Corsair HS35 Stereo, la recensione: qualità senza fronzoli

Le nuove Corsair HS35 Stereo sono delle cuffie da gaming che fanno della semplicità un punto di forza. Scopriamole insieme nella recensione.

Corsair HS35 Stereo, la recensione: qualità senza fronzoli
Articolo a cura di

Il mercato degli headset da gaming, specie nella fascia "entry level", offre una miriade di soluzioni adatte a tutte le esigenze e a vari generi di giocatori. Raramente, però, ci siamo imbattuti in una cuffia capace di trovare una collocazione così decisa e marcatamente "all-round" a fronte di un'ottima qualità costruttiva e con una resa sonora di buon livello.
Stiamo parlando delle nuove Corsair HS35 Stereo, da poco aggiunte nel catalogo dall'azienda californiana e destinate a completare l'offerta nella fascia di entrata. Le HS35 sono cuffie basilari che trasformano la loro semplicità in un punto di forza, mettendo nelle mani dell'utente finale un prodotto di tutto rispetto a un prezzo che rimane sotto ai cinquanta euro.

Robustezza e semplicità

Le Corsair HS35 Stereo si presentano in un packaging ridotto ai minimi termini: nella confezione troviamo le cuffie, il microfono e un adattatore che permette di collegare mic in e audio out contemporaneamente. Completamente assente qualsiasi tipo di protezione o contenitore, così come manca un manuale o altro genere di istruzioni. L'headset spicca subito per la pulizia del design che si presenta lineare, senza fronzoli o pretese, riuscendo tuttavia a esprimere una certa eleganza.
I materiali scelti sembrano buoni e la costruzione generale risulta solida: le plastiche opache che compongono l'esterno dei padiglioni e l'archetto sono di qualità e mostrano una certa resistenza agli urti e alle torsioni. L'intera struttura è sostenuta e rinforzata da uno scheletro di metallo che permette la classica regolazione a slide della larghezza
Il punto di forza di questa cuffia risiede però nei materiali scelti per la costruzione dei padiglioni auricolari: stiamo parlando dei cuscinetti in memory foam rivestiti di tessuto in rete che garantiscono una comodità, una leggerezza e una traspirazione solitamente riservate a prodotti di categorie decisamente superiori.
Anche la parte superiore dell'archetto (quella che tocca direttamente sulle nostre teste) è rivestita di un cuscino in memory foam. Questa peculiarità permette alle cuffie in questione di adattarsi alla forma della nostra testa e delle nostre orecchie, rendendole di fatto indossabili per ore senza sentirne il peso e mantenendo la sudorazione inalterata.

Per quanto riguarda i controlli, sono presenti la regolazione del volume e un tasto che permette di disattivare il microfono, entrambi posizionati sul retro del padiglione sinistro. Il cavo in dotazione è saldamente incollato sempre allo stesso padiglione e non è quindi estraibile in alcun modo: i 2 metri di lunghezza permettono comunque di muoversi con una certa libertà e di raggiungere posizioni adatte a tutti i tipi di configurazione.
Discorso diverso per il microfono, il classico tubolare flessibile che si collega direttamente all'headset tramite mini-jack. Utile la presenza di un piccolo tappo che va a sigillare l'entrata del microfono quando è scollegato, rendendo le cuffie uniformi e facilmente indossabili anche solo per ascoltare della musica.

Sonorità 2.0

Anche dal punto di vista delle specifiche tecniche Corsair fa della semplicità la carta vincente delle HS35. Secondo quanto dichiarato dal produttore, ci troviamo di fronte a una coppia di driver custom con risposta in frequenza di 20Hz-20kHz, un'impedenza di 32 Ohms e una sensibilità di 113db (con un margine di errore di +/- 3db). Dai test che abbiamo effettuato emerge la conferma delle caratteristiche ma anche una qualità della resa sonora non indifferente: decisamente ottima la risposta sulle frequenze che tocca tutta la gamma dichiarata senza incertezze, range dinamico di tutto rispetto e una qualità nella costruzione che permette una resa pulita anche sulle sonorità estremamente basse che tipicamente stressano molto i driver. Anche il test binaurale ha dato esiti positivi, con un effetto stereo completo e realistico.
L'unica imprecisione riscontrata è nella parità di risposta sui due padiglioni, che in alcune frequenze si è dimostrata non perfetta (ma è bene sottolineare che spesso questo "difetto" non è uniforme ed è imputabile più alla produzione di fabbrica in senso stretto che al lavoro degli ingegneri). Per quanto riguarda il bilanciamento, come quasi tutte le cuffie di questo genere, il taglio è molto aggressivo e tende a enfatizzare i bassi e gli alti a discapito delle frequenze medie, pur in un quadro di pulizia e isolamento stupefacente per i prodotti di questa fascia di mercato.

Il microfono unidirezionale garantisce una risposta in frequenza di 100Hz-10kHz, con un'impedenza di 2.2 Ohms e una sensibilità di -40db (anche in questo caso con un margine di errore di +/- 3db). La qualità generale è buona (seppur non eccezionale), permette di comunicare tranquillamente anche nelle sessioni più movimentate e nelle location più rumorose, grazie alla tecnologia di soppressione del rumore e alla certificazione "Discord".

Corsair Le Corsair HS35 Stereo Gaming sono cuffie entry-level senza pretese o fronzoli. Se cercate un headset wireless, con Dolby Atmos, 7.1 virtuale e software dedicati, avete sbagliato target. Se invece volete una cuffia semplice, plug & play, “all-round”, capace di garantirvi sessioni di gioco con un’ottima qualità stereo e compatibile con tutte le piattaforme (Playstation 4, Xbox One, Switch, PC e smartphone) al prezzo di circa 44.99 euro e che non disdegnano della buona musica, allora avete trovato un prodotto davvero solido.

8