Asus ROG Zephyrus Recensione: tanta potenza in pochissimo spazio

Asus ROG Zephyrus è un notebook che inserisce una GTX 1080 e una CPU i7 7700 HQ in una scocca dalle dimensioni estremamente ridotte.

recensione Asus ROG Zephyrus Recensione: tanta potenza in pochissimo spazio
Articolo a cura di

Il mercato PC punta sempre di più verso prodotti super-specializzati. A fronte di un settore che si contrae di anno in anno, il gaming non sembra subire questo trend, con numeri in crescita, trainati anche dal fenomeno eSport, e margini decisamente buoni per le aziende tech. Dai monitor ai mouse, passando per tastiere, GPU e tutti gli accessori oggi in commercio, stiamo assistendo all'arrivo di decine di nuovi prodotti ogni mese. Non mancano ovviamente i notebook tra questi, con le gaming machine che stanno diventando sempre più potenti. Finora però la potenza non è riuscita ad andare a braccetto con la portabilità. Finora. Perché i notebook con tecnologia Max-Q di NVIDIA hanno ribaltato le carte in tavole, portando sul mercato laptop sottilissimi ma anche molto potenti. Oggi vi parliamo dell'Asus ROG Zephyrus, una delle gaming machine Max-Q più interessanti arrivate in Italia. Con un prezzo di 3299€ siamo di fronte a una laptop da gioco che si fa pagare, ma le sue caratteristiche uniche possono davvero fare la differenza.

Pack di vendita

Asus ROG Zephyrus è ben riposto all'interno di un pack di vendita con apertura a scrigno, che una volta aperto mostra subito il portatile. Il bundle comprende i soliti libretti di istruzione e garanzia e un mouse Strix Impact. Troviamo poi un poggia polsi in materiale gommato morbido, un cacciavite per la rimozione della parte inferiore del laptop e ovviamente il carica batterie. Buona l'idea di inserire un mouse da gaming direttamente nella confezione, come anche quella di fornire in dotazione anche un il poggia polsi, che come vedremo è più di un semplice optional. Peccato che Asus non abbia previsto un modo per fissarlo meglio alla scocca, magari attraverso dei magneti, come si usa spesso anche nelle tastiere. Fortunatamente la gomma fornisce un grip molto elevato e non scivola mai dalla posizione ideale, nonostante sia solo appoggiata al bordo frontale del portatile. Per quanto riguarda il cacciavite fornito in dotazione invece, questo serve ad accedere al vano inferiore del notebook, favorendo così la pulizia, operazione molto semplice visto che basta togliere quattro viti. Se avete mai smontato un portatile sapete benissimo che spesso questa procedura è più complicata del previsto, ma non in questo caso. La rimozione del pannello inferiore da accesso esclusivamente al sistema di dissipazione interno, che occupa, insieme alla GPU, praticamente la metà della superficie superiore del notebook. Niente accesso alle memorie purtroppo.

Design

Se tornassimo indietro di qualche mese, un design come questo sarebbe semplicemente impossibile. Se si esclude il costosissimo Razer Blade Pro infatti, per vedere una GTX 1080 installata all'interno di un laptop bisognava rivolgersi per forza di cose a notebook di dimensioni decisamente superiori. ROG Zephyrus invece offre un hardware di altissimo livello all'interno di una scocca spessa solo 1.79 cm nel punto più largo, mentre le restanti misure sono di 37.9 cm di larghezza per 26.2 di altezza, con un peso di 2.25 Kg. Le dimensioni sono a dir poco impressionanti e mostrano come il progresso tecnologico abbia portato oggi alla realizzazione di macchine estremamente potenti e che occupano pochissimo spazio. Il peso rimane elevato se si guarda ai comuni Ultrabook, ma nel campo delle gaming machine siamo ben al di sotto della media, almeno dei laptop con GTX 1080.
Molto interessante anche il design scelto per questo Zephyrus, decisamente unico nel suo genere. I materiali sono di prima qualità, di fatto il notebook è completamente in metallo. Il coperchio mostra una doppia texture satinata, obliqua e verticale, e nella zona della cerniera lascia intravedere parte della scocca sottostante. L'unica concessione fatta in termini di aggressività è il logo ROG collocato proprio sul coperchio, per il resto abbiamo apprezzato molto la sobrietà scelta da Asus. La base del portatile mostra un piccolo bordino inciso a laser di colore Plasma Copper, tipico dei prodotti ROG, colore che viene ripreso anche dal bordo posteriore, che mostra due griglie di aerazione e il nome Zephyrus al centro. Il bordo laterale destro offre due porte USB 3.0, una USB 3.1 Type C e l'aggancio Kensington Lock. A sinistra invece, oltre a un'ulteriore presa d'aria, abbiamo anche l'uscita HDMI, altre due USB 3.0, jack per le cuffie e presa per l'alimentazione.
Una volta aperto il coperchio, ci si trova di fronte a un portatile molto particolare. La tastiera è internamente spostata in avanti, praticamente a filo con la scocca, ecco spiegata la presenza del poggia polsi. Il trackpad è collocato al posto del tastierino numerico e funziona egregiamente con Windows. Manca il tastierino numerico quindi, ma Asus è riuscita a inserirne uno "virtuale". Basta infatti premere un tasto sopra al trackpad e subito i tasti si disegnano sulla superficie prima occupata da esso, una soluzione intelligente e che provoca anche un piccolo effetto "wow" a chi la osserva per la prima volta. La divisione tra tastiera e componenti consente di preservare dal calore i tasti e quindi le dita, calore che tuttavia viene dissipato piuttosto bene, merito anche di un'altra scelta innovativa di Asus.

