Arlo Ultra 2 Spotlight Recensione: sorveglianza in 4K in tutta facilità

Il sistema di videocamere di sorveglianza Arlo è facilissimo da installare e funziona molto bene, anche se il prezzo non è per tutti.

Arlo Ultra 2 Spotlight Recensione: sorveglianza in 4K in tutta facilità
Articolo a cura di

Le videocamere di sorveglianza sono oggetti sempre più presenti nelle case. Il costo contenuto e la facilità di installazione le hanno rese popolari, ma l'offerta è talmente ampia che spesso è difficile capire quale prodotto scegliere. Tra le tante soluzioni presenti sul mercato Arlo Ultra 2 Spotlight è un kit da esterno che si distingue per la qualità costruttiva e di visione, oltre che per la facilità nell'installazione, davvero alla portata di tutti.
A livello tecnologico è difficile trovare delle pecche alla proposta di Arlo, tutto un altro discorso riguarda il fattore prezzo, che per questo kit arriva a 899 euro di listino, a cui va aggiunto l'abbonamento mensile per poter sfruttare delle funzionalità che sono spesso disponibili gratis su prodotti di fascia nettamente più bassa. Insomma, Arlo Ultra 2 Spotlight non è per tutti i portafogli, ma resta il fatto che il suo utilizzo ci ha piacevolmente colpito.

Qualità costruttiva elevata e facile da installare

Il kit Arlo Ultra 2 Spotlight è in vendita in una confezione di dimensioni contenute che offre tutto il necessario all'installazione. Oltre alle tre videocamere e all'hub a cui connetterle troviamo due supporti da muro magnetici e uno a vite, con una testa rotante per un migliore posizionamento della videocamera.

Abbiamo poi tre batterie per alimentare le cam, un caricatore con relativo cavo magnetico, un cavo di rete e infine viti e tasselli per il fissaggio a muro.
Il sistema di Arlo è pensato per essere installato anche dai neofiti e in effetti è così, non serve tirare cavi o rompere muri, tutto è gestibile anche dagli utenti meno esperti. Peccato solo per l'assenza di un manuale per l'installazione, che va recuperato manualmente su internet.

La prima cosa da fare quando si apre il kit è collegare l'hub al router tramite cavo di rete, la procedura è totalmente automatica non bisogna intervenire sui settaggi, a questo punto basta installare l'applicazione Arlo Secure sul telefono e lanciare la ricerca dell'hub, che viene trovato in pochi istanti.
Fatto questo si può iniziare a installare le videocamere, ricordatevi solo di caricarle prima di fissarle al muro. Per farlo bisogna premere il tasto al di sotto delle videocamere, che apre il vano interno in cui installare la batteria, per poi utilizzare il cavo di ricarica magnetico.

La procedura di ricarica richiede diverse ore, già a questo punto ci si rende conto che un caricabatterie esterno può fare comodo, Arlo ne vende uno che può caricare due batterie contemporaneamente, peccato sia un optional.

L'applicazione riconosce le videocamere in modo molto semplice, il motivo è che queste vengono connesse direttamente all'hub (tramite Wi-Fi a 2.4 o a 5 GHz), non alla rete Wi-Fi di casa. La semplicità nell'installazione ne giova, un po' meno la copertura del segnale. Ad esempio, in una casa indipendente su due piani, piazzando l'hub al piano superiore il rischio che le cam prendano poco il segnale in alcune zone è elevato. Se le videocamere fossero state connesse alla rete domestica un sistema mesh avrebbe evitato il problema, ma l'installazione sarebbe stata più difficoltosa.

Prima di piazzare i supporti delle cam meglio quindi verificare, con videocamere alla mano, che il luogo scelto non sia solo funzionale per le riprese ma anche per la copertura del segnale dell'hub. Altro fattore da tenere in considerazione quando si installano le videocamere è la possibilità che vengano rubate, bastano pochi istanti per staccarle dalla loro sede. Qui i limiti dell'alimentazione a batteria vengono a galla, Arlo afferma che possono durare fino a 6 mesi ma tutto dipende da quanto si utilizzano e dalla quantità di attivazioni automatiche giornaliere.

Ad ogni modo, a intervalli regolari le cam vanno ricaricate, per cui vanno installate in luoghi accessibili, che le rendono possibile preda di malintenzionati.
Ricapitolando, per l'installazione basta collegare l'hub alla rete, caricare le batterie delle cam e connetterle all'applicazione, infine fissarle nei punti desiderati, niente di più semplice.
A proposito delle videocamere, la qualità costruttiva è fuori discussione, anche solo il peso, notevole, dà subito una netta sensazione di solidità, confermata dalla resistenza all'acqua. In un clima che anche in Italia porta le temperature a livelli estremi e bene sapere il sistema funziona dai -20 ai +45 gradi, fate attenzione quindi agli ambienti troppo freddi e troppo caldi.

Cosa si può fare senza l'abbonamento?

Come abbiamo visto il kit Ultra 2 Spotlight funziona grazie al suo hub, in cui vengono convogliati tutti i flussi video, che possono essere salvati su una MicroSD da installare nell'hub stesso oppure nel cloud, se si acquista uno dei piani in abbonamento proposti da Arlo. Le videocamere hanno un sensore principale da 8 Megapixel con capacità di registrare in 4K e un campo visivo fino a 180 gradi.

