Recensione Gioteck HC-4

Gioteck HC-4 è un headset di buona qualità, in grado di competere ad armi pari con altri dispositivi della stessa fascia di prezzo, merito di un design accattivante e dell’estrema praticità d’uso.

recensione Gioteck HC-4
INFORMAZIONI SCHEDA
Articolo a cura di
Davide Leoni Davide Leoni I videogiochi entrano nella sua vita alla fine degli anni ’80, ai tempi del primo incontro con Super Mario Bros, e ancora oggi ne fanno stabilmente parte, dopo più di 20 anni. Pregi e difetti: riesce a terminare Super Mario Bros 3 in meno di otto minuti ma non ha mai finito Final Fight con un credito... ci sta ancora provando. Lo potete seguire su Facebook e su Google Plus

HC-4 di Gioteck è un headset stereo amplificato che si distingue per il design, l'ottima qualità costruttiva e più in generale per la buona qualità del suono, sempre limpido e chiaro. Seppur progettato come accessorio "da gaming", le cuffie di Gioteck possono essere sfruttate anche per ascoltare musica o guardare un film, inoltre il device è compatibile in sostanza con tutti i dispositivi dotati di un comune jack da 3.5mm, dai PC agli smartphone/tablet, passando, ovviamente, per Xbox One e PlayStation 4. Abbiamo testato approfonditamente il prodotto per qualche settimana, ecco le nostre impressioni.

Design, caratteristiche e impressioni

Come detto, HC-4 è una cuffia multipiattaforma, compatibile con tutte gli apparecchi dotati di jack audio. Il setup è di conseguenza semplicissimo, poiché basta accendere l'headset e collegare il cavo all'ingresso per essere subito pronti. I possessori di PlayStation 4 dovranno collegare la cuffia alla porta del joypad mentre per i vecchi controller Xbox One è richiesto l'apposito adattatore Microsoft. L'ultimo restyling del joypad Xbox include invece la presa jack, in questo caso, ovviamente, non è necessario utilizzare l'adattatore esterno. La confezione di vendita include le cuffie Gioteck HC-4, manualistica (tra cui una pratica guida illustrata) e un cavo mini USB utile per la ricarica del dispositivo. Prendendo in mano le cuffie per la prima volta si ha un'ottima sensazione di solidità: l'assemblaggio si rivela curato e preciso in ogni dettaglio e il materiale restituisce un buon feeling al tatto. Pur essendo totalmente in plastica, non si ha l'impressione di trovarsi di fronte a un prodotto economico, certo sarebbe assurdo aspettarsi le finiture di un headset premium venduto a costi superiori, in ogni casi Gioteck non ha certo risparmiato sulla qualità dei materiali e questo è evidente fin dal primo contatto con la cuffia. La plastica nera è ricoperta da uno speciale trattamento vellutato, quasi gommoso al tatto, che protegge la cuffia da urti e piccoli colpi accidentali. Anche la schiuma utilizzata per imbottire i padiglioni si è rivelata di buona fattura, capace di adattarsi alla forma dell'orecchio senza però deformarsi o rovinarsi, anche dopo molte ore di utilizzo continuato. Il padiglione sinistro presenta anche il quadro dei comandi, composto da tasto di accensione, due pulsanti per abbassare o aumentare il volume e il tasto per silenziare l'audio. Una volta accesa, la plancia emette una luce di colore blu elettrico, molto vivace e che ben si sposa con il nero del corpo. L'archetto può essere regolato in modo da adattarsi alle dimensioni della testa, inoltre i padiglioni sono in grado di ruotare fino a 90 gradi, in questo modo ogni utente potrà trovare la sua configurazione ideale. Anche il microfono (realizzato in gomma morbida) è mobile, purtroppo però questo può essere spostato solamente in orizzontale o verticale mentre non è possibile decidere l'angolazione o staccarlo del tutto.

Prova

Una volta indossate, le cuffie Gioteck si rivelano comode, grazie anche all'imbottitura soffice, posizionata sotto l'archetto, che si rivela molto utile per evitare il contatto diretto della testa con la plastica dura che ricopre la parte superiore. Il setup, come detto, è veramente semplice, basta inserire le cuffie nel jack e premere il tasto power per iniziare a utilizzare il prodotto senza dover configurare nulla. L'headset presenta una buona amplificazione dei bassi, ideale quindi per godere pienamente del comparto audio dei moderni videogiochi. Il suono (solo stereo, purtroppo) si rivela sempre nitido e pulito, privo di ronzii di sottofondo tipici dei prodotti di questa fascia di prezzo. Abbiamo messo alla prova le Gioteck HC-4 con titoli come Call of Duty Black Ops III, Assassin's Creed Syndicate e Halo 5 Guardians, riscontrando sempre una buona qualità generale del suono, caldo e avvolgente grazie ai padiglioni completamente isolanti. Molto comodi i pulsanti a sfioramento presenti nel padiglione sinistro, che funzionano con un semplice tocco. Non particolarmente impressionante, invece, la qualità del microfono, il quale tende a riprodurre la voce con una tonalità troppo "metallica" e con qualche rumore di troppo. Niente di grave comunque, se pensiamo che si tratta di un prodotto dal costo contenuto. Le cuffie si sono comportate bene anche durante la riproduzione di musica e video, abbiamo utilizzato le Gioteck HC-4 per ascoltare l'ultimo album di Kendrick Lamar con risultati molto buoni, grazie all'audio riprodotto in maniera fedele e pulita, anche se la resa varia molto in base al genere scelto.

Infine, qualche parola riguardo l'autonomia: la batteria integrata ci ha permesso di utilizzare le cuffie per circa 8/9 ore mentre la ricarica completa della stessa ha richiesto poco più di 90 minuti. In definitiva, ci sentiamo di promuovere le cuffie di Gioteck, le HC-4 sono già in vendita in Italia presso i grandi rivenditori di elettronica e videogiochi, il prezzo consigliato è di 60,99 euro, cifra che rende l'acquisto dell'headset molto interessante per quei giocatori che desiderano un prodotto di buona qualità, ma non vogliono affrontare la spesa necessaria per portarsi a casa una cuffia di marchi più blasonati.

Gioteck HC-4 Gioteck HC4 è un headset di buona qualità, in grado di competere ad armi pari con altri dispositivi della stessa fascia di prezzo. Sarebbe assurdo scomodare “giganti” come Astro e Turtle Beach per un confronto, ma chi non vuole spendere centinaia di euro per una cuffia troverà in questo prodotto un valido alleato. Merito di un design accattivante, dell’estrema praticità d’uso, della compatibilità con tutti i dispositivi più comuni e di una qualità audio di buon livello.

7.5