Recensione Creative Sound BlasterX H7

Le cuffie Sound BlasterX H7 di Creative sono un headset di eccellente qualità, grazie a materiali di fascia alta e a un comfort che permette un utilizzo prolungato, senza dimenticare un comparto audio all'altezza.

recensione Creative Sound BlasterX H7
Articolo a cura di

Sound Blaster di Creative è un marchio leggendario nel campo dell'audio per PC, conosciuto da praticamente tutti gli appassionati del settore. La società di singapore ha a listino diversi prodotti dedicati ai giocatori, dalle schede audio alle casse. Tra questi, gli headset costituiscono una grossa fetta dell'offerta dell'azienda, e le Sound BlasterX H7 ne rappresentano la punta di diamante. Esse sono infatti le cuffie da gioco più importanti della stessa Creative, dotate di driver più grossi della media e di un comfort che garantisce ore ed ore di gioco senza affaticare il capo e le orecchie. A corredo c'è anche un microfono per dialogare con i propri compagni di team, oltre ad un software chiamato BlasterX Acoustic Engine che consente di gestire diversi aspetti delle H7.

Packaging, bundle e specifiche tecniche

Il packaging delle Sound BlasterX H7 è particolarissimo e lascia chiaramente intendere qual è il target di riferimento. Le cuffie sono adagiate in quella che all'apparenza sembra un'elegante sfera di vetro; in realtà, abbiamo una copertura frontale di plastica trasparente agganciata sulla zona retrostante, che è sempre in materiale plastico ma in tinta nera. La zona anteriore è pulita e mette in bella mostra le H7 sin dal primo sguardo. Le cuffie sono saldamente legate alla superficie su cui poggiano tramite dei fermi, difficili da togliere ma che bloccano molto bene il prodotto durante il trasporto. Il bundle comprende il microfono (rimovibile), un comodo cavetto con doppio jack da 3,5 mm per utilizzare le cuffie in analogico e una bustina di plastica contenente i manuali con le avvertenze e le indicazioni per l'uso delle H7. Anche questi sono ben stretti alla confezione tramite dei supporti identici a quelli impiegati per le cuffie. Il packaging presenta un'enorme cura per i dettagli, Creative ha previsto anche un sacchetto antiodore, per assicurarsi che la confezione sia perfetta in tutti gli aspetti.
Le Sound BlasterX H7 sono dotate di una scheda audio con un DAC capace di effettuare il campionamento fino a 96 KHz e a risoluzione massima di 24 bit. I padiglioni auricolari integrano dei driver FullSpectrum da 50 millimetri, con risposta in frequenza dichiarata da 20 Hz sino a 20 KHz. Presente anche il microfono removibile, rivestito da schiuma e con un supporto flessibile che si adatta alla posizione scelta dall'utente. Le H7 sono compatibili con qualsiasi dispositivo abbia un jack da 3,5 mm, oppure con un computer o console da gioco come PlayStation 4 tramite USB.

Design, ergonomia

Se avete avuto per le mani il modello inferiore, le H5, allora ritroverete qui lo stesso design. Rimangono infatti il colore nero e l'utilizzo di materiali plastici e del metallo, per una qualità costruttiva tra le migliori in circolazione. I padiglioni esibiscono una texture in alluminio spazzolato, liscia al tatto e bella da vedere, con il logo Sound BlasterX piazzato su ambo i lati. La X del simbolo possiede un LED rosso integrato, che pulsa quando si usano le cuffie e che fa sicuramente la sua figura. Da segnalare che esso funziona solo quando le cuffie sono collegate tramite USB, in quanto si alimenta tramite questa interfaccia. Attorno al logo abbiamo un ulteriore pattern composto da tanti piacevoli cerchietti, che però non possiedono illuminazione. I padiglioni sono sormontati da un bordo cromato e sono agganciati tramite due sostegni in metallo all'archetto. I supporti permettono ai padiglioni l'inclinazione, che però non è così accentuata. Gli ear cup sono grossi e rinforzati da un materiale in similpelle, che offre un livello di comfort superiore. Uno strato di tessuto interno copre i driver e li preserva dalla polvere e da altri agenti esterni. L'archetto è ricoperto di finta pelle al cui interno trova spazio una gomma memory, ed è molto ampio; sul lato superiore esso espone il logo della famiglia di appartenenza. Si può agevolmente regolare la sua altezza fra dodici diversi livelli, per un adattamento totale. Il cavo di collegamento si trova sul lato sinistro ed è rinforzato con del tessuto. Alla sua estremità c'è il telecomando che integra anche il DAC USB. A questo si può agganciare l'apposito cavo USB o il jack da 3,5 millimetri, a seconda dell'uso che se ne vuole fare. C'è un grosso tasto superiore che permette di attivare o silenziare il microfono se questo è connesso, più altri due bottoni laterali per controllare il volume e mettere in pausa/avviare una traccia musicale o un film.

