MSI GP75 Leopard 10SEK: schermo da 17” ed RTX 2060 per il gaming

Il GP75 Leopard è un desktop replacement potente e curato, grazie al suo schermo da 17 pollici e al processore i7 di decima generazione.

provato MSI GP75 Leopard 10SEK: schermo da 17” ed RTX 2060 per il gaming
Articolo a cura di

I portatili sostituiscono sempre più spesso i computer fissi. La loro versatilità è innegabile, possono essere spostati facilmente e offrono, nelle varianti più costose, una potenza fino a pochi anni fa riservata ai PC desktop.
MSI GP75 Leopard nasce proprio per essere utilizzato al posto di un classico computer da scrivania, la dimensione del display, da 17.3 pollici, lascia poco spazio ai dubbi. L'impiego in mobilità non è ovviamente il suo forte, è solo con l'alimentazione inserita che si possono sfruttare al meglio le sue componenti, compreso il processore Intel i7-10750H e la GPU RTX 2060 di NVIDIA che abbiamo testato nel corso di questa breve prova.

Design, connessioni ed espandibilità

MSI GP75 è la diretta evoluzione del modello uscito lo scorso anno, di cui ha mantenuto il look e le caratteristiche costruttive, aggiornandosi principalmente all'interno. Con il coperchio chiuso MSI ha scelto di mantenere un look sobrio. Anche questa volta l'unica concessione al mondo del gaming è il logo dell'azienda, retroilluminato, che dona un pizzico di aggressività all'insieme. Il coperchio è in metallo mentre la scocca è realizzata in plastica di buona qualità, non si sente più di tanto la mancanza di materiali più nobili.
Sul retro spiccano le prese d'aria posteriori, al centro della quale campeggia la scritta "Leopard". A proposito del sistema di dissipazione, capovolgendo il portatile si possono osservare altre due griglie che nascondono altrettante ventole, che insieme a 7 heatpipe riducono il calore all'interno della scocca.

La connettività è ricca di alternative, troviamo infatti la porta di rete gigabit, lettore di schede di memoria SD, uscita HDMI (massimo 4K a 30 Hz), uscita Mini DisplayPort, una USB Type C 3.2 Gen2, tre USB Type A 3.2 Gen1, oltre a due jack separati per cuffie e microfono. Per le connessioni senza fili sono disponibili il Wi-Fi 6 e il Bluetooth 5.1, gli standard più aggiornati del momento.
Lo schermo è caratterizzato da bordi ridotti su tre lati, l'area intorno alla tastiera invece lascia trasparire di più l'animo gaming, con dei disegni geometrici che vanno a caratterizzare alcune aree della scocca.

La tastiera è firmata SteelSeries, con i tasti dotati di illuminazione RGB completamente personalizzabile, il touchpad è di buona qualità e di dimensioni adatte all'utilizzo quotidiano. Sulla destra della tastiera sono disponibili due shortcut, la prima serve a modificare gli effetti di luce della tastiera, la seconda invece porta le ventole alla massima velocità di rotazione, un'opzione utile se si vuole raffreddare in fretta il portatile ma molto rumorosa.
Le dimensioni sono ovviamente generose, come per ogni desktop replacement che si rispetti, di 398.5 x 272 x 28 mm, per un peso complessivo di 2.6 Kg. Il GP75 nasce per essere utilizzato appoggiato a una scrivania, se state cercando un portatile da utilizzare in mobilità meglio guardare a modelli più piccoli.

Specifiche, prestazioni e autonomia

MSI ha cercato di creare un vero desktop replacement con questo GP75, a partire dal processore, un Intel i7-10750H di decima generazione. Si tratta di una CPU con 6 Core e 12 Thread, con frequenze che da specifiche partono da 2.6 per arrivare a 5 GHz se le temperature e il power limit lo permettono. Una soluzione di fascia alta che non ha problemi anche con gli utilizzi più pesanti. L'abbiamo messa alla prova con diversi cicli consecutivi di Cinebench R20, le temperature salgono anche a 90 gradi ma il sistema di dissipazione riesce bene a reggere il colpo, merito anche delle dimensioni maggiorate di questo notebook, limitando così il thermal throttling.
Ovviamente i 5 GHz dichiarati da Intel non sono raggiungibili con tutti e sei i core contemporaneamente, durante il test questi si assestano tra i 3.8 e i 3.9 GHz, valori notevoli e possibili solo grazie alla buona dissipazione del calore. La scocca si scalda nella zona in alto rispetto alla tastiera, il calore è avvertibile ma non dà alcun fastidio.

La GPU, una RTX 2060 con 6 GB di RAM, porta in dote 1920 CUDA Core e lo stesso numero di Tensor ed RT Core della versione per PC. Troviamo poi 16 GB di RAM a 2666 MHz e un SSD M.2 NVMe targato Western Digital da 1 TB. Sia la RAM che la memoria interna sono aggiornabili senza invalidare la garanzia, ma bisogna prima contattare il centro assistenza di MSI Italia.
Questa configurazione permette di giocare a tutti i titoli sul mercato in Full HD e con dettagli elevati, superando agilmente i 60 fps medi, in alcuni giochi si raggiungono e superano anche i 100 fps, come nel caso di Doom Ethernal. Le prestazioni permettono quindi, molto spesso, di sfruttare bene lo schermo a 144 Hz, senza però riuscire quasi mai a saturarlo.

Il display è da 17.3 pollici, con risoluzione Full HD e refresh rate a 144 Hz. MSI ha scelto un pannello che definisce "IPS Level", per essere più chiari si tratta della tecnologia TN.
Lo schermo offre una buona luminosità, adatta soprattutto all'utilizzo indoor piuttosto che all'aperto, e una discreta fedeltà cromatica, più tarata verso l'utilizzo ludico e le operazioni di tutti i giorni rispetto a quello professionale.
Positivo il riscontro sull'audio, gestito da due speaker da 3 W. Al massimo volume la distorsione è minima, si nota una certa carenza nei bassi ma la resa rimane comunque buona. Con l'ascolto in cuffia la qualità migliora nettamente, come testimonia anche la certificazione Hi-Res Audio, mentre il software Nahimic consente di personalizzare l'ascolto in base al tipo di contenuto, con preset dedicati al gioco, al cinema e alla musica.
Come spesso accade con i portatili di queste dimensioni e con un hardware avanzato l'autonomia non è elevata, siamo riusciti a fare circa 3 ore di utilizzo misto, ma ricordiamo che il GP75 è stato concepito per essere sfruttato soprattutto in casa o in ufficio, connesso al suo alimentatore.

MSI GP75 Leopard 10SEK Questa breve prova del Leopard GP75 ci ha mostrato un portatile dalle prestazioni solide e dall’efficace sistema di dissipazione. Il suo campo di utilizzo primario rimane il gaming, in questo contesto si superano agilmente i 60 fps in 1080p, in alcuni casi anche la barriera dei 100 fps non è irraggiungibile, tutto dipende però dal titolo. Lo schermo è di buona qualità, ottima se si pensa che è stato utilizzato un pannello TN, e anche l’audio non delude. Con un prezzo di 1849 euro su Amazon il portatile di MSI si colloca nella fascia alta del mercato, un segmento difficile e molto concorrenziale, in cui però potrà sicuramente dire la sua, soprattutto non appena il costo si sarà livellato un pochino verso il basso.