Acer V7500 Recensione: proiettore per l'Home Cinema a meno di 1000 euro

Schermo fino a 300 pollici e risoluzione Full HD, ecco alcune delle caratteristiche del proiettore V7500 di Acer.

recensione Acer V7500 Recensione: proiettore per l'Home Cinema a meno di 1000 euro
INFORMAZIONI SCHEDA
Articolo a cura di

I videoproiettori rappresentano ancora una categoria di prodotti che coinvolge solo una cerchia ristretta di consumatori dell'home entertainment. La maggioranza degli utenti si concentra solo sul mondo delle TV spesso ignorando le interessanti proposte di questo settore, come il modello oggetto oggi della nostra prova: l'Acer V7500; una soluzione in grado di portare un'esperienza cinematografica in casa spendendo meno di 1000 euro. Scopriamo, quindi, tutte le caratteristiche di questo interessante proiettore.

Acer V7500: design e connessioni

L'Acer V7500 adotta un design classico per questo genere di prodotti con una struttura esterna in plastica bianca con il lato superiore che ospita i vari comandi per il controllo dell'unità: i pulsanti per la navigazione tra i menù e tre ghiere per la regolazione manuale dello zoom, della messa a fuoco e dello spostamento verticale dell'immagine. L'obiettivo è posizionato al centro affiancato dai sensori per la luce ambientale e da quello per il telecomando. Sul lato sinistro troviamo invece l'uscita dell'aria calda con altre due prese di aerazione sul frontale.
Per accedere alle varie connessioni è necessario rimuovere tutta la parte destra del proiettore (operazione abbastanza scomoda); una copertura che andrà poi a nascondere i vari connettori dei cavi. Si parte da due HDMI (la prima compatibile con lo standard MHL), una micro USB (per l'aggiornamento del firmware) ed una VGA, affiancata da una seriale (RS232). Troviamo poi un ingresso component, una presa elettrica da 12V e una da 5V in formato USB. Non manca una porta per il video composito, affiancata da un ingresso ed un'uscita audio analogiche.
Concludiamo con le dimensioni pari a 373 x 223 x 101 mm ( LxPxA) ed il peso di 3 kg.
Non dimentichiamo, infine, il telecomando di buona qualità con tasti ben dimensionati e i piedini regolabili che facilitano l'installazione del proiettore.

Caratteristiche tecniche e prezzo

Occupiamoci ora delle caratteristiche tecniche dell'Acer V7500; un proiettore single chip DLP Full HD con ruota colori a 6 segmenti (RGBRGB) e lampada UHP da 260 Watt. Citiamo inoltre la luminosità di 2.500 lumen, il rapporto di contrasto di 20.000:1, lo zoom ottico 1.36X (digitale 2X), il lens shift verticale e 1.07 miliardi di colori (30-bit) gestiti. Non manca una modalità Eco che allunga la durata della lampada fino a 6500 ore, 3000 ore con la modalità standard.
Ricordiamo anche la tecnologia 3DTV di NVIDIA (occhiali 3D non inclusi nella confezione) e il wireless kit opzionale Acer WirelessCAST che consente di eliminare tutti i cavi di collegamento al proiettore ad eccezione dell'alimentazione elettrica. Soluzione che rende meno complessa l'installazione di questo dispositivo in casa, fattore critico per questo genere di prodotti. L'Acer V7500 ha una distanza di proiezione minima di un 1,3 m, massima di 7,10 metri con una diagonale dello schermo che va da 40 a 300 pollici. Non dimentichiamo l'audio con un altoparlante da 10 watt integrato e la rumorosità dichiarata della ventola interna di 28/34 dB (eco/normal mode). Il prezzo di listino, l'Acer V7500 può essere acquistato anche sul sito ufficiale dell'azienda a 969 euro.

Menù

L'Acer V7500 vanta un menù davvero ricco di opzioni in grado di soddisfare anche l'utente più esigente. Un'interfaccia suddivisa in sette diverse sezioni; si parte dalla voce "Colore" che include la funzione "LumiSense" per il controllo automatico della luminosità. Sezione che ospita anche vari setting preimpostati (Luminoso, Standard, Film, Dark Cinema, Sport, Giochi) ed una modalità utente personalizzabile. Interessante anche la voce "Colore Parete" che consente di adattare la proiezione alla tonalità della nostra stanza. Troviamo inoltre i controlli per luminosità, contrasto, temperatura colore e gamma. Infine sotto la voce Avanzate non mancano ulteriori parametri come la modalità Film e l'estensione del nero.
La seconda voce principale del menù è dedicata alla gestione della posizione del proiettore ed include i controlli per la nitidezza, keystone e degli angoli.
Troviamo poi una terza voce relativa al setting generale che ospita anche la voce per il ripristino delle impostazioni di fabbrica. Non manca un menù dedicato alle impostazioni energetiche (con il contatore delle ore di utilizzo della lampada, facilmente removibile dall'utente) ed uno relativo all'audio. Infine ricordiamo il setting per il 3D ed il menù dedicato alle impostazioni della lingua che include anche l'italiano.

Prestazioni audio e video

Il nostro giudizio sull'Acer V7500 è molto positivo; dopo un'attenta regolazione dei numerosi parametri disponibili è possibile ottenere un'immagine di qualità che appare immediatamente naturale ed immersiva.
Colpisce la resa dei colori ricchi di sfumature ed il dettaglio decisamente elevato come anche la luminosità, con il V7500 utilizzabile anche in ambienti non completamente oscurati.
Positivo il giudizio anche sul contrasto e sul livello del nero con una buona uniformità dell'immagine. Purtroppo il nostro esemplare (già utilizzato per altre recensioni) presentava una macchia più chiara (luce spuria) in basso a destra visibile solo con immagini molto scure. Segnaliamo inoltre una messa a fuoco non precisissima su tutti gli angoli.
Accettabile il livello del rumore prodotto dalla ventola interna. Non dimentichiamo l'ambito videoludico, il V7500 convince già dai primi minuti di gioco, nonostante qualche fenomeno di ghosting, con un'immersività decisamente elevata. In questo caso però meglio puntare su un altro modello: Acer vanta nella sua gamma anche il Predator Z650 pensato espressamente per i gamer.
Concludiamo con la parte audio di qualità sufficiente nelle frequenze alte e medie, deludenti invece i bassi; meglio utilizzare un impianto audio dedicato.

Acer V7500 Da Acer arriva un proiettore in grado di offrire un’ottima qualità d’immagine con un buon numero di connessioni disponibili. Davvero interessante il rapporto qualità/prezzo e le varie soluzioni tecniche adottate, come il WirelessCast, che semplificano l’installazione di questo prodotto all’interno della nostra abitazione. Non manca inoltre un’interfaccia davvero ricca di opzioni in grado di soddisfare anche l’utente più esigente. Tra gli aspetti che non ci hanno convinto la qualità delle plastiche utilizzate con una costruzione un po’ economica e la messa a fuoco non precisissima.

8.5