Amazon Kindle 2019 Recensione: la sovrailluminazione fa la differenza

Amazon ha aggiornato il modello più economico di Kindle, aggiungendo la sovrailluminazione per poter leggere al buio.

recensione Amazon Kindle 2019 Recensione: la sovrailluminazione fa la differenza
Articolo a cura di

Nel 2012 Amazon portò in Italia il Kindle 4, un e-book reader con schermo e-ink dal costo contenuto. Proprio il prezzo ha determinato il successo di questo dispositivo, che aveva un compito non semplice: convincere i grandi lettori che leggere su uno schermo non penalizza l'esperienza. La cara vecchia carta stampata era, e probabilmente lo è tutt'ora, preferita a quella digitale, ma il Kindle è riuscito nel suo scopo. Oggi la lettura su schermo è sempre più diffusa, quella su carta è ancora viva e vegeta, ed un bene, ma entrambe condividono un vasto bacino di utenti.
Non va poi dimenticato che il Kindle aveva anche un altro scopo: aprire le porte dell'ecosistema di lettura Amazon a tutti. Non è un caso che il prezzo di questo dispositivo fosse così basso, il colosso americano non voleva fare profitto sull'hardware, ma sulla vendita di libri. Oggi, nel 2019, Amazon ha aggiornato il suo ebook reader entry level alla nona edizione, con delle novità piuttosto importanti, prima fra tutte la sovrailluminazione.

Design

Con un prezzo di 79 Euro Amazon ha deciso di mantenere la massima semplicità possibile con il suo lettore più basilare. Visto frontalmente si notano le spesse cornici e il display, non a filo con la scocca, un modo semplice per limare i costi senza pesare troppo sull'impatto visivo. Stessa cosa sul retro, dove è presente il logo Amazon e poco altro. La scocca è realizzata in plastica opaca ed offre una buona presa e zero ditate, il policarbonato rimane sempre pulito e in ordine nella sua versione nera mentre il sample che abbiamo utilizzato per la prova è di colore bianco e tende a sporcarsi di più. Gli unici elementi degni di nota nella scocca si trovano tutti nel bordo inferiore, dove sono collocati il tasto di accensione e la presa di ricarica Micro USB. Purtroppo Amazon non ha scelto la USB Type C, altro elemento sacrificato sull'altare dei costi: vista la sua diffusione sempre maggiore avrebbe evitato di avere in giro un cavo dedicato solo al Kindle.

Per quanto riguarda l'ergonomia, le dimensioni di 160 x 113 x 8,7 mm e il peso di 174 g sono perfette per un ebook reader da portare sempre con sé, nello zaino o in una borsetta. Si può leggere in modo continuativo senza problemi anche per ore senza sentirne il peso. Peccato solo per l'abbandono dei tasti fisici laterali, avvenuto già tempo nei precedenti modelli, che permettevano di voltare pagina senza interagire con lo schermo. Una semplice questione di abitudine sia chiaro, anche con il touch screen non ci sono problemi. Avremmo però apprezzato la possibilità di personalizzare le zone del touch da toccare per il cambio di pagina: in questo modo in base alle preferenze dell'utilizzatore si agevola il processo di lettura.

Uno schermo per leggere al buio

Il display e-ink utilizzato nel Kindle 2019 è da 6 pollici e offre in tutto 167 PPI. Come anticipato la vera novità è l'introduzione della sovrailluminazione, che consente di leggere anche al buio. Un'aggiunta assolutamente necessaria e che dona la massima libertà di utilizzo agli utenti. In tutto ci sono quattro led per 24 livelli di intensità totali. Nei modelli superiori la risoluzione è più alta e anche l'illuminazione è più precisa e omogenea, tuttavia l'introduzione dei led rimane una novità importante in questa fascia di prezzo. All'interno sono disponibili in tutto 4 GB di memoria, quanto basta per scaricare tonnellate di libri. Le connessioni wireless disponibili comprendono il Wi-Fi e il Bluetooth, non serve altro del resto.

Una buona esperienza a un prezzo interessante

Il Kindle non eccelle davvero in nessuna delle sue componenti, del resto il suo scopo non è questo. Amazon lo utilizza come prodotto d'aggancio per il suo ecosistema, un modo per offrire una buona esperienza d'uso a un prezzo vantaggioso. L'utilizzo è legato a stretto giro ai contenuti in vendita su Amazon, come confermato dai formati supportati, tra cui troviamo AZW, AZE3, MOBI, TXT, DOC, PDF e HTML.
L'esperienza di lettura non è diversa dal passato finché si sta in un ambiente illuminato, è al buio che il Kindle 2019 mostra la sua utilità. Manca il sensore della luminosità ambientale per cui la sovrailluminazione va regolata manualmente: si fa con pochi tap e anche al massimo non mostra particolari difformità nella sua diffusione sul pannello, ma un sistema automatico di gestione della luce rimane preferibile. Certo un occhio attento riuscirà a vedere esattamente dove si trovano i led, ma non infastidiscono durante la lettura. Per risparmiare batteria i led possono anche essere spenti, basta portare il selettore manuale sullo zero per ottenere una resa identica a quella del precedente modello.

Sempre a proposito dello schermo da segnalare l'ottima resa all'aperto, dove i riflessi ci sono ma sono davvero minimi. Pur non avendo aggiornato il pannello, sovrailluminazione a parte, rispetto al suo predecessore non si sente troppo la mancanza di una risoluzione superiore, mentre sul fronte software non ci sono praticamente differenze rispetto al Kindle Paperwhite.

Dalla dimensione dei font ai margini tutto è gestibile in pochi semplici passaggi, mentre i dizionari danno una marcia in più quando si leggono libri in lingua straniera, facilitando la comprensione di parole o anche frasi ostiche da tradurre. Rimane invece inutilizzabile il browser web, disponibile in via sperimentale da molti anni ma il cui utilizzo non è migliorato molto nel tempo: meglio usare un altro dispositivo per questo scopo, ma non è affatto un problema perchè il Kindle non è pensato per questo.
Per quanto riguarda l'autonomia molto dipende dall'utilizzo del sistema di illuminazione dello schermo e dalle ore di lettura giornaliere, siamo comunque su livelli molto alti: con una ricarica si superano tranquillamente le due settimane, ma si può andare anche oltre se non lo si utilizza ogni giorno.

Amazon Kindle (2019) Prendete il caro "vecchio" Kindle e immaginatelo con la sovrailluminazione, ecco che avrete il Kindle 2019. In effetti, al precedente modello mancava solo questo per completare un prodotto basilare ma che offre comunque un'esperienza di lettura degna di nota. La semplicità è alla base della fortuna di questo Kindle e Amazon è stata brava a non snaturarla. Certo i modelli superiori hanno una sovrailluminazione migliore e una risoluzione più elevata, ma anche questo entry level si comporta bene. Il prezzo di 79.99€ con contenuti pubblicitari e di 89.99€ per la versione priva di questi fa dimenticare presto le mancanze a livello tecnico, presenti ma giustificate da un costo davvero alla portata di tutti.

8