Grazie all'Active Aerodynamic System, il ROG Zephyrus apre letteralmente il case quando viene alzato il coperchio. Una volta aperto il notebook infatti la parte posteriore si solleva, nella zona dove sono collocati anche dei led, lasciando aperto lo chassis dove si trovano GPU e CPU. Secondo Asus grazie a questo stratagemma il flusso d'aria aumenta del 32% e la temperatura interna si abbassa del 20%. Merito anche delle due ventole e dei dissipatori passivi collocati in varie zone della scocca, a contatto con le componenti più calde.
Di buona qualità anche la tastiera, realizzata con ottimi materiali e dotata di illuminazione Aura, tasti con corsa di 1.4 mm e che sopportano circa 20 milioni di pressioni. Non manca nemmeno un sistema anti ghosting che permette di premere fino a 30 tasti contemporaneamente senza problemi. Al fianco della tastiera sono installati anche gli altoparlanti stereo, di cui parleremo meglio dopo.

Ergonomia

Prima di passare alle specifiche tecniche è bene puntualizzare quale sia la destinazione d'uso di questo laptop, particolare che si lega anche alla sua ergonomia. A differenza di altri modelli che adottano un design più tradizionale, e quindi anche dimensioni maggiori, lo spostamento della tastiera a filo della scocca non permette un utilizzo confortevole in mobilità. Un limite enorme, ma le gaming machine, per quanto potenti, non sono fatte per questo. Anche in presenza di una tastiera tradizionale, le dimensioni di questi notebook li rendono poco indicati per il gioco al di fuori delle mura domestiche. La limitata autonomia poi rende di fatto impossibile giocare senza il cavo di alimentazione, affermazione che vale tanto per lo Zephyrus quanto per tutte le altre gaming machine. Purtroppo, le attuali tecnologie non permettono di meglio, la potenza è arrivata, il design sottile anche, ma l'autonomia ancora latita.
Tornando all'ergonomia, utilizzare la tastiera senza un piano d'appoggio è molto scomodo, sia per scrivere che per giocare. Pensare di utilizzare i tasti con il laptop appoggiato sulle ginocchia è pura utopia, ma va detto che una macchina come lo Zephyrus nasce con uno scopo ben preciso: l'utilizzo domestico, in sostituzione di un PC o di una gaming machine, spesso troppo ingombrante per essere spostata con facilità. Non tutti sapranno comprendere la reale utilità di questo prodotto, ma va considerato che si tratta di un notebook destinato a una nicchia di mercato, non alla massa, una nicchia con ampie disponibilità economiche e con bisogni ben precisi in fatto di hardware da gioco.

Caratteristiche tecniche e software

Le specifiche tecniche del ROG Zephyrus sono semplicemente incredibili se rapportate alle sue dimensioni. Il notebook offre un display da 15.6" con risoluzione Full HD. Una scelta saggia quella di non andare su risoluzioni più elevate, aumentando molto la longevità del notebook e consentendo di sfruttare al meglio il pannello da 120 Hz. Pannello che copre per altro il 100% dello spazio di colore sRGB e che soprattutto include la tecnologia G-Sync di NVIDIA, sempre molto apprezzata. Sotto al cofano troviamo invece un processore Intel i7 7700 HQ con architettura Kaby Lake, che utilizza 4 Core e 8 Thread, con frequenze base e boost di 2.80 e 3.80 GHz. Troviamo poi una potente GPU NVIDIA GTX 1080 con 8 GB di RAM e design Max-Q. Cosa significa questo? Semplicemente che per ridurre il calore sprigionato dalla scheda sono state ridotte le frequenze operative, unico modo per consentire alla 1080 di funzionare senza un sistema di dissipazione di dimensioni maggiori. Abbiamo poi un disco NVMe da 512 GB e 16 GB di RAM DDR4 a 2400 Mhz (espandibile fino a 24 GB). Ricordiamo anche che all'interno è installato un ricevitore per il controller di Xbox, così da consentire una connessione senza fili senza il bisogno di adattatori wireless. La connettività comprende il Wi-Fi ac e Bluetooth. Come avrete capito, manca la porta di rete, una scelta dettata dallo spessore ridotto della scocca ma che in un notebook dedicato ai giocatori fa un po' storcere il naso.

