Fire TV Stick: recensione della mini Android TV firmata Amazon

Abbiamo testato a fondo la nuova Fire TV Stick nella sua versione Base, ecco com'è andata nella nostra recensione.

recensione Fire TV Stick: recensione della mini Android TV firmata Amazon
Articolo a cura di

Amazon Fire TV Stick è un dongle che trasforma la televisione in una smart TV. Questo si contraddistingue dalla concorrenza (Chromecast in primis) per la presenza di un comodissimo telecomando - che facilita in maniera importante la navigazione nel menù e la visualizzazione dei contenuti - e di un vero e proprio sistema operativo. Possiamo dire, già ad inizio recensione, che siamo estremamente soddisfatti dall'acquisto, ma andiamo a scoprire il funzionamento della Fire TV Stick in dettaglio.

Caratteristiche tecniche

Amazon Fire TV Stick è un dongle estremamente piccolo, che sparisce (letteralmente) se agganciato nella parte posteriore del televisore; basti pensare che ha dimensioni di 85,9 mm x 30,0 mm x 12,6 mm.
Al suo interno troviamo un processore quad-core targato MediaTek da 1,3 GHz, accompagnato dalla GPU Mali450 MP4. Amazon Fire TV Stick include anche 8 GB di spazio di archiviazione, che può essere utilizzato per l'installazione delle applicazioni e giochi.
La memoria RAM, invece, è di 1 GB, quanto basta comunque per offrire un'ottima riproduzione dei formati video fino al 1080p. A livello di connettività, è presente un modulo Bluetooth 4.1 e il WiFi Dual Band a doppia antenna che supporta anche lo standard MIMO, mentre per quanto riguarda il comparto audio sono supportati fino a 7.1 canali. Insieme al dongle, nella confezione è anche presente un telecomando ultracompatto che, come dicevamo poco sopra, consente di navigare attraverso l'UI tramite un pulsante di navigazione a cinque direzioni e i tasti per i comandi multimediali e quelli di Android (Indietro, Home, Menu, Riavvolgi, Riproduci/Pausa, Avanza velocemente).

Primo avvio e Interfaccia Grafica

Il primo avvio dell'Amazon Fire TV Stick è all'insegna della semplicità, un aspetto che contraddistingue in generale tutto l'utilizzo di questo dongle, che cambierà il modo attraverso cui interagirete con piattaforme di streaming come Netflix.
Basteranno infatti pochi minuti e pochissimi passaggi per trovarsi catapultati nella homepage del Fire TV Stick, che ricorda a grandi linee quella di servizi come Amazon Prime Video e Netflix, in cui è presente la griglia di applicazioni che possono essere avviate direttamente tramite il telecomando, con una grossa anteprima a tutto schermo che compare sulla parte superiore della televisione.
La possibilità di aggiungere, a quelle esistenti, altre applicazioni rappresenta un vantaggio enorme rispetto a Google Chromecast. Essendo basato su Android TV, infatti, Amazon Fire TV Stick rende per gli sviluppatori più facile portare sul dongle le proprie applicazioni, in quanto non sono costretti a riscriverle da zero.
Da qui la possibilità di aggiungere un gran numero di app, scegliendo tra la vasta gamma di quelle disponibili (sia gratuite che a pagamento). Tuttavia, rispetto alla versione approdata negli Stati Uniti, quella europea e internazionale non include il supporto ad Alexa, l'assistente vocale di Amazon, una funzione utile ma non ancora pronta per la nostra lingua.

Applicazioni e Performance

Come dicevamo poco sopra, la lista di applicazioni compatibili è davvero molto folta. Oltre ad Amazon Prime Video, il servizio di streaming proprietario di Amazon che il colosso dell'e-commerce offre gratuitamente a tutti gli iscritti al servizio Prime, ne sono presenti diverse e tutte estremamente funzionali.
Quella che abbiamo avuto modo di testare più a lungo è stata Netflix anche se, a differenza di quanto accade con Chromecast (di prima generazione), abbiamo stranamente riscontrato tempi di buffering leggermente più elevati.
Con Fire TV Stick (Basic Edition) abbiamo avuto modo di provare anche Spotify, anche questo funzionante senza problemi. Avremmo avuto piacere di testare YouTube, ma Google ha deciso di non renderla più compatibile a partire dal 1 Gennaio 2018, una mancanza che per molti potrebbe essere importante.

Il vero e proprio protagonista: il telecomando

Ci convince pienamente, invece, il telecomando, che rappresenta a tutti gli effetti la vera e propria killer feature di questo dongle, nonché tra le ragioni principali che ci hanno spinto a effettuare l'acquisto (insieme al prezzo vantaggioso, chiaramente). Il telecomando è compatto, molto intuitivo, leggero e soprattutto comodo: passare da una puntata all'altra di uno show di Netflix non è mai stato così comodo, così come far partire la riproduzione della canzone successiva su Spotify.
Sfortunatamente, però, questa versione Base non supporta la riproduzione dei contenuti in 4K. Tuttavia, è comunque doveroso precisare che la maggior parte dei televisori 4K attualmente disponibili sul mercato includono già di default le funzionalità classiche delle smart TV, che rendono praticamente inutile l'utilizzo di accessori come il Fire TV Stick.

Amazon Fire TV Stick Fire TV Stick ci piace e ci convince. Nonostante alcuni limiti, che però riteniamo superabili alla luce del prezzo estremamente vantaggioso di 59.99€, il dongle di Amazon si configura come una delle migliori offerte del mercato per trasformare una TV classica in una Smart TV. Oppure per rendere più aggiornato un televisore Smart con qualche anno sulle spalle. Il telecomando rappresenta il classico accessorio che vale da solo l'acquisto, per un prodotto tanto semplice quanto valido.

8.5