Avengers: Endgame, la recensione dell'Ultra HD Blu-Ray 4K

Disney porta in Italia un'interessante edizione home video in 4K di Avengers: Endgame, che include anche la versione Blu-Ray e un disco bonus.

recensione Avengers: Endgame, la recensione dell'Ultra HD Blu-Ray 4K
Articolo a cura di

Avengers: Endgame è stato un vero e proprio fenomeno di massa in questo 2019. Il film dei fratelli Russo ha battuto ogni record al box office, superando addirittura Avatar in cima alla classifica degli incassi maggiori di sempre al botteghino. Da qualche settimana è approdato anche nel mercato dell'home video, pronto a bissare il successo ottenuto al cinema.
L'edizione più interessante portata in Italia da Disney è sicuramente quella in Ultra HD Blu-Ray, che cerca di sfruttare le migliori tecnologie oggi disponibili. Ce la farà? Quasi, ma nonostante qualche piccola sbavatura la resa è comunque ottima e farà felici tutti i fan dell'universo Marvel muniti di un buon televisore.

Ottima qualità, ma si può ancora migliorare

Il budget a disposizione dei fratelli Russo per la realizzazione di Endgame era molto elevato. Non stupisce quindi che i mezzi tecnici utilizzati dai due registi fossero tra i migliori su piazza. Per le riprese sono state utilizzate delle cineprese Arri Alexa 65 IMAX, ottimizzate da IMAX per ottenere un aspect ratio adatto ai suoi cinema. Chi ha visto il film in una sala certificata IMAX ha potuto osservare il 26% di immagine in più rispetto ai formati tradizionali, merito del particolare aspect ratio 1.90:1, invece dei tradizionali 2.39:1. L'utilizzo di cineprese avanzate e del formato ARRIRAW per la memorizzazione del girato ha permesso di creare una sorgente a risoluzione 6.5K.
Non bastasse questo anche sul fronte audio non si è badato a spese, con il pieno supporto al Dolby Atmos al formato AURO 3D.

Insomma, una base di partenza ottima per creare un Ultra HD Blu-Ray tecnicamente ineccepibile. Il risultato finale è eccellente, come vedremo, ma poteva essere ancora superiore. Il master del film è stato infatti salvato in 2K e non in 4K: per realizzare questa edizione home video il segnale è stato quindi upscalato, una scelta obbligata vista la risoluzione del master.

L'aspect ratio è stato inoltre modificato in 2.39:1 rispetto a quello originale. Strana infine la scelta di non sfruttare alcuno standard avanzato per l'HDR: niente Dolby Vision o HDR10+, è stato scelto il più conservativo HDR10, che non permette di utilizzare i metadati dinamici.
Sul fronte audio invece, in questa versione italiana, non è presente una traccia in alta definizione e nemmeno il Dolby Atmos, utilizzabile solo passando all'inglese. A questo è stato preferito il Dolby Digital Plus 7.1, lo stesso formato disponibile nel Blu-Ray. Un vero peccato, soprattutto per un formato avanzato come l'Ultra HD Blu-Ray, pensato per gli appassionati che vogliono sfruttare al meglio il proprio impianto audio-video.

Un film spettacolare

Nonostante delle premesse non certo ottimali sul fronte video Avenger: Engame nella sua edizione in 4K rimane uno spettacolo per gli occhi. Il merito va soprattutto all'HDR, che anche in assenza di metadati dinamici riesce a dare una marcia in più rispetto all'edizione in Blu-Ray, molto più del 4K. Per la prova abbiamo utilizzato un televisore Panasonic OLED GZ950 calibrato, che ci ha permesso di sfruttare al massimo le potenzialità di questo Ultra HD Blu-Ray. A livello di definizione e pulizia generale dell'immagine è stato svolto un buon lavoro, che non fa gridare al miracolo ma comunque apprezzabile. Il master in 2K non permette molto margine di manovra in questo senso e in alcune scene si nota un leggero rumore di fondo, che tuttavia non rovina la resa finale.
Resa che mostra un buon contrasto e un dettaglio elevato nelle scene più scure, ma soprattutto dei picchi luminosi che, in corrispondenza delle esplosioni o delle scene in cui i superpoteri degli eroi scatenano tutta la loro energia, rendono giustizia all'HDR.

La vera domanda è cosa si sarebbe potuto ottenere con un master in 4K e i metadati dinamici, che avrebbero reso le immagini ancora più dettagliate e offerto un contrasto maggiore.

Sul fronte audio invece la traccia italiana mette a disposizione un posizionamento dei suoni ottimo ma una qualità finale solo discreta, basta alzare il volume per sentire la mancanza di un codec più evoluto rispetto al classico Dolby Digital. Ovviamente chi ascolterà il film dalle casse del televisore o attraverso una semplice soundbar non noterà grandi differenze, ma chi possiede un impianto audio di maggiore qualità andrà incontro a qualche limite.

Avengers: Endgame L’edizione Ultra HD Blu-Ray di Avengers: Endgame è certamente il modo migliore per vedere il film dei fratelli Russo al di fuori del cinema. Al netto di qualche limite tecnico, sia sul fronte video che in quello audio, questa versione 4K si vede bene, senza però spingere al massimo le tecnologie disponibili oggi nelle case. La differenza più grande rispetto all’edizione Blu-Ray la fa l’HDR, che da una spinta in più alle immagini, mentre il 4K, pur mostrando immagini più dettagliate, non rappresenta un salto così evidente dal 1080p. Insomma, da Avengers: Endgame ci aspettavamo il meglio e così non è stato, ma ciò non toglie che la resa finale rimane spettacolare.

8