Amazon Fire HD 8 2020 Recensione: un ottimo tablet Android sotto i 100 euro

Amazon lancia un tablet interessante, che si piazza in una fascia di prezzo in cui non ci sono molti altri concorrenti.

Amazon Fire HD 8 2020 Recensione: un ottimo tablet Android sotto i 100 euro
INFORMAZIONI SCHEDA
Articolo a cura di

Il mondo dei tablet Android è caratterizzato da prodotti dalla qualità altalenante, supportati da app spesso non ottimizzate per gli schermi di grandi dimensioni. Gli iPad di Apple sembrano ormai "invincibili" (60% di market share secondo i dati di StatCounter), sia a livello di vendite che di effettiva esperienza d'uso. Tuttavia, negli ultimi anni si sta finalmente muovendo qualcosa in campo Android e aziende come Samsung (20% di market share) stanno facendo ricredere parecchie persone.
La sorpresa più interessante però è Amazon, che a suon di prezzi aggressivi e sconti legati alla gamma di dispositivi Fire è diventata, sempre secondo i dati di StatCounter, il terzo produttore mondiale di tablet per vendite, grazie al suo 5,46% di market share.
Abbiamo già parlato su queste pagine nel 2018 di come l'esperienza offerta da questi dispositivi non sia da sottovalutare, ma oggi è bene tornare sull'argomento, dato che nelle ultime settimane abbiamo avuto modo di provare il modello 2020 di Amazon Fire HD 8, un tablet venduto ad appena 99,99 euro (versione con 32GB di memoria interna e offerte speciali), un costo in linea con quelli a cui l'azienda di Jeff Bezos ci ha abituato con le precedenti generazioni.

Design e unboxing

La confezione di vendita va dritta al sodo, in puro stile Amazon: la scatola arancione contiene solamente il tablet, il cavo USB Type-C, manualistica varia e il caricabatterie da 5W. Insomma, la dotazione è quella classica, ma già da qui notiamo la prima novità del modello 2020 di Amazon Fire HD 8: la presenza di una porta USB Type-C. Per chi non lo sapesse, siamo arrivati alla decima generazione di questo tablet e il colosso statunitense solitamente lo rinnova di anno in anno (oppure ogni due anni).
La scorsa generazione del tablet, uscita nel 2018, montava ancora la microUSB standard. Chi vi scrive utilizza ancora oggi come dispositivo secondario il Fire 7 uscito nel 2017: vi assicuriamo che negli ultimi anni l'assenza di una Type-C è stata un limite, dato che alcuni nuovi accessori non funzionano senza adattatori. Insomma, finalmente Amazon ha deciso di rendere più moderni i suoi tablet low cost.

Il colosso di Jeff Bezos non ha rinunciato al jack audio da 3,5 mm per le cuffie. Infatti, esso fa capolino nella parte superiore del tablet, a fianco della succitata porta USB Type-C, del microfono, del pulsante di accensione e del bilanciere del volume. Sul lato sinistro sono presenti gli speaker, mentre frontalmente troviamo uno schermo con bordi evidenti, affiancato, a lato, dalla fotocamera anteriore. La backcover è in plastica e presenta unicamente il logo di Amazon al centro e la fotocamera posteriore. Lo slot per l'espansione di memoria è sul lato destro, dietro all'apposito "sportello".

Le dimensioni del tablet sono pari a 202 x 137 x 9,7 mm, per un peso di 355 grammi. Amazon Fire HD 8 non è troppo pesante e ha una solidità costruttiva nella norma: se avete già avuto un tablet della gamma Fire, sapete come lavora l'azienda statunitense da questo punto di vista. In ogni caso, stiamo parlando di un prodotto low cost, non aspettatevi materiali "premium". L'unica colorazione disponibile è quella Black.

A livello di design, siamo dinanzi in tutto e per tutto a un tablet della gamma Fire. Non c'è molto altro da dire: la solidità costruttiva e la qualità dei materiali non sono forse al top, ma nella fascia sotto i 100 euro è praticamente impossibile trovare di meglio. Considerando che quest'anno è arrivata la USB Type-C, non possiamo che promuovere Fire HD 8 da questo punto di vista.

