Glyboard Corse TwoDots Lamborghini: l'hoverboard ispirato alle supercar

Vi presentiamo la nostra recensione del nuovo hoverboard di lusso Glyboard Corse realizzato in collaborazione tra TwoDots e Automobili Lamborghini.

recensione Glyboard Corse TwoDots Lamborghini: l'hoverboard ispirato alle supercar
Articolo a cura di

Chi avrebbe mai potuto pensare di poter vedere un giorno un hoverboard targato Lamborghini? Ebbene, ora è finalmente realtà! La nota casa automobilistica italiana ha stretto una partnership con TwoDots, da anni produttrice di droni, veicoli elettrici (hoverboard, monopattini, e-bike, skateboard) e accessori per il gaming. Glyboard Corse TwoDots Lamborghini è un prodotto premium realizzato in co-branding dalle due aziende sopracitate e presenta caratteristiche e aspetto degni di una supercar quali sono i veicoli della casa italiana. Un gioiellino da esposizione dal valore di 599 euro.

Confezione di vendita

Già dando una rapida occhiata all'imballaggio in cartone rigido si nota come Lamborghini e TwoDots abbiano messo particolare cura nella sua progettazione e creazione, con i lati destro e sinistro realizzati in plexiglass di un grigio fumé trasparente e apertura magnetica verso l'alto mediante l'utilizzo di un'apposita fascetta nera. Al suo interno troviamo, oltre all'hoverboard avvolto da una protezione in polistirolo scura, anche 2 manuali utente (uno italiano, l'altro inglese), un trasformatore e 2 cavi di ricarica (uno con spina tedesca, l'altro con spina inglese).

Design e materiali

Il design riprende al 100% le linee delle vetture Lamborghini, risultando estremamente accattivante, aggressivo e piuttosto spigoloso. Anche le colorazioni sono ispirate alle supercar: è stata fatta particolare attenzione nel replicare efficacemente le vernici con cromatura leggermente metallica delle auto italiane. Un lavoro come questo ha impiegato mesi per essere ultimato ed è stato intrapreso anche per le luci LED anteriori e posteriori (e la loro particolare forma), per i cerchioni delle ruote e anche per le pedane in gomma a celle esagonali sulle quali poggiare i piedi. Glyboard Corse è realizzato in plastica, ad eccezione dei cerchioni delle ruote laterali e dei parafanghi realizzati in alluminio scuro. Fate attenzione a questi ultimi elementi in quanto, senza l'ausilio degli appositi gommini antiurto forniti in dotazione, c'è il rischio che si possano facilmente rovinare in caso di caduta o di disabilitazione della funzionalità di auto-bilanciamento. Le ruote da 8,5'' con pneumatici in gomma piena presentano dei cerchioni con al centro l'inconfondibile logo Automobili Lamborghini, ricorrente anche nella parte superiore dei parafanghi. L'unica nota negativa, al primo impatto, è sicuramente il generoso peso del veicolo pari a 15Kg. È certamente possibile trasportarlo coricandolo su di una spalla, ma dopo pochi minuti avrete probabilmente la necessità di poggiarlo a terra per qualche istante. Ciò lo rende difficoltoso da trasportare date anche le dimensioni di 66,7 x 22 x 23 cm. Nella parte inferiore del veicolo, oltre a tutte le certificazioni del caso, è presente anche un potente speaker bluetooth che consentirà di riprodurre musica a piacimento mediante l'ultilizzo di uno smartphone. Oltre a ciò, lo speaker inferiore emetterà il classico rombo potente e corposo delle supercar Lamborghini ad ogni sua accensione. Nella parte superiore sono invece presenti 6 LED: 4 di questi, se illuminati di verde, indicano un livello di carica pari al 75-100%; un ulteriore LED verde indicherà l'attuale attivazione del giroscopio; l'ultima luce di colore rosso, se attiva e accompagnata da relativo segnale acustico, indica la presenza di problemi di natura tecnica.