300€ di sconto sull'acquisto del ROG Zephyrus

Con il codice sconto che trovate in fondo a questo box, potete acquistare il ROG Zephyrus dell'E-Shop Asus usufruendo di un taglio del prezzo di 300€.

Codice sconto: ROGZEPHYRUS
Link per l'acquisto: Asus E-Shop

Codice valido fino al 31/10 e/o esaurimento scorte

Passando al software, Asus ha personalizzato questa gaming machine con pochi programmi, non troviamo nemmeno un antivirus preinstallato. Perno dell'esperienza software è l'Asus Gaming Center, un hub da cui si possono vedere le statistiche di funzionamento del PC e accedere alla configurazione di diversi elementi del sistema, come la parte audio grazie Sonic Studio 2 e la retroilluminazione della tastiera, grazie al software Aura, non configurabile però per il singolo tasto ma solo in blocco, con milioni di colori differenti. Presente anche GameFirst IV, con cui decidere a quali pacchetti di rete dare la priorità.

Schermo, audio, benchmark e autonomia

Il ROG Zephyrus ha mostrato molte luci e qualche ombra finora, ma come si comporta nell'utilizzo quotidiano? Tanto per cominciare, le prestazioni generali sono quelle di un notebook di fascia alta, capace di far funzionare alla perfezione sia Windows che qualsivoglia software, da quelli più semplici a quelli che richiedono più risorse. Lo schermo offre una buona resa cromatica e la risoluzione è perfetta per questa diagonale, soprattutto se si pensa che in questo modo si possono sfruttare appieno i 120 Hz del pannello. Grazie alla GTX 1080 superare i 60 fps è piuttosto frequente e a giovarne è la velocità e la fluidità di gioco, che può contare anche sull'ottimo G-Sync di NVIDIA. Sorprendente invece l'audio sprigionato dai due speaker, carente nelle tonalità basse ma decisamente pulito nella resa. Quando si parla di casse la dimensione fa la differenza e la piccola scocca non faceva presupporre il meglio, ma ci siamo subito ricreduti. Sia chiaro, un notebook da gioco tradizionale stacca questo ROG nel campo audio, utilizzando però speaker di dimensioni maggiori.
Concludiamo con i benchmark, che confermano ottime prestazioni in-game nonostante le frequenze più basse della GPU rispetto alla sua controparte presente nei laptop tradizionali. Tutte le prove sono state fatte con i titoli al massimo del dettaglio, che non hanno fatto fatica a funzionare al di sopra dei 60 fps. Rise of the Tomb Raider ha funzionato a 101 fps, mentre Batman Arkham Knight ha toccato quota 116 frame al secondo medi. Metro: Last Light Redux ha mostrato a schermo 126 fps mentre Ghost Recon Wildlands 51 fps con dettagli ultra, unico titolo testato a non aver superato i 60 fps medi in-game.

Appare chiaro che la risoluzione Full HD sta stretta a questo notebook, che potrebbe essere utilizzato tranquillamente anche in coppia con un monitor esterno di risoluzione più elevata. Prestazioni di alto livello quindi, che però si notano anche nel consumo energetico. Senza alimentatore attaccato il notebook di Asus regge poco meno di due ore con utilizzo desktop, mentre giocando questo dato scende a poco più di un'ora. Valori che non lo rendono adatto al gioco in mobilità.

Asus ROG Zephyrus Asus ROG Zephyrus (e in generale la famiglia di notebook Max-Q di NVIDIA) è un prodotto molto particolare, che si colloca in una piccola nicchia di mercato, piccola anche per il mercato delle gaming machine. Il prezzo elevato lo rende un notebook per pochi eletti in cerca di un vero desktop replacement da portare sempre con sé, in grado di fornire prestazioni elevatissime sia nel gioco che nell’utilizzo quotidiano. In mobilità la tastiera a filo con la scocca non permette un utilizzo ottimale, e la presenza di un poggia polsi incluso nel bundle non fa altro che confermare questo fatto, ma una volta messa su un piano d’appoggio la tastiera torna ad essere perfettamente funzionale. L’assenza della porta di rete è una pecca non da poco a nostro avviso, un sacrificio fatto da Asus per risparmiare qualche millimetro ma che non condividiamo appieno. Come per ogni gaming machine inoltre, la batteria non regge le esigenze di un gamer, con tempi di gioco molto bassi senza spina inserita. Purtroppo, anche sommando pro e contro, dare un giudizio univoco su una macchina di questo tipo è praticamente impossibile, visto che è destinata a gamer dalle esigenze molto particolari. Chi viaggia molto e vuole sempre con sé un mostro di potenza pronto a far funzionare qualsiasi titolo al massimo troverà nello Zephyrus il compagno ideale, come anche chi è in cerca di una gaming machine da utilizzare in casa senza l’ingombro di notebook da gioco tradizionale. È in queste nicchie di mercato che si trova un senso alla proposta Asus, che pur non priva di difetti rimane una delle massime espressioni della tecnologia da gioco oggi disponibile su notebook.

8.5