Caratteristiche tecniche

Amazon Fire HD 8 monta un processore quad-core MediaTek MT8168 operante alla frequenza massima di 2,0 GHz, affiancato da una GPU ARM Mali-G52, 2GB di RAM e 32GB di memoria interna (espandibili tramite microSD fino a 1TB). Le prestazioni non sono di certo le migliori disponibili sul mercato, ma non fatevi ingannare dalla scheda tecnica: l'azienda statunitense sa lavorare egregiamente a livello software, facendo funzionare bene un po' tutte le app disponibili su Amazon AppStore.
Lo schermo è un IPS da 8 pollici con risoluzione HD (1200 x 800 pixel). Le mere specifiche "mentono" anche qui: in realtà, se contestualizzato nella fascia bassa del mondo tablet, stiamo parlando di un pannello molto valido. La luminosità massima è ottima e i colori sono ben bilanciati: il pannello "soffre" un po' solamente sotto la luce del sole, ma stiamo parlando di un tablet Wi-Fi da utilizzare principalmente in ambienti chiusi.

Tra l'altro, non c'è nessun problema di visualizzazione a livello di contenuti multimediali, dato che l'aspect ratio è un classico 16:9, sono disponibili tutti i principali servizi di streaming video (YouTube funziona in versione "sito Web"). L'utente medio a cui è rivolto il dispositivo apprezzerà sicuramente questo pannello.

Analizziamo rapidamente anche il comparto fotografico di Amazon Fire HD 8, nonostante in realtà non sia poi così importante in un tablet low cost. Troviamo una fotocamera anteriore e una posteriore da 2MP, in grado di registrare video fino alla risoluzione 720p.
C'è ben poco da dire: la qualità delle foto è appena sufficiente e forse non utilizzeremmo il risultato finale nemmeno per i social, ma come abbiamo detto non è un dispositivo pensato per fare foto. In ogni caso, siamo su livelli discreti per chi utilizza il tablet ogni tanto per fare qualche videochiamata.

Amazon dichiara fino a 12 ore di utilizzo continuativo. Durante la nostra prova, siamo arrivati spesso a circa due giorni interi, un po' come avviene per molti tablet che abbiamo provato nell'ultimo periodo. Insomma, l'autonomia è buona: peccato solamente per la ricarica a 5W, che richiede quasi 5 ore per portare Amazon Fire HD 8 dallo 0% al 100%. In realtà, il tablet supporterebbe anche la ricarica fino a 15W, ma in quel caso è necessario acquistare un cavo USB Type-C/Type-C e un caricabatterie, venduti separatamente.
Da non sottovalutare il comparto connettività, dove troviamo il supporto al Bluetooth 5.0 e al Wi-Fi 802.11 a/b/g/n/ac dual band. Non male anche l'audio, con doppio altoparlante stereo, una chicca che difficilmente si trova in questa fascia di prezzo.

Software

La gamma Fire è un mondo a parte rispetto agli altri tablet Android a livello software. La definizione più corretta del sistema operativo FireOS, giunto alla versione 7.3.1.4, è probabilmente "Amazon-oriented". Infatti, tutto ruota attorno all'account Amazon. Lo si nota già al primo avvio, quando si arriva alla schermata principale del tablet. La home page è suddivisa in sezioni: Per te, Home, Libri, Video, Giochi e app, Acquista e Musica.
Tutte le schermate sono contestualizzate in base agli interessi dell'utente e consentono, ad esempio, di effettuare rapidamente acquisti, trovare i propri libri preferiti o usufruire delle miriadi di possibilità garantite dall'abbonamento ad Amazon Prime. Insomma, l'azienda di Jeff Bezos ha creato un suo ecosistema molto interessante.

Si tratta sicuramente di una soluzione che può non piacere a tutti, ma è indubbio che Amazon sia riuscita ad ottimizzare al meglio la sua personalizzazione software per tablet low cost, dando vita ad un'esperienza d'uso che può accontentare coloro vogliono guardare film e serie TV in streaming, giocare a qualche titolo casual, navigare sui social network e portare a termine le classiche operazioni quotidiane che si effettuano solitamente con un tablet.
Il sistema operativo è sempre fluido, nonostante l'hardware di fascia bassa, e vi assicuriamo che questo è un punto a favore molto importante. In passato, i tablet Android sotto i 100 euro faticavano persino ad aprire determinate applicazioni, grazie a soluzioni come quella di Amazon oggi non è più così.

