Acer Aspire GX-281: un gaming PC con un cuore AMD Ryzen

Acer punta sui processori Ryzen di AMD per la linea di gaming PC Aspire, pensata per il gioco ma adatta anche agli uffici.

recensione Acer Aspire GX-281: un gaming PC con un cuore AMD Ryzen
Articolo a cura di

L'acquisto di un PC pre-assemblato permette a tutti di avere per le mani un computer già pronto all'uso e funzionale senza dover mettere mano all'hardware a all'installazione di Windows. Operazioni molto semplici per gli appassionati ma non per il grande pubblico, che negli ultimi anni si è avvicinato sempre di più al mondo del gaming PC. Seppur basiche, le competenze per assemblare da soli la propria gaming machine non le hanno tutti, senza contare i casi in cui l'utilizzo finale della macchina sia diverso dal gioco. L'hardware da gioco ha potenza da vendere di solito, una caratteristica sempre più apprezzata anche negli uffici, dove PC non aggiornati e lenti rendono il lavoro più lento e snervante. La serie Aspire di Acer si rivolge ad entrambe le tipologie di utilizzatori, con un design e specifiche pensate per i gamer ma che strizzano l'occhio anche a chi è in cerca di un PC pronto all'uso da piazzare in ufficio o comunque da utilizzare per lavoro, grazie a un design piuttosto sobrio.

Bundle e design

L'Aspire GX-281 che abbiamo provato per qualche giorno viene venduto in una scatola di cartone piuttosto anonima, che all'interno comprende anche una tastiera a membrana e un mouse neri. Accessori economici ma comunque utili e che permettono l'utilizzo del PC senza troppi pensieri, con l'utente che deve solo preoccuparsi di collegare i cavi al monitor e all'alimentazione. Tolto dalla scatola, l'aspetto del GX-281 è piuttosto sobrio, nonostante alcuni particolari rendono chiaro fin da subito il suo animo gaming. Ma andiamo con ordine e partiamo dal frontale, che presenta il logo di Acer in alto e appena sotto una "V" rossa, colore che troviamo anche nelle griglie laterali, mentre in basso, su una placchetta, è indicato il nome della gamma di appartenenza. L'unico elemento dotato di illuminazione a Led è proprio la "V" frontale, di colore rosso, che tuttavia non rende l'insieme troppo aggressivo. Il tasto di accensione è invece posizionato nel parte superiore del PC, con un pulsante di dimensioni generose facilmente raggiungibile. Sia la zona che circonda il tasto sia tutta la parte frontale sono in policarbonato, mentre il case vero e proprio è in metallo nero; la zona connessioni sul retro invece è sempre in metallo ma non verniciato, un particolare che ritroviamo spesso nei case economici. A proposito di connessioni, sul davanti sono disponibili una USB Type C 3.1, una USB 3.0, lettore di schede di memoria e jack audio per cuffie e microfono, mentre sul retro troviamo altre sei USB, di cui quattro 2.0 e due 3.0. Oltre a queste ci sono poi la porta di rete, le connessioni audio e quelle della scheda video, che dipendono dal modello scelto. Acer ha puntato sulla semplicità per questo Aspire, centrando però solo in parte l'obbiettivo. I materiali che ricoprono la parte frontale sono piuttosto "plasticosi" per un PC da gaming, e questa zona rappresenta anche l'unica con una certa personalità. Tutto il resto corrisponde a un PC più generalista. Sia chiaro, non stiamo criticando l'assenza di forme aggressive o di led luminosi, assolutamente accessori, ma di soluzioni che ritroviamo spesso nelle gaming machine, come ad esempio l'accesso alle componenti interne senza l'utilizzo del cacciavite. Alla fine però Acer ha deciso di sacrificare funzionalità di questo tipo per contenere i costi, una scelta che rimane del tutto logica e comprensibile.

Prestazioni da vera gaming machine

La configurazione scelta da Acer per questa macchina è piuttosto equilibrata se la si osserva in ottica gaming e decisamente potente per un utilizzo da ufficio. Interessante la scelta di puntare sui processori Ryzen di AMD, diventati un'alternativa di valore a Intel, soprattutto in ambiti che beneficiano di CPU con più core. In questo caso abbiamo un Ryzen 5 1600 (potete trovare qui la recensione completa di questo processore) con sei core e dodici thread. Questo offre una cache totale di 20 MB (16 MB di cache L3 e 4 MB di cache L2), esattamente come Ryzen 5 1600X e i modelli della gamma Ryzen 7. La frequenza base dell'unità di calcolo è pari a 3,2 GHz ma arriva fino a 3,6 GHz con il Precision Boost. La configurazione di prova prevede 8 GB di RAM DDR4, un SSD NVMe P600 di Intel da 256 GB e un disco meccanico da 2 TB. La scelta della GPU è ricaduta su una Radeon RX 480 con 4 GB di RAM, più che sufficienti per un gaming in Full HD di ottimo livello, come vedremo dopo nei benchmark. Integrati ci sono anche il Wi-Fi ac e il Bluetooth, e non manca nemmeno un masterizzatore DVD. La corrente è fornita da un alimentatore da 500 w marchiato Lite-ON certificato 80 Plus Bronze.
Per quanto riguarda il software troviamo Windows 10 e quasi nulla d'altro preinstallato, una scelta che abbiamo apprezzato quella di Acer, che non ha appesantito il sistema con software inutili e invasivi. A parte Acer Care, da cui contattare l'assistenza clienti e fare il ripristino del PC, c'è solo un antivirus di McAfee. Ma passiamo ora ad osservare le prestazioni durante il gioco di questa macchina, prestazioni che considerata la configurazione adottata sono ampiamente prevedibili. Tutti i nostri test hanno riportato valori superiori ai 60 fps in Full HD, a partire da Rise of the Tomb Raider, con una media nel benchmark di 64 frame al secondo. Metro: Last Light Redux ha funzionato invece a una media di 80 fps, con SSAA disattivato, mentre Batman: Arkham Knight a 86 fps (in questo caso gli effetti GameWorks di NVIDIA erano disattivati). Tutti questi titoli erano impostati ai livelli di dettaglio più alti disponibili, certificando ancora una volta le ottime prestazioni della RX 480 in Full HD.

Acer Aspire GX 281 La linea Aspire parte da 999€ nella sua configurazione base, che prevede un Ryzen 1400 e una GTX 1050 da 2 GB. Considerato il costo attuale della RX 480 il modello di prova si posiziona certamente a un cifra superiore ai 1200€, non pochi per una macchina potente ma tutto sommato semplice come questa. D'altra parte si tratta di un PC pronto all'uso e il cui costo non potrà mai competere con quello dei computer assemblati. PC che, nonostante l'animo gaming, si presta bene anche a compiti differenti, grazie a un look sobrio e poco aggressivo. Insomma, Acer ha realizzato una gaming machine che non è del tutto una gaming machine, mancano infatti gli elementi che le contraddistinguono (tecnologie legate al gioco, accorgimenti estetici e funzionali nell'hardware), favorendo quindi l'utilizzo di questo Aspire GX-281 a una fetta di pubblico più ampia. Probabilmente una scelta vincente in ottica di mercato ma che non accontenterà i palati più fini.

7.5