Bose QuietComfort Earbuds Recensione: audio e noise cancelling al top

Gli auricolari wireless di Bose si distinguono per una qualità audio elevata e per una cancellazione del rumore molto efficace.

recensione Bose QuietComfort Earbuds Recensione: audio e noise cancelling al top
Articolo a cura di

Il panorama delle cuffie True Wireless è ormai pieno di alternative. La maggior parte si collocano nella fascia medio-bassa, mentre in quella alta sono le ottime Sony WF-1000XM3 e le AirPods Pro di Apple a fare da riferimento per la categoria. Si tratta di due prodotti davvero difficili da superare, da un lato Sony ha proposto degli auricolari con una cancellazione del rumore davvero efficace e un sound ben bilanciato, Apple invece offre anch'essa tanta qualità ma in più aggiunge una maggiore integrazione con lo smartphone (sempre che si utilizzi un iPhone). Insomma, è difficile competere con questi prodotti, ma Bose è riuscita appieno nell'intento.
Le QuietComfort Earbuds sono degli auricolari che non fanno rimpiangere l'elevata qualità dei concorrenti, riuscendo ad offrire una cancellazione dei suoni per lo meno allo stesso livello e un sound ancora più bilanciato, per un prodotto senza quasi punti deboli.

Design ed ergonomia

Le Bose QuietComfort Earbuds sono vendute all'interno di una confezione piuttosto minimale ed elegante, che fa capire subito di trovarsi di fronte a un prodotto di fascia alta. All'interno, oltre all'astuccio di ricarica e alle cuffie, si trovano diversi gommini sostitutivi per gli auricolari, di dimensioni differenti per adattargli a diverse tipologie di orecchie. C'è poi il cavo di ricarica e il classico manuale d'istruzioni.
Abbiamo scritto poco sopra che le Bose QuietComfort Earbuds non hanno praticamente punti deboli, in realtà ce ne sono tre: il primo sono le dimensioni dell'astuccio di ricarica. Rispetto alle Sony WF-1000XM3 la larghezza e l'altezza sono simili, ma lo spessore è più elevato. Anche la dimensione degli auricolari è piuttosto importante, se cercate un prodotto che non si noti sul viso meglio andare su un altro dispositivo. Le cuffie sono certificate IPX4, resistenti quindi a sudore o alle gocce.
Sia l'astuccio che gli auricolari sono realizzati in plastica di discreta qualità, niente che li distingua da altri modelli di fascia alta ma comunque commisurata al costo d'acquisto. L'astuccio è caratterizzato da 5 led posti frontalmente, che indicano la ricarica delle cuffie, e da una presa USB Type C posteriore per la ricarica, effettuabile anche senza fili con standard Qi.

Un pulsante permette l'apertura e l'accesso alle cuffie, che si accendono non appena sollevato il coperchio. All'interno si possono osservare un tasto per far partire il pairing con lo smartphone e i due auricolari, bloccati magneticamente all'interno dei loro slot di ricarica.
Gli auricolari hanno dimensioni piuttosto generose e un sistema di ancoraggio più complesso rispetto alle Sony WF-1000XM3. Una volta inseriti nell'orecchio vanno infatti ruotati leggermente, per consentire all'archetto di fissarsi meglio all'interno del padiglione auricolare. Il comfort è elevato, superiore a quello delle Sony, perché l'archetto permette di spingere meno l'auricolare all'interno dell'orecchio. Le cuffie integrano sulla scocca anche dei sensori a infrarossi, che gli permettono di capire quando sono indossate e quanto no: basta togliere un auricolare per vedere la riproduzione musicale fermarsi automaticamente.

Applicazione e esperienza d'ascolto

L'associazione tra auricolari e smartphone, nel nostro caso un iPhone 12 Pro, è semplice e avviene tramite Bluetooth 5.1 con codec AAC e SBC, ma potrebbe esserlo ancora di più. Sull'App Store infatti sono presenti diverse applicazioni Bose, che possono generare confusione. Abbiamo infatti scaricato, in prima battuta, l'applicazione Bose Connect, che ci ha poi rimandato all'app Bose Music, quella corretta per l'utilizzo delle QuietComfort Earbuds. Le cuffie funzionano anche senza app, ma in questo caso si perde l'accesso alle impostazioni, che sono importanti per gestirle al meglio. Dal software si può infatti scegliere l'intensità della cancellazione del rumore e impostare tre preset per regolarla rapidamente tramite un doppio tap sull'auricolare sinistro.

Sempre da qui si possono gestire diversi sorgenti, le cuffie supportano un solo dispositivo connesso alla volta, ma in questo modo si può cambiare quando se ne ha bisogno. Rimanendo in tema di gesture touch è presente una sezione "Scelta Rapida", con cui poter sfruttare la pressione prolungata sull'auricolare sinistro per mandare avanti un brano o essere avvisati sul livello della batteria.

Le altre opzioni comprendono la gestione del rilevamento automatico di utilizzo delle cuffie, ad esempio si può abilitare/disabilitare la pausa automatica alla rimozione degli auricolari dall'orecchio, oppure lo spegnimento della riduzione del rumore quando si indossa un solo auricolare. È possibile poi associare un assistente vocale, Siri nel nostro caso, oppure leggere le istruzioni di utilizzo, utili per comprendere i pochi comando touch disponibili.

I controlli touch sono il secondo punto debole del prodotto, a causa di una rilevazione dei comandi non sempre precisa e per il numero limitato di funzioni associate ad essi.
Dove invece la Bose QuietComfort Earbuds non temono nessuno è nella qualità audio e nella cancellazione del rumore. L'esperienza di Bose in questo campo si vede tutta, il sound è molto equilibrato, dalle frequenze medie a quelle alte, fino ai bassi, mai troppo invasivi. Il suono è più naturale anche rispetto alle ottime WF-1000XM3, dove i bassi sono più presenti. Sotto questo fronte possiamo dire che le QuietComfort Earbuds se la giocano alla pari con le Sony, ma con un suono ancora più flat. La qualità è eccellente anche in chiamata, con la voce dell'interlocutore sempre chiara, come anche quella proveniente dal microfono.

La cancellazione del rumore è anch'essa molto efficace e non va a impattare sulla qualità audio. Siamo sugli stessi livelli delle Sony WF-1000XM3, tutti i suoni bassi costanti vengono tagliati, ma anche le voci vengono ridotte in modo consistente.
L'autonomia consente circa 18 ore di ascolto, un buon valore ma comunque inferiore ad altri modelli top di gamma. Con la prossima edizione Bose dobrà migliorarla per rimanere al pari dei concorrenti.

Bose QuietComfort Earbuds Le Bose QuietComfort Earbuds sono tra le migliori cuffie True Wireless che abbiamo provato. Il sound equilibrato e l’ottima cancellazione del rumore le pongono ai vertici della categoria, rimangono invece da migliorare l’autonomia, i comandi touch e le dimensioni dell’astuccio di ricarica. Nel complesso si tratta comunque di una valida alternativa alle WF-1000XM3, già solo questo rende chiaro la qualità di questo prodotto. A questo punto arriviamo al terzo problema di questi auricolari, il prezzo, di 279€. Le WF-1000XM3 sono stazionarie da mesi sotto ai 200€, una differenza troppo ampia e non giustificata dalle prestazioni offerte, che si collocano sugli stessi ottimi livelli del concorrente.

8.5