MWC 2018

Temi: il robot/assistente domestico da 1500$ alla prova

Al Mobile World Congress, abbiamo avuto modo di vedere in azione il "robot" Temi: vediamo assieme di cosa si tratta.

provato Temi: il robot/assistente domestico da 1500$ alla prova
Articolo a cura di

Durante l'edizione 2018 del Mobile World Congress di Barcellona abbiamo visto moltissimi prodotti tecnologici interessanti. Tuttavia, la maggior parte di questi fa parte delle "solite categorie": dispositivi mobili e PC. E' inutile nasconderlo, le società sono tutte alla ricerca di una "caratteristica peculiare" che possa distinguere i loro prodotti dalla massa, come può esserlo il notch in ambito smartphone, per farvi un esempio. Questo va inevitabilmente ad amplificare il fattore sorpresa quando ci si trova dinanzi ad un qualcosa che invece risulta essere originale e "veramente innovativo". Sono state poche quest'anno le aziende che ci hanno lasciato questa sensazione, ma tra queste figura sicuramente Temi. Abbiamo avuto l'occasione di farci illustrare "a porte chiuse" il funzionamento dell'omonimo "robot" della società e di scambiare due chiacchiere con Asaf Davidi, VP Product di Temi. Vediamo assieme quanto emerso.

Temi - The Personal Robot: caratteristiche e prezzo

Appena arrivati allo stand dell'azienda, abbiamo subito capito di trovarci davanti ad una realtà che sa davvero cosa vuol dire realizzare un prodotto da zero. Spesso, infatti, a questi eventi ci trova dinanzi a figure legate più al mondo del marketing che a quello dello sviluppo "dietro le quinte", con la conseguenza di non poter parlare in alcun modo di qualsiasi cosa si avvicini anche solo lontanamente a parole come "SDK" e "API". A nostro modo di vedere, questo è un fattore molto importante, soprattutto per un prodotto del genere che deve ancora muovere i suoi primi passi in Italia.
Ma veniamo al dunque, ovvero al robot creato da Temi. Sappiamo che l'azienda tiene molto alla definizione del tutto e, in effetti, descrivere Temi con una sola parola ci sembra quantomeno superficiale. Infatti, appena si parla di "robot" le persone pensano subito ad un qualcosa che "simuli" le azioni umane. Ebbene, Temi - The Personal Robot non è nulla di tutto questo, ma va a configurarsi più come una specie di "assistente personale" a tutto tondo.

La caratteristiche principali di questo prodotto sono sicuramente comandi vocali, mobilità e facilità d'uso. Per quanto riguarda il riconoscimento vocale, il "robot" è in grado di fare tutto tramite la nostra voce, dal semplice muoversi in un punto registrato in precedenza all'iniziare una videoconferenza, passando per la riproduzione di musica e per i messaggi di testo. Il tutto per il momento è disponibile solamente in lingua inglese. E' importante sottolineare che il prodotto dispone di un "tablet" da 10 pollici posto nella parte alta, con tanto di fotocamera, microfono, altoparlanti e altri 60 sensori circa. Durante la nostra breve prova, il "robot" si è comportato sempre bene e non ha mai esitato nel riconoscere i comandi.
Le applicazioni che girano su di esso sono tutte ottimizzate a dovere ed è interessante come Temi voglia aprire agli sviluppatori il suo SDK proprietario, in modo da far creare molte altre esperienze uniche direttamente alla community. Per fare questo, sul sito ufficiale della società è stata aperta un'apposita sezione "Become a Developer", nella quale sono presenti numerosi video tutorial per imparare ad utilizzare questo nuovo SDK. Il tutto è basato sul Android e Davidi ci ha confermato che "se sai sviluppare un'app per Android, sai farlo anche per Temi". Insomma, questa deriva "open" fa sicuramente onore all'azienda e non è cosa da tutti, specie in questa fase di sviluppo del prodotto.

Passando alla mobilità, il robot è dotato di "ruote" proprie ed è quindi in grado di muoversi in modo completamente autonomo. Durante la nostra prova, erano stati creati tre "punti chiave" dove potevamo far andare il robot. Per farvi un esempio concreto, è possibile far riconoscere al dispositivo una determinata stanza e successivamente farlo muovere verso essa tramite comandi vocali, ad esempio tramite un semplice "Hey Temi, go to the living room". La prima volta che avvierete il dispositivo, dovrete ovviamente fargli fare un "giro turistico" per la vostra casa, mentre lui analizzerà costantemente la "mappa" e calcolerà il percorso più veloce per passare da un luogo ad un altro. Interessante anche il comodo ripiano/vassoio posto dietro lo schermo, in modo da poterci appoggiare qualcosa da far portare al "robot" da una stanza all'altra della vostra casa. Il tutto con una facilità d'uso che ci ha lasciato veramente stupiti: bastano veramente pochi e semplici comandi vocali per fare tutte queste cose.
Oltre a questo, la velocità di risposta e di esecuzione del comando è di appena pochi secondi e la stabilità del "robot" ci è sembrata ottima, con gli ostacoli che non sembrano essere un particolare problema. Il dispositivo è addirittura in grado di rilevare se sul suolo è caduto qualcosa dallo spessore di un biglietto da visita e chiedervi se può "passarci sopra" o se deve aggirarlo.

In ambito gaming, vediamo già delle applicazioni interessanti, come quella di possibili "riprese intelligenti" dicendo al robot dove piazzarsi in un momento del gameplay. Già da ora, grazie alle videochat di questo tipo, è possibile avere un contatto "più diretto" con i propri amici. Il VP Product ci ha fatto sapere che anche lui è un gamer, quindi da questo punto di vista probabilmente potremo stare tranquilli. Interessante anche la possibilità di dire al "robot" cosa fare mediante l'apposita app per smartphone. La società sostiene che l'autonomia è di otto ore, con un tempo di ricarica richiesto per passare dal 0% al 100% di circa tre ore mediante l'apposita docking station. Non manca anche il supporto alle connettività Wi-Fi, 4G LTE e Bluetooth. Ci è stato confermato anche che il prodotto verrà mantenuto aggiornato tramite OTA. Ma veniamo al prezzo: 1500 dollari. Quest'ultimo potrebbe sembrare alto a chi non bazzica nel mercato dei "robot", ma in realtà si tratta dell'assistente personale di questo tipo più economico e funzionale disponibile nel breve periodo. Tuttavia, non ci sono ancora piani ufficiali per quanto riguarda l'approdo di Temi in Italia, ma vi invitiamo a rimanere sintonizzati su queste pagine. Sarà il primo robot che vedremo veramente nelle case dei comuni cittadini? Staremo a vedere.