Recensione Cuffie Turtle Beach X11

Cuffie amplificate stereo con filo e connessione USB, perfette per l'uso con la console Xbox 360 e compatibili con i giochi per

Articolo a cura di

I produttori di periferiche sono sempre molto attivi nel proporre le proprie novità nell’ambito del gaming per console e PC.
Turtle Beach, in particolare, ho focalizzato tutta la propria ricerca nel comparto audio, producendo cuffie ed headset di ogni tipo che si sono affermate sul mercato come uno standard.
Se la fascia alta include molti prodotti dotati di audio surround, quella più bassa si limita alla riproduzione stereo, come nel caso delle X11, cuffie amplificate per Xbox 360 perfettamente compatibili con Xbox Live e quindi con la chat online di tutti i giochi disponibili per la console e il sevizio online di Microsoft.

Confezione e materiali

La confezione richiama alla mente quella degli accessori originali di Microsoft per Xbox 360, sia per il colore, il classico verde, che per la struttura, che necessità un lavoro certosino di forbici per poterla aprire.
All’interno sono presenti le cuffie, dotate di un lungo cavo con terminazione USB, inframezzato dal controller per i volumi e il microfono, con l’aggiunta di numerosi adattatori.
La cuffia è in materiale plastico e colorazione mista bianca e nera, con ampia imbottitura sia sui padiglioni che sull’archetto in modo da garantire un buon confort d’uso anche durante lunghe sessioni di gioco.
Proprio i padiglioni sono uno degli aspetti più importanti: all’interno dell’ampia offerta di Turtle Beach le X11 sono le prime in ordine di prezzo ad offrirli imbottiti ed avvolgenti, soluzione sicuramente di buon livello.
Il microfono è posto sulla metà di sinistra e il braccio è perfettamente inclinabile e regolabile, in modo da poterlo spostare in alto in caso non venga utilizzato e si riesca a posizionarlo esattamente davanti alla bocca quando necessario.
Il peso è contenuto, anche grazie a plastiche di qualità intermedia che forniscono una sensazione di solidità non eccelsa ma in linea con il costo.

Collegamenti

Il collegamento di base delle X11 prevede la connessione del cavo USB a una delle porte corrispondenti presenti sulla console, sia anteriori che posteriori.
In questo modo si potrà sentire l’audio della chat in cuffia, inviando la propria voce ai partecipanti alla partita online.
Per veicolare anche la colonna sonora e gli effetti sonori del gioco è necessario però effettuare un secondo collegamento, sfruttando le connessioni analogiche: nel caso la console stia utilizzando il collegamento video component basterà interporre due spinotti audio passanti da connettere poi al cavo principale delle X11. Lo stesso andrà fatto se si usa il collegamento digitale HDMI, avendo però l’accortezza di recuperare l’adattatore ufficiale fornito da Microsoft con il cavo HDMI, utile per estrarre dalla porta audio/video standard della console i due canali destro e sinistro separati.
Infine basterà collegare l’uscita audio per la chat posta nella parte inferiore del pad con il controller presente sul cavo USB delle X11, in modo da poter regolare la chat direttamente da quest’ultimo, intervenendo sui volumi di gioco e delle voci in modo indipendente ed escludendo il microfono in caso di necessità.
Il setup non è quindi rapidissimo ma in cinque minuti, a patto di aver tenuto da parte l’adattatore di Microsoft fornito con il cavo HDMI, si è operativi e pronti a giocare.

Prova d’ascolto

La qualità audio delle X11 è molto buona, ovviamente confrontata ad altre soluzioni di pari fascia di prezzo: merito sicuramente dell’amplificazione operata dalle cuffie, grazie all’alimentazione fornita dalla connessione USB.
Le X11, infatti, sono cuffie attive e il fattore di amplificazione si sente, soprattutto nei momenti di gioco più concitati come una partita in team deathmatch online al recente Crysis 2, banco di prova prescelto.
Solo a volumi veramente elevati si può notare un po’ di distorsione ma difficilmente un giocatore riuscirà a resistere a lungo con la regolazione del volume di gioco praticamente a fondo corsa.
Ottima la possibilità di poter agire sui volumi di gioco e chat in maniera indipendente, in modo da alzare leggermente le voci del proprio team rispetto a spari ed esplosioni, favorendo l’organizzazione e permettendo di capire in fretta ogni ordine o discussione durante il match.
Ovviamente, visto che si parla di cuffie stereo e non surround, si perde gran parte della spazialità e difficilmente si riuscirà ad intuire se un colpo sparato da un cecchino alla nostra sinistra arriverà dal faro posto di fronte a noi a fondo mappa o dalle rovine rialzate alle nostre spalle.

Cuffie Turtle Beach X11 Le Turtle Beach X11 si dimostrano delle cuffie di buona qualità, adatte a chi vuole giocare a volumi sostenuti anche a notte fonda, senza perdere la possibilità di chattare con i propri compagni ma facendo a meno del supporto alle codifiche surround. La costruzione e il design non sono di altissimo livello ma la qualità audio ripaga in tutto e per tutto l’acquisto. Ottima anche la compatibilità garantita con i giochi per PC, senza la necessità di installare alcun driver se si sta utilizzando Windows 7. Infine, nel caso non si voglia rinunciare al surround, è possibile aggiungere come accessorio il processore audio Turtle Beach Ear Force DSS del quale dovremmo riuscire a proporvi una recensione in futuro.

7.5