Controllo remoto

È disponibile al download per Android e iOS un'apposita applicazione (al momento del nostro test ancora in fase di debug) dal nome Glyboard Corse che consente di connettersi all'hoverboard solo dopo aver attivato bluetooth e geolocalizzazione. L'interfaccia dell'app è piuttosto user friendly e presenta alcune utili impostazioni da poter modificare. Innanzitutto al centro troviamo un apposito tachimetro accompagnato da un indicatore di carica residua del veicolo e dal tipo di modalità di guida. Nella parte superiore troviamo poi due contatori: uno riguarda i chilometri totali percorsi, mentre l'altro misura quelli effettuati dall'ultima accensione. Nella parte inferiore campeggiano 3 icone esagonali: la prima consente di accendere/spegnere a piacimento i LED anteriori e posteriori dell'hoverboard, la seconda farà emettere il suono del clacson da parte degli altoparlanti del veicolo, mentre l'ultima riprodurrà il suono di accensione delle supercar Lamborghini. Esattamente sotto a questi pulsanti ve ne sono altri due: Start consente di attivare/disattivare l'hoverboard, Mode consente invece di modificare la modalità di guida scegliendo tra Strada (beginner), Sport (normal), Corsa (advanced). In base alla scelta che farete, potrete andare a modificare dalle impostazioni (premendo sull'icona della rotella in alto a destra) velocità massima, forza del feedback e la sensibilità dello sterzo. Interessante anche la possibilità di aggiungere amici dopo aver effettuato la registrazione di un nuovo account TwoDots, che vi consentirà anche di poter avviare delle Challenge, ossia delle sfide tra utenti. Purtroppo, però, quest'ultima feature sembra non essere ancora funzionante.

Performance, usabilità

La velocità di questo hoverboard è degna di una vera supercar: può raggiungere i 15km/h con un'autonomia indicata dal produttore pari a 15km grazie ad una batteria agli ioni di litio da 4,3Ah 36V. Il tempo di ricarica ammonta invece a circa 3 ore e 30 minuti. È in grado di supportare un peso massimo di 120Kg e di avanzare con un dislivello massimo di 15 gradi, mentre i due motori da 400w ciascuno dispongono di un proprio giroscopio indipendente. La guida risulta piuttosto confortevole e il veicolo è molto sensibile ai movimenti e al cambiamento di peso, ragion per cui è meglio stare sempre all'erta onde evitare piccoli incidenti dovuti alla distrazione o alla poca pratica. In tutti i casi ciò dipende in parte dalla modalità di guida inserita: Strada è indubbiamente più "sicura" e meno performante rispetto a Corsa; quest'ultima offre il massimo delle prestazioni con un'accelerazione potente, una sensibilità e una velocità impressionanti. L'utilizzo su superfici piane e non molto dissestate come può essere una comune strada risulta piuttosto agile, ma lo stesso discorso non lo si può fare durante un utilizzo su lastricato stradale o manto dissestato. Non abbiamo apprezzato a pieno però il feedback dell'hoverboard, ossia la vibrazione conferita alle pedane in gomma durante l'esecuzione di alcuni movimenti. Spesso si verifica un inaspettato effetto "risonanza" anche dopo aver appoggiato un solo piede su una delle due pedane, facendo tremare insistentemente il mezzo. Per fortuna c'è la possibilità di inibire questa caratteristica attraverso la sezione impostazioni dell'applicazione.

Lamborghini TwoDots Glyboard Corse Lamborghini e TwoDots sono riusciti a creare un hoverboard degno di una supercar con design e materiali ricercati, estrema cura per packaging e qualità di realizzazione del mezzo. Le performance sono ottime e soddisfacenti, con una buona guidabilità e sensibilità. Il feedback risulta un po' troppo spinto, ma grazie al controllo remoto tramite app è possibile modificare a piacimento differenti parametri di modalità di guida. Il costo non risulta accessibile ad un ampio range di utenti, ma non dimentichiamo che questo è un prodotto premium rivolto più nello specifico ad amanti del brand Lamborghini con un debole per le tecnologie di nuova concezione.

8.5