AMD Ryzen 2500X e Ryzen 2300X: diffuse per errore le specifiche delle CPU di AMD

Sul web sono trapelate le specifiche complete delle prossime CPU di AMD di fascia medio-bassa, in arrivo prossimamente sul mercato.

recensione AMD Ryzen 2500X e Ryzen 2300X: diffuse per errore le specifiche delle CPU di AMD
Articolo a cura di

I leak hanno colpito anche AMD. Questa volta però, non è stato un sito internet a svelare informazioni ancora segrete, ma Lenovo, che ha inserito i nuovi processori nella pagina dei mini PC ThinkCentre. Un caso più unico che raro questo, e che da una conferma solida alle specifiche trapelate. I prossimi AMD Ryzen 5 2500X e Ryzen 3 2300X sono quindi praticamente ufficiali, anche se la casa americana non ha confermato quanto emerso negli ultimi giorni. In attesa dell'annuncio di AMD, scopriamo quali sono le caratteristiche delle nuove CPU.

Una lineup completa

L'attuale gamma di processori Ryzen è già piuttosto variegata, ma livellata verso l'alto nei prezzi. Con l'arrivo della nuova generazione di CPU Ryzen di quest'anno, AMD ha preferito partire dalla fascia alta, con i modelli Ryzen 7 2700X e 2700, passando poi ai Ryzen 5 2600X e 2600. Abbiamo però anche le APU Ryzen 5 2400G e Ryzen 3 2200G, ma mancano ancora i processori di fascia bassa, un'assenza che verrà colmata appunto con i Ryzen 5 2500X e Ryzen 3 2300X. La data di uscita non è ancora trapelata, ma dalle specifiche possiamo già farci un'idea delle prestazioni che caratterizzeranno questi prodotti. Il Ryzen 5 2500X è una CPU con 4 Core e 8 Thread, grazie al Simultaneous Multithreading, con frequenze di clock da 3.6 a 4 GHz e un TDP di 65W. Il prezzo stimato per questo processore è di 189$. Interessante osservare come, rispetto al Ryzen 5 2600, le frequenze di clock sono leggermente più elevate, soprattutto quella base (3.6 contro 3.4), mentre quella boost supera di 200 MHz quella del suo predecessore 1500X. Rispetto al Ryzen 2600 mancano però due core, ma in ambito gaming la loro mancanza non si sentirà più di tanto.
Il Ryzen 3 2300X invece offre sempre 4 core, ma in questo caso manca il Simultaneous Multithreading. La frequenza base è di 3.5 GHz, mentre quella boost è di 4.0 GHz, per un TDP di 65W e un prezzo di listino stimato a 129$. Rispetto al precedente Ryzen 1300X le frequenze sono più elevate, con un +300 MHz sul clock base e un +100 MHz in quello boost.
L'offerta di AMD diventerà quindi ancora più ricca nelle prossime settimane, l'unica perplessità riguarda i prezzi di listino, che vede diversi modelli in un range compreso tra i 180 e i 220 euro. Con un gap tanto risicato, è difficile consigliare qualcosa al di fuori del Ryzen 5 2600X, un processore dotato di un ottimo rapporto prezzo-prestazioni e che è già disponibile oggi sul mercato.

Diverso il discorso per il Ryzen 2300X, che va a collocarsi più in basso, distinguendosi così dalla concorrenza interna e candidandosi a best buy nel segmento entry level. A questo punto non resta altro che attendere le conferme ufficiali sulla data di uscita delle nuove CPU, per avere un quadro più completo della situazione.