Recensione Aukey Quick Charge 2.0

La tecnologia Quick Charge 2.0 permette di abbatere i tempi di ricarica degli smartphone con SoC Snapdragon di fascia alta. Ecco un caricabatterie economico e pienamento compatibile con lo standard Qualcomm.

recensione Aukey Quick Charge 2.0
Articolo a cura di

L'autonomia dei moderni smartphone rappresenta uno dei fattori che più influenza le scelte d'acquisto degli utenti. Purtroppo, il progresso tecnologico non è ancora riuscito a creare batterie abbastanza capienti da assicurare tempi di utilizzo prolungati a prezzi contenuti. Bisogna poi considerare le dimensioni, ragguardevoli nel caso dei modelli dall'alto amperaggio presenti sul mercato, che aumentano l'autonomia ma pongono forti limiti nella maneggevolezza del proprio device. Per questo, aziende come Qualcomm si sono concentrate, nell'ultimo periodo, principalmente sull'abbattimento dei tempi di ricarica, che devono essere il più brevi possibile, per consentire un utilizzo prolungato degli smartphone più performanti. Lo standard Quick Charge nasce proprio per questo e oggi è presente su diversi dispositivi, la cui lista aggiornata è disponibile a questo indirizzo. Per poter funzionare però, questa tecnologia necessita di un caricabatterie apposito, molto spesso non inserito all'interno delle confezioni vendita. Per gli utenti che desiderano caricare il proprio telefono in tempi brevissimi, in vendita è disponibile il caricabatterie Aukey Quick Charge 2.0, che offre la piena compatibilità con lo standard Qualcomm a circa 22,99€, anche se il prezzo d'acquisto scende spesso al di sotto dei 15€ grazie alle offerte.

Quick Charge 2.0

Il principio che sta alla base del funzionamento di questa tecnologia è molto semplice. Rispetto ad un caricabatterie standard, un modello compatibile con lo standard Quick Charge 2.0 è in grado di fornire molta più energia durante la ricarica, che deve essere gestita dallo smartphone in modo opportuno, pena la mancanza di benefici tangibili. Nella pratica, un dispositivo come l'Aukey Quick Charge 2.0 è compatibile con tutti gli smartphone in commercio, ma solo con quelli supportati si otterranno i benefici della ricarica rapida. Allo stato attuale, non sono poi molti i terminali ad integrarla, e comprendono diversi modelli dotati di SoC Snapdragon 801, 805 e 810, anche se dal sito Qualcomm nell'elenco figura anche un dispositivo con CPU Snapdragon 400, nello specifico l'HTC One Remix, uscito lo scorso anno in esclusiva per l'operatore Verizon negli Stati Uniti.
I benefici di questo standard sono comunque evidenti, visto che i dati forniti da Qualcomm mostrano come uno smartphone dotato di batteria da 3300 mAh possa ricaricarsi dallo 0 al 60% in mezz'ora, proprio come avviene in terminali come il Galaxy Note 4, che include un caricabatterie di questo tipo nella confezione d'acquisto.

Prova

Il caricabatterie proposto da Aukey è in grado di fornire tre differenti voltaggi (5V/2A, 9V/2A e 12V/1.5A), utili per ricaricare smartphone e tablet alla massima velocità. Per effettuare il test di ricarica, abbiamo fatto una prima prova con un Lumia 1520, dotato di CPU Snapdragon 800. Nella pagina ufficiale Qualcomm dedicata alla tecnologia Quick Charge 2.0 il processore Snapdragon 800 non compare tra quelli compatibili, mentre in quella dedicata alla CPU viene invece segnalata piena compatibilità. Purtroppo, ad avere la meglio è stata la pagina dedicata al Quick Charge 2.0, visto che non abbiamo notato alcun cambiamento rispetto al caricabatterie standard. Diverso il discorso utilizzando un Samsung Galaxy Note 4, fornito di serie di un caricabatterie Quick Charge 2.0. Il prodotto Aukey si ritrova alla pari con quello fornito in dotazione dall'azienda coreana, caricando il telefono in tempi impossibili per un comune caricabatterie.

Aukey Quick Charge 2.0 Aukey Quick Charge 2.0 è una buona alternativa ai caricabatterie ufficiali, utile se si vuole sfruttare la ricarica rapida in più luoghi, senza doversi portare dietro quello utilizzato in ufficio o in casa. Nel caso del Note 4 le prestazioni si sono rivelate le medesime rispetto alla controparte originale, il tutto però ad un prezzo decisamente conveniente e con una qualità costruttiva che non lascia davvero nulla al caso.