GPD WIN Recensione: un interessante ibrido di micro notebook e console portatile

Dal mondo del crowdfunding arriva un PC portatile dalle dimensioni ridottissime e dotato di joypad integrato: ecco il GPD WIN.

recensione GPD WIN Recensione: un interessante ibrido di micro notebook e console portatile
INFORMAZIONI SCHEDA
Articolo a cura di

Dal mondo del crowdfunding arrivano spesso prodotti davvero particolari come il mini notebook Win, oggetto oggi della nostra prova. Realizzato dall'azienda cinese GamePad Digital (GPD), è stato finanziato da una campagna su Indiegogo che ha raccolto circa 700.000 dollari con circa 2200 finanziatori. Questa azienda, oltre al Win, realizza anche una console portatile basata su Android, denominata XD ed il Pocket 7, un altro mini notebook dalle forme più consuete, sempre sviluppato grazie al crowdfunding. Scopriamo, quindi, tutte le caratteristiche di questo notebook a partire dal suo design.

GPD WIN, forme originali e dimensioni ridottissime

Il GPD si presenta con forme davvero contenute, un pc tascabile che misura 155 x 96 x 23,5 mm con un peso di 365 grammi. Anonima la scocca esterna in plastica nera opaca (GPD realizza anche una versione in alluminio), mentre la zona posteriore risulta, invece, più interessante grazie alle numerose connessioni presenti. Il Win vanta infatti una USB Type-C (utile anche per la ricarica rapida), una mini HDMI, uno slot per schede micro SD fino a 128 GB, una USB 3.0 ed il jack audio delle cuffie. Nella parte inferiore troviamo uno switch per la regolazione della velocità della ventolina interna (alloggiata sul lato sinistro) che può anche essere disattivata, mentre a destra è installato lo speaker. Una volta aperto lo schermo da 5,5 pollici touch, ruotabile di 180 gradi, si ha accesso alla piccolissima tastiera in gomma (USA-Internazionale, senza lettere accentate) e al gamepad. Il Win infatti è equipaggiato anche di un vero e proprio joypad con croce direzionale, due stick analogici e all'estrema destra 4 pulsanti identificati con quelli dei controller Xbox (in piccolo, sono riportati anche i simboli Playstation). Sui dorsali troviamo R1 e R2, L1 e L2, mentre i pulsanti L3 e R3 sono purtroppo stati posizionati alla destra della tastiera, nella stessa posizione di Select e Start. Tastiera che presenta anche altri pulsanti aggiuntivi dedicati all'alimentazione del Win, per la regolazione del volume ed il comando utile a richiamare la dashboard dell'Xbox One nelle sessioni di gioco in streaming. Non dimentichiamo infine il microfono nella parte anteriore e lo switch tra gli stick analogici che consente di utilizzare il gamepad con vecchi e nuovi giochi e di sostituire un mouse.

Caratteristiche tecniche: Intel Atom x7 Z8750 con 4 GB di Ram

Occupiamoci ora delle specifiche tecniche del GPD Win partendo dallo schermo IPS touch con risoluzione 1280x720, protetto da Corning Gorilla Glass 3. Cuore di questo notebook è la CPU Intel quad-core Atom x7 Z8750 con frequenza massima di 2,5 Ghz e GPU integrata Intel HD Graphics. Passando alla memoria troviamo 4 GB di Ram LPDDR3 ed uno storage da 64GB (44 GB circa liberi al primo avvio) espandibile e di tipo eMMC 4.51. Ricordiamo anche la connettività wireless con il WiFi a/ac/b/g/n, il Bluetooth 4.1 ed il sistema operativo Windows 10 Home. Infine la batteria integrata da 6700 mAh con alimentatore con presa cinese da 5V/2.5A, fornito nella confezione insieme ad una coppia di auricolari in ear.

Prestazioni ed esperienza d'uso

Utilizzare il Win come notebook non è semplicissimo viste le ridottissime dimensioni di tastiera (con tasti abbastanza duri) e schermo. Inoltre l'assenza di un touchpad (sostituito dal gamepad) non rende facile l'utilizzo di Windows. Buona l'ergonomia come console portatile grazie agli angoli arrotondati e alla possibilità di ruotare lo schermo di 180 gradi; segnaliamo però la disposizione dei comandi L3 ed R3 sulla tastiera e i tasti dorsali di qualità economica. Passiamo ora alle prestazioni di questo mini notebook iniziando dallo schermo con ampi angoli di visione e luminosità discreta; giudizio invece negativo sul comparto audio solo mono, con lo speaker non potentissimo e coperto dal palmo della mano quando si utilizza il Win come console portatile. Dal Win, viste le sue dimensioni, non si può pretendere molto; può essere impiegato per una breve navigazione su Internet o per lo streaming video. Questo mini portatile può però essere facilmente collegato ad un monitor esterno, mouse e tastiera anche Bluetooth (davvero comoda inoltre la porta USB 3.0 in formato standard) ed essere ovviamente utilizzato in ambito Office, ottenendo anche discrete prestazioni con Chrome. In ambito gaming, visto l'hardware impiegato, il Win è in grado di far girare titoli con più di qualche anno sulle spalle o giochi più recenti, ma poco esigenti, presi direttamente dal Microsoft Store o da Steam. Ricordiamo ad esempio Asphalt Xtreme, fluido solo a dettaglio medio. Sempre in ambito ludico, questo micro notebook può anche essere impiegato come piattaforma di emulazione di vecchie console o per lo streaming da PS4 o Xbox One. Per quanto riguarda i benchmark, in PCMark 8 questo notebook ha fatto segnare un punteggio di 1834 punti nel test Home, di 1463 nel test Work e 1970 in Creative.

Lo storage interno, di tipo eMMC ha una velocità di lettura sequenziale di 155 MBps e scrittura di 100 MBps; terminiamo con Windows 10 che si avvia in circa 25 secondi. Non dimentichiamo l'autonomia di circa 5-6 ore con un utilizzo misto di navigazione Internet, streaming video e giochi, con un tