Amazon Echo Studio Recensione: suono, ed Alexa, alla massima potenza

Amazon ha creato una cassa potente e con la migliore gestione di Alexa oggi disponibile, per un prodotto che convince sotto tutti i punti di vista.

recensione Amazon Echo Studio Recensione: suono, ed Alexa, alla massima potenza
Articolo a cura di

In molti hanno definito Amazon Echo Studio uno speaker per audiofili. Un accostamento forzato e che penalizza la cassa smart di punta della casa americana, paragonandola a prodotti totalmente differenti sia per tipologia di pubblico che per sound. Echo Studio non è un prodotto per appassionati di alta fedeltà, è indirizzato a un target nettamente più ampio e meno pretenzioso, che vuole una qualità audio superiore a quella che la gamma Echo ha offerto finora senza mettere da parte tutte le funzionalità legate ad Alexa, il tutto con un occhio di riguardo al prezzo.
In questo ambito Echo Studio non ha rivali e si configura come uno dei migliori, se non il migliore, smart speaker attualmente disponibile, un prodotto che offre tanta qualità al giusto prezzo, almeno per le caratteristiche di cui è dotato e per il carico tecnologico al suo interno.

Un design particolare

Echo Studio è diverso da tutte le altre casse prodotte finora da Amazon, sia per linea che per dimensioni. A parte la base e una piccola striscia di policarbonato, non molto morbido, sulla parte superiore, lo speaker è interamente ricoperto da tessuto molto piacevole al tatto. Non passerete ore a toccarlo, questo è ovvio, ma la qualità costruttiva ne giova molto e sembra di trovarsi di fronte a un prodotto dal costo superiore ai 199 euro richiesti da Amazon.
Nella parte bassa si può notare un'apertura nella scocca che funziona da uscita per il canale reflex del woofer, unico elemento che spezza il design cilindrico della cassa, mentre nella parte alta, in corrispondenza dell'inserto in plastica, si trovano quattro pulsanti e ben sette microfoni per la ricezione dei messaggi diretti ad Alexa. Si può alzare e abbassare il volume, accendere o spegnere il microfono e infine c'è il tasto azione. Il numero elevato di microfoni consente a Echo Studio di surclassare gli altri speaker prodotti finora da Amazon in quanto a precisione nel recepimento dei comandi per Alexa, anche a una distanza ampia la voce viene rilevata sempre con precisione.

In cima allo speaker è installato un led circolare, identico a quello visto in altri dispositivi della stessa gamma, e un ulteriore inserto in tessuto, a coprire una delle numerose casse presenti all'interno. Lato connessioni c'è ben poco, Amazon ha pensato Echo Studio per essere utilizzato principalmente con i servizi di streaming, non da fonti esterne connesse via cavo.

Troviamo quindi, sul retro, solo un jack in ingresso (che funziona anche da ingresso ottico), la presa per l'alimentazione e una porta USB di servizio, che non ha alcuna utilità nell'utilizzo quotidiano.
Per quanto riguarda le dimensioni generali invece Echo Studio sembra più grande in foto di quanto non lo sia in realtà. Rispetto ad Echo Plus occupa sicuramente più spazio, con una larghezza di 175 mm e un'altezza di 206 mm, ma non è difficile da piazzare in salotto. Il peso di 3.5 Kg invece è molto più alto, ma conferma anche la maggiore qualità di questo speaker.

Tanta tecnologia a basso prezzo

Se si osservano le caratteristiche di Echo Studio si rimane stupiti da come Amazon sia riuscita a proporlo a 199 euro. In tutto sono 330 Watt di potenza totali, suddivisi in 5 speaker. Troviamo due midrange ai lati, un tweeter rivolto verso l'ascoltatore, un altro midrange in alto, per fornire l'effetto 3D, e un woofer da 5.25" in basso. Questo sistema, che si calibra automaticamente in base alla posizione grazie ai microfoni, è compatibile con gli standard Dolby Atmos e Sony 360 Reality Audio, cioè con tutti gli standard per l'audio tridimensionale più moderni oggi disponibili. Alla prima accensione Echo avvisa che sta calibrando il suono per la posizione specifica in cui viene messo, se spostato basta aprire l'applicazione di Alexa per eseguire di nuovo l'operazione, molto rapida e alla portata di tutti. Consigliamo di non posizionarla troppo vicino a un muro, ma di lasciare un po' di spazio per non porre troppa enfasi sui bassi, configurabili comunque via software tramite l'app di Alexa.
Quello che stupisce è la versatilità consentita dall'ecosistema di Amazon, per migliorare potenza ed effetto stereo si possono accoppiare due Echo Studio, oppure utilizzarli in combo con una Fire TV Stick per sfruttare così il Dolby Atmos, utilizzato sempre più spesso da Netflix o da Amazon Video.

Come si sente Echo Studio?

Rispetto agli altri speaker proposti da Amazon siamo su un altro livello. Abbiamo provato Echo Studio con musica e film, la riproduzione musicale con singola cassa è molto particolare, dimenticate l'effetto stereo, perché lo Studio porta l'ascoltatore al centro della musica, un modo di ascolto differente da quello tradizionale. Il suono è avvolgente e molto ricco di bassi, posizionamento del diffusore alla giusta distanza da un muro ed equalizzazione sono importanti per ottenere un sound più equilibrato, ma di certo gli amanti dei bassi apprezzeranno molto la resa di questo altoparlante. Il posizionamento dei suoni e la separazione tra gli strumenti sono ottimi, sempre tenendo a mente che non si sta ascoltando musica nel modo tradizionale ma in un ambiente 3D simulato.
La capacità di gestire i suoni nello spazio viene fuori tutta durante la visione di un film, il Dolby Atmos gestito su singola cassa funziona bene ma dopo la prova che abbiamo svolto con due Echo Studio possiamo confermare che la resa aumenta molto in termini di potenza e spazialità, soprattutto quella verticale, tanto da farci preferire questa configurazione a una classica soundbar entry level con Dolby Atmos.
Attenzione però che per sfruttare le due casse con un film serve per forza di cose una Fire TV Stick, via bluetooth o ingresso ottico questo standard non è supportato. Ad ogni modo, se a questo aggiungiamo tutte le funzioni tipiche di Alexa, dai comandi vocali alle skill fino alla compatibilità con Zigbee per il controllo dei dispositivi domotici, otteniamo un altoparlante smart davvero completo sotto tutti i punti di vista.

Amazon Echo Studio Amazon Echo è uno speaker smart ricco di funzioni e dall’elevata qualità audio, soprattutto se rapportata al prezzo. Non bisogna prenderlo per quello che non è: non può sostituire un buon impianto stereo e non può competere con un vero setup multicanale, ma se le cava alla grande nel confronto con altri prodotti simili, anche più costosi. La configurazione singola è già ottima per l’ascolto musicale, per i film si perde un po’ in termini di diffusione dei suoni nello spazio ma va comunque benone per le esigenze di una larga fetta di pubblico. Con due Echo la qualità, il posizionamento nello spazio e la potenza sonora salgono ulteriormente, tanto da rendere appetibile questa configurazione non solo per la musica ma anche per i film. In definitiva, Amazon ha creato una cassa smart con un posizionamento di prezzo ottimo, peccato che, comprandola oggi, bisogna aspettare metà gennaio per averla.

9