebook in mobilità.

MSI GF65 Thin 9SEXR MSI GF65 Thin 9SEXR è un portatile che cerca di portare il costo di accesso alla RTX 2060 a un livello inferiore. In effetti, a oggi è uno dei portatili meno costosi con questa GPU, con un prezzo di 1349 euro su Amazon. Le prestazioni sono più che buone nel gioco e nell’utilizzo quotidiano, così come la qualità costruttiva (touchpad a parte). Il notebook di MSI è quindi una valida alternativa per chi è un cerca di un portatile dalle prestazioni bilanciate e indicato soprattutto per il gaming.