BlasterX Engine, performance audio ed esperienza d'uso

BlasteX Acoustic Engine è la suite software a corredo della H7, che possiede delle funzionalità e degli effetti audio che Creative ha appositamente progettato per i suoi prodotti. Abbiamo seguito le indicazioni sul manuale delle cuffie e siamo riusciti a scaricare la versione lite del software. Sul sito Creative non sembra possibile alcun altro download, per cui la variante Lite è l'unica effettivamente disponibile. L'installazione richiede la registrazione di un account, alla cui mail sarà inviato il seriale con cui ottenere la licenza gratuita per attivare il software. L'installazione si porta a compimento comunque in pochi minuti e senza particolare difficoltà. All'avvio, BlasteX Engine è risultato un po' più scarno di quello che ci saremmo aspettati, anche se ciò potrebbe risultare un ottimo beneficio in termini di usabilità per i neofiti. La suite è composta in sostanza da un'unica schermata; nella parte alta c'è un menu a tendina mediante il quale scegliere l'headset che stiamo utilizzando. Stranamente le H7 non figurano, ma probabilmente Creative deve ancora aggiornare il software. Per tale motivo abbiamo selezionato "headset generico", anche se non è cambiato poi molto scegliendo una qualsiasi delle periferiche nella lista. Sono presenti cinque tasti per applicare diversi profili audio a seconda dell'attività che stiamo svolgendo. C'è, ad esempio, il preset "Adventure and Action", "Driving" oppure "RTS". Questi non fanno altro che impostare in maniera adatta tutti gli effetti disponibili, così che siano ottimizzati per un determinato tipo di genere ludico. L'utente può andare a lavorare manualmente sugli effetti, creando da sé il proprio profilo. Tra i settaggi regolabili troviamo quello per l'effetto surround, "Crystallizer", che migliora i toni alti del microfono, e "Bass" per frequenze basse più corpose. In basso, infine, scorgiamo lo slider per regolare il volume ed un ulteriore tasto che avvia il test dell'effetto surround.

Le prestazioni sonore delle cuffie sono ottime. Chi acquista le BlasterX H7 avrà a disposizione un comparto audio molto equilibrato ed avvolgente. I toni bassi, medi e alti si dividono più o meno ugualmente tutto lo spettro, anche se le frequenze basse tendono ad essere meno accentuate delle altre. Non che siano cuffie che pecchino sui bassi, ma non rendono così bene come le tonalità più alte. Il lato positivo è che il sound è più equilibrato della media per un headset di questo tipo, che non disdegna nemmeno l'ascolto musicale. Abbiamo notato, per ovvie ragioni, un cambiamento della qualità del suono se utilizzavamo le cuffie tramite jack 3,5 millimetri e non a mezzo del cavo USB. I test sono stati comunque effettuati con l'ultima interfaccia.
L'headset è davvero comodo, non si accusa stanchezza nel tempo, seppur sia più grande della media. Creative ha fatto un buon lavoro sotto questo punto di vista. I padiglioni spaziosi avvolgono totalmente l'orecchio e lo isolano completamente dall'esterno. I rumori provenienti da altre fonti sono attuati molto bene, fattore che aumenta il coinvolgimento. Le cuffie però fanno parte della categoria di quelle aperte, quindi chi è nelle nostre vicinanze può sentire ciò che stiamo ascoltando. Il microfono è poi di ottima qualità ed abbiamo apprezzato la possibilità di poterlo rimuovere.

Creative Sound BlasterX H7 Le Sound BlasterX H7 sono delle cuffie da gioco con ben pochi difetti. Il design è davvero gradevole, grazie anche ai due LED sui rispettivi padiglioni, che donano alle cuffie quel leggero tocco di aggressività che rappresenta la ciliegina sulla torta. I materiali sono di primissima qualità e Creative non ha disdegnato l’impiego del metallo laddove possibile. Anche il comfort è al top, seppur abbastanza grandi le H7 non pesano sul capo, anche dopo svariate ore di gioco. Le performance audio sono ottime e sono fra le poche cuffie spiccatamente da gioco che possono essere utilizzate senza problemi anche per ascoltare musica. La lieve mancanza di tonalità basse non è un problema così grosso e non sempre si percepisce, per cui la maggior parte dei giocatori può benissimo ignorarlo. Il software - seppur con un numero di funzionalità che può essere ben rappresentato dalle dita di una mano - lavora bene, soprattutto quando si tratta di effetti surround. Le Sound BlasterX H7 sono fra le migliori cuffie da gioco in circolazione, e sono adatte a chi vuole delle cuffie complete, comode e dal design azzeccato. Costano 159,99 euro sul sito ufficiale, ma li valgono tutti.

9