Le cam integrano diverse funzionalità, troviamo infatti la visione notturna, un faretto LED che si attiva quando viene rilevato un movimento di notte e infine una sirena, attivabile manualmente oppure quando la cam rileva un soggetto in movimento nell'area di ripresa. A differenza di altri prodotti le Ultra 2 Spotlight offrono un pacchetto completo di tutto, spesso manca la sirena o il faretto, qui c'è tutto quello che serve a una telecamera smart di sorveglianza.
Abbiamo provato il kit per più di un e siamo rimasti molto soddisfatti dal suo funzionamento, sia per la qualità di ripresa che per le funzioni messe a disposizione. Il campo visivo di 180 gradi è una vera manna dal cielo, perché permette di coprire aree di dimensioni notevoli con un solo dispositivo. La qualità video è elevata, in 4K è possibile zoomare senza problemi le immagini, sempre molto definite di giorno e funzionali la notte, quando la visione notturna entra in gioco.

Lo streaming in diretta in 4K è disponibile solo su due cam, il resto viene salvato sul cloud o sulla scheda SD nell'hub (non inclusa nella confezione). La presenza del faretto è utile non solo ai fini della sorveglianza, ma anche per fare luce in zone della casa in cui spesso non si hanno a disposizione altre fonti luminose, mentre la sirena svolge il suo compito quando chiamata in causa.

Tutto viene gestito dall'applicazione Arlo Secure, curata e ben tradotta, a differenza di quanto avviene con molte cam economiche. Le impostazioni permettono di scegliere il campo visivo delle videocamere, a scelta tra 180, 155 e 120 gradi, così come la risoluzione, ferma al 1080p se non si sottoscrive un abbonamento Arlo Secure, ma che può arrivare fino al 4K pagando la quota mensile. Sempre dall'app si può attivare una funzione che zooma su un soggetto in movimento quando rilevato, oppure scegliere diversi profili di funzionamento per cercare di limitare il consumo di batteria. C'è poi una sezione che permette di attivare il monitoraggio in base a specifici parametri, ad esempio è possibile accenderlo o spegnerlo in funzione dell'orario, oppure utilizzando il Geofacing. Quest'ultimo utilizza il GPS del proprio smartphone per capire se c'è qualcuno in casa, in caso contrario attiva il monitoraggio.
Il rilevamento dei soggetti in movimento funziona alla perfezione, una volta entrati nel campo visivo della videocamera bastano poco meno di tre secondi per vedere una notifica sul proprio telefono che segnala l'intrusione.

L'abbonamento è fondamentale? Probabilmente si

Una delle note dolenti dell'offerta Arlo è la quantità di funzioni disponibili solo tramite abbonamento mensile. Non stiamo parlando di opzioni destinate a pochi esperti, ma di tutta la parte legata all'IA e al riconoscimento delle aree e dei soggetti. Ma andiamo con ordine, Arlo propone due piani in abbonamento, Secure e Secure Plus.

Secure include la possibilità di utilizzare la risoluzione 2K e la registrazione dei video su cloud per 30 giorni. Abbiamo poi le notifiche interattive, per accedere alla funzioni delle cam direttamente nella schermata di blocco, la chiamata d'emergenza a un numero preimpostato e la sostituzione delle cam in caso di furto. In aggiunta a questo mette a disposizione tutte le funzioni legate all'IA, alcune di queste molto importanti, come il rilevamento in base alle zone in cui ci sono attività. Grazie ad essa si possono selezionare delle porzioni di immagine in cui attivare il rilevamento, tagliandone fuori altre.

Considerato il campo visivo molto ampio questa opzione è fondamentale per tarare al meglio il lavoro delle videocamere e per abbattere il numero di notifiche giornaliere. Un esempio: se una delle vostre cam affaccia su una strada, in assenza di abbonamento verranno rilevate tutte le automobili di passaggio.

L'abbonamento Secure dà accesso anche al rilevamento dei soggetti: il sistema è in grado di riconoscere persone, animali, veicoli e pacchi, tagliandoli fuori dalle notifiche se lo si desidera. Il costo per avere accesso a queste funzioni è di 2.99€ al mese, che diventano 9.99€ se si ha più di una cam. Il piano Secure Plus aggiunge la risoluzione 4K e il salvataggio dei video per 60 giorni sul cloud, oltre a una garanzia aggiuntiva, portando il costo a 14.99 euro al mese.
Avremmo preferito che il riconoscimento dei soggetti, o almeno il semplice rilevamento a zone, fosse disponibile senza abbonamento, considerato il costo elevato del kit e la presenza di funzioni simili in altri prodotti dal prezzo nettamente più basso. Tutte queste opzioni lavorano in modo eccellente, i soggetti vengono regolarmente riconosciuti, dalle auto agli animali, mentre le aree di rilevamento fanno il loro lavoro per ridurre al minimo le notifiche indesiderate. Arlo Ultra 2 Spotlight è un kit per la sorveglianza completo, flessibile e facile da usare, è davvero difficile trovargli un punto debole, a patto di utilizzare appieno le sue possibilità tramite gli abbonamenti opzionali.

Arlo Ultra 2 Spotlight Il kit Ultra 2 Spotlight mantiene tutte le aspettative. Al massimo del suo potenziale non ci sono praticamente punti deboli, se non quelli intrinsechi di un sistema di questo tipo, come la possibilità che le cam vengano rubate. Il kit è semplicissimo da installare e da utilizzare ma allo stesso tempo molto versatile e di qualità, caratteristiche che lo collocano, a pieno diritto, nella fascia alta del mercato. Non abbiamo nulla di cui lamentarci a livello tecnico, l’unico elemento che stona sono alcune delle funzioni disponibili solo a pagamento, prima fra tutte la rilevazione a zone, che avrebbero dovuto essere comprese nel prezzo a nostro avviso. Ad ogni modo, Arlo ha creato un ottimo sistema di sorveglianza smart, se potete permettervelo non ne rimarrete delusi.