Il sistema operativo è basato su Android 9 Pie, ma sono assenti i servizi Google. Questo significa che per scaricare le app è necessario affidarsi ad Amazon AppStore, store ufficiale preinstallato che copre un po' tutte le esigenze (tranne le app bancarie e i classici software mancanti). Nel caso non si riescano proprio a trovare alcune app, è possibile affidarsi a soluzioni di terze parti come APK Pure o APK Mirror. Per maggiori informazioni, vi consigliamo di consultare questo approfondimento dedicato agli store di terze parti.
Amazon ha chiaramente pensato il suo store per i propri tablet e quindi molte app popolari sono disponibili e completamente funzionanti, da Disney+ a Netflix, passando per Skype, Spotify, Facebook, Instagram e Facebook Messenger, giusto per citare alcuni software molto utilizzati. Ovviamente, non mancano le app dei servizi di proprietà della stessa Amazon, da Prime Video a Twitch. Inoltre, è possibile scaricare un'app di YouTube che fa essenzialmente da scorciatoia per il sito Web mobile, ma lo apre al di fuori del browser. Insomma, i software disponibili sono in grado di soddisfare la maggior parte degli utenti.

Dal nostro punto di vista, la soluzione dell'azienda statunitense è ottima nonostante l'assenza dei servizi Google. Un aspetto che vale la pena affrontare è quello relativo alle due versioni del tablet, con offerte speciali e senza. La prima dispone di alcune pubblicità che compaiono nella lockscreen (la schermata di blocco schermo).
Gli ads non sono per niente fastidiosi e scegliendo questa versione è possibile risparmiare un po' sul prezzo di acquisto del tablet. Tuttavia, se proprio non li volete, è possibile spendere 15 euro in più per portarsi a casa la versione senza offerte speciali.

Per quanto riguarda l'evoluzione di FireOS, il software è stato affinato a livello di design sotto diversi punti di vista rispetto all'Amazon Fire 7 del 2017 che utilizziamo ancora oggi come secondo dispositivo. Tuttavia, le funzionalità sono rimaste più o meno invariate, salvo qualche miglioramento qua e là. Oggi FireOS è una personalizzazione solida, pensata per semplificare la vita all'utente medio che punta alla fascia bassa del mercato.
Amazon ha continuato ad aggiornare questo tablet dal 2017 a oggi con un ritmo più o meno regolare, rilasciando update principalmente di sicurezza. Per farvi degli esempi concreti, sotto i 100 euro ci sono molti tablet che escono oggi con Android 8.1 e che non vengono nemmeno aggiornati. In questo contesto, capite bene che il supporto di Amazon è ottimo, dato che il nuovo Fire HD 8 2020 dispone già di una versione di FireOS basata su Android 9 Pie e, se tutto andrà come abbiamo visto in passato, magari riceverà anche l'update ad una major release di Android superiore nel corso del suo periodo di supporto.

Gaming

Per testare come si deve Amazon Fire HD 8 in campo gaming abbiamo scelto alcuni tra i titoli più famosi disponibili direttamente sull'Amazon AppStore: PUBG Mobile e Subway Surf.

PUBG Mobile gira come si deve con dettagli su "Balanced" e frame rate su "High". Salendo con i dettagli, si iniziano a notare cali qua e là. Subway Surf funziona invece alla perfezione, ma parliamo di un gioco poco esoso in termini di risorse.
Tra l'altro, FireOS dispone di una modalità gioco che ottimizza le prestazioni, nasconde le notifiche e disattiva le funzionalità legate ad Alexa mentre si sta giocando. Insomma, Fire HD 8 è un tablet che consente di fare qualche partita ogni tanto a qualche titolo casual, senza troppe pretese.

Amazon Fire HD 8 Amazon Fire HD 8 è un tablet di fascia bassa che rientra in un mondo a parte rispetto agli altri dispositivi Android. La società di Jeff Bezos ha creato una propria personalizzazione software, che, pur mancando dei servizi Google, è in grado di svolgere bene praticamente tutte le classiche operazioni che l'utente medio effettua con un dispositivo di questo tipo. L'hardware non è dei migliori, ma l'ottimizzazione consente di sfruttarlo al massimo delle sue possibilità, garantendo delle buone prestazioni. A queste ultime si aggiungono un ottimo schermo (seppur con risoluzione HD), una buona autonomia, un comparto audio con doppio altoparlante e un supporto software migliore rispetto alla maggior parte delle altre soluzioni low cost. Peccato solamente per una ricarica non delle più rapide e qualche altra sbavatura (scocca in plastica, niente Face Unlock). In ogni caso, per 99 euro è decisamente difficile trovare di meglio.

8.3