Acer Predator XB271HK, recensione del monitor 4K IPS da 27 pollici con G-Sync

Da Acer un monitor di elevate dimensioni con pannello IPS e dall'estetica aggressiva: ecco il Predator XB271HK

recensione Acer Predator XB271HK, recensione del monitor 4K IPS da 27 pollici con G-Sync
Articolo a cura di

Acer è sicuramente uno dei maggiori protagonisti nell'affollato mercato dei monitor per PC, l'azienda taiwanese può infatti vantare una vasta gamma di modelli adatti a tutte le esigenze. Tra le linee più note troviamo la Predator, formata da una serie di prodotti dedicati al Gaming caratterizzati da prezzi e caratteristiche differenti. Monitor top di gamma come l'X34 provato alla fine dello scorso anno, un prodotto dalle dimensioni davvero generose, con schermo curvo da 34 pollici in grado di supportare anche il G-Sync di NVIDIA. Oggi torniamo a occuparci di questo brand con la prova dell'Acer Predator XB271HK, con pannello 4K IPS da 27 pollici. Scopriamo, quindi, le caratteristiche complete di questo monitor.

Acer Predator XB271HK: design massiccio e aggressivo

L'Acer XB271HK si presenta con il classico design della famiglia Predator con linee massicce e spigolose. La base colpisce per le sue particolari forme con due piedini in metallo di colore rosso che si innestano in un supporto con una struttura interna sempre metallica e una scocca esterna realizzata però in plastica.
Ben progettato lo stand che consente di spostare il monitor verso il basso o verso l'alto (fino a 15 cm), di inclinarlo in avanti o indietro (-5°/35°), di ruotarlo di 30° e di posizionarlo anche in verticale (modalità pivot). Più classica la forma dello schermo con cornici sottili ma con un elevato spessore. Sul frontale, in basso, spicca il logo Predator, mentre a destra sono stati inseriti i tasti di navigazione dell'OSD. Scendendo nel dettaglio troviamo cinque pulsanti, più uno per l'alimentazione del monitor, separati da un LED di stato. Il lato posteriore presenta una pronunciata bombatura che ospita a sinistra due porte USB 3.0 mentre in basso, oltre al pulsante di alimentazione principale, troviamo un jack di ingresso audio per le cuffie, un ingresso Display Port, uno HDMI, due ulteriori porte USB e una destinata al collegamento al PC di tipo B. Concludiamo con le dimensioni complessive pari a 614 x 401,4 - 551,4 x 268,4 mm (LxAxP) per un peso di 7 Kg.

Analisi dell'OSD

Occupiamoci ora dell'analisi dell'OSD che si attiva premendo uno qualsiasi dei tasti frontali, con cinque menù di base. Il primo attiva la modalità gioco, la seconda voce è invece dedicata all'Overdrive (spento, normale o estremo). La terza schermata permette invece di impostare il volume degli speaker integrati, mentre quella successiva è dedicata alla selezione dell'input video.
Infine l'ultima schermata consente di configurare i vari parametri video. Scendendo nel dettaglio, nel pannello "Immagine" sono disponibili diversi preset già impostati da Acer: Utente, Eco, Standard, Grafica e Film. Sempre in questa sezione è stata inserita la modalità a bassa emissione di luce blu, il contrasto adattivo, la possibilità di modificare i valori di luminosità e contrasto e il Dark Boost che incrementa l'ampiezza dei livelli dei colori scuri. Nella sezione colore si possono modificare ulteriori parametri come la temperatura del colore e la saturazione. Nella terza sezione, tra le varie voci disponibili, ricordiamo l'opzione per attivare un mirino al centro dello schermo e visualizzare la frequenza di aggiornamento.
La quarta voce del menù è dedicata alle Impostazioni generali come la possibilità di abilitare l'audio DTS e il ripristino delle impostazioni di fabbrica. Infine l'ultima sezione, che mostra varie informazioni sul monitor come la risoluzione e le varie modalità attivate.

Caratteristiche tecniche, prestazioni e prezzo

Occupiamoci ora delle caratteristiche tecniche dell'XB271HK, uno schermo da 27 pollici 16:9 con risoluzione 4K (3840x2160) che impiega un pannello IPS di tipo AHVA (Advanced Hyper Viewing Angle) con 1.07 miliardi di colori, una luminosità di 300 cd/m², copertura sRGB del 100% e contrasto di 1000:1 . Non manca un buon trattamento antiriflesso, la nota tecnologia G-Sync di NVIDIA e due speaker da 2 Watt ciascuno. Il tempo di risposta è di 4 ms con un refresh rate massimo di 60 Hz. Scendendo nel dettaglio, se si utilizza l'HDMI come connessione possiamo arrivare a 3840x2160 a 30Hz, mentre con il collegamento DisplayPort è possibile utilizzare la massima risoluzione a 60Hz. Ci sono dei requisiti minimi nella gestione del G-Sync, è necessario infatti avere almeno una GTX650Ti Boost.
Occupiamoci ora dell'analisi dello schermo: buona la qualità costruttiva generale, con lo stand che offre numerose regolazioni in grado di soddisfare la maggior parte degli utenti. Per quanto riguarda le prestazioni in ambito videoludico, il tempo di risposta di 4 ms e il refresh rate massimo di 60 Hz sono caratteristiche praticamente standard per il 4K, il monitor dunque è consigliato a chi predilige la risoluzione, il dettaglio, e non la fluidità estrema. Le performance generali sono comunque abbastanza soddisfacenti, parliamo di uno schermo in grado di offrire un'immersività e un dettaglio decisamente elevati, nonostante qualche fenomeno di ghosting.
Il pannello è un IPS di qualità dai colori brillanti e un buon livello di nero. Positiva anche la valutazione per quanto riguarda la luminosità, gli angoli di visione (178°) e la calibrazione di default. Solo discreta invece l'uniformità dell'illuminazione, con una parte inferiore più luminosa, soprattutto agli angoli, e una fascia a destra leggermente più scura - effetto purtroppo classico degli IPS. Non dimentichiamo l'audio di qualità appena sufficiente, meglio quindi utilizzare, se possibile, delle cuffie o un impianto esterno. Concludiamo con il prezzo, l'Acer Predator XB271HK può essere acquistato sul sito ufficiale dell'azienda a 899 euro.

Acer Predator XB271HK Da Acer arriva un monitor da 27 pollici che fa dell’elevata risoluzione il suo punto di forza. Il Predator XB271HK si distingue inoltre per il suo pannello IPS di qualità, dai colori vivaci, e per il versatile stand. Buona la calibrazione di fabbrica e la costruzione generale, con la base dal design più curato rispetto al monitor dalle forme decisamente massicce. Un prodotto pensato per i gamer che preferiscono la risoluzione alla fluidità spinta, in grado di offrire un’immersività e un dettaglio decisamente elevati.

8