B&W PX Recensione: cuffie wireless di fascia alta con riduzione del rumore

Da Bowers & Wilkins un raffinato modello di cuffie Bluetooth con aptx HD e ingresso USB, acquistabile a 399 euro.

recensione B&W PX Recensione: cuffie wireless di fascia alta con riduzione del rumore
INFORMAZIONI SCHEDA
Articolo a cura di

Dopo la prova delle Bowers & Wilkins P7, torniamo ad occuparci del brand inglese con la recensione delle cuffie PX. Si tratta di un elegante modello wireless che integra un avanzato sistema attivo di riduzione del rumore, controllabile tramite app dedicata. Un modello inoltre dalle elevate prestazioni e con una completa connettività che include Bluetooth 4.1 con aptX HD, un ingresso con jack da 3,5 mm ed una porta USB Type-C, utilizzabile non solo per ricaricare la batteria integrata, ma anche per veicolare l'audio da PC. Scopriamo nel dettaglio tutte le caratteristiche delle Bowers & Wilkins PX.

Design e specifiche tecniche

Le PX si presentano con un raffinato design ed una elevata qualità costruttiva, confermata da una struttura in alluminio e da un rivestimento in nylon per l'esterno dei padiglioni e dell'archetto, con la pelle utilizzata per la parti interne.
Cuffie, purtroppo, non ripiegabili che presentano sul lato destro due piccoli pulsanti per il controllo del volume, separati dal comando dedicato al controllo della riproduzione audio e per la gestione delle chiamate.
Qui è stato anche inserito il pulsante di alimentazione/Bluetooth e quello per l'attivazione del sistema di riduzione del rumore, controllabile anche tramite l'app dedicata che vedremo più avanti. Sempre in questa zona troviamo una porta USB-C, l'ingresso per un jack audio da 3,5 mm ed un led di stato che indica anche l'autonomia residua. Ricordiamo inoltre il peso di 335 grammi e le due varianti disponibili, quella grigia in prova e la versione con elementi oro e blu.

Occupiamoci ora delle caratteristiche tecniche delle Bowers & Wilkins PX, che ospitano trasduttori da 40 mm in posizione leggermente inclinata con una gamma di frequenze da 10 Hz a 20 Khz, un'impedenza di 22 ohm (passiva) ed una distorsione (THD) <0,3% (1kHz/10mW). Non dimentichiamo la batteria da 850 mAh e la connessione wireless Bluetooth 4.1 che supporta il codec aptX, anche nella variante HD. Infine la confezione che include una custodia morbida, un cavetto USB-C/USB-A e il cavo con jack da 3.5mm.

App dedicata e sistema di noise-cancelling

Le Bowers & Wilkins PX sono accompagnate dall'app dedicata B&W Headphones per dispositivi Android e iOS. Applicazione che consente il controllo completo della funzione di noise-cancelling, disponibile in tre livelli dall'intensità crescente: Città, Ufficio, Aereo. Scendendo nel dettaglio, il primo step, "Città", riduce leggermente i rumori ambientali, lasciando passare ad esempio i suoni del traffico, mentre l'opzione Aereo isola completamente dall'ambiente esterno. Ricordiamo inoltre che le PX offrono già un buon isolamento passivo grazie alla configurazione over-ear.
L'applicazione consente anche la gestione dei sensori di prossimità presenti nei padiglioni con tre livelli di sensibilità. Grazie ad essi è infatti possibile interrompere la riproduzione musicale sollevando un solo padiglione o togliendosi semplicemente le cuffie, per poi riprendere l'ascolto della musica quando le si indossa di nuovo. Inoltre se non si utilizzano le PX per qualche minuto, si attiva automaticamente la modalità stand-by, utile per risparmiare la batteria.
All'interno dell'applicazione è anche possibile regolare l'intervento del filtro dedicato solo alle voci, monitorare l'autonomia residua e aggiornare il firmware delle cuffie.

Prestazioni e prezzo

Concludiamo la prova delle Bowers & Wilkins PX con l'analisi delle prestazioni audio partendo dall'efficace sistema attivo di riduzione del rumore, in grado di adattarsi ai vari ambienti di utilizzo. L'isolamento è molto buono e i diversi livelli di intensità sono utili, soprattutto in strada, dove una cancellazione del rumore troppo intensa può creare situazioni pericolose, impedendo, ad esempio, di sentire i veicoli che sopraggiungono.
Occupiamoci ora delle performance audio, con un giudizio in generale positivo. Abbiamo testato queste cuffie con vari generi musicali e brani in streaming, mp3 e Flac, sfruttando le tre connessioni disponibili, ottenendo sempre ottimi risultati. Le PX sono in grado di esaltare ogni dettaglio dei vari brani, con un audio cristallino e ben bilanciato. Elevata la qualità su tutte le frequenze con bassi mai preponderanti. Ottimo il giudizio anche sulle voci, sempre naturali, sulle colonne sonore dei film e nei videogiochi con effetti audio (esplosioni, spari, ecc) di elevato livello. Nessun problema nel collegamento Bluetooth con smartphone e tablet e con la connessione via USB, che non richiede driver.

Positiva, infine, la valutazione del microfono durante le chiamate e sui sensori di prossimità; solo discreta, invece, l'ergonomia, con le PX che esercitano una pressione sulla testa superiore alla media, leggermente fastidiosa per chi indossa gli occhiali. Ricordiamo inoltre che non è possibile ascoltare questa cuffie, tramite collegamento analogico, quando sono scariche.
L'autonomia è pari a poco più di 20 ore, con il sistema di riduzione del rumore attivo, ed il prezzo di listino è di 399 euro.

B&W PX Da Bowers & Wilkins arriva un modello di cuffie dall’elevata qualità costruttiva e dalle ottime prestazioni. Le PX vantano anche un raffinato sistema di riduzione del rumore e tre diverse tipologie di connessioni con il supporto anche al codec aptX HD. Tra gli aspetti che non ci hanno convinto, l'ergonomia non perfetta, l’impossibilità di ripiegare le cuffie ed il prezzo un po' più alto della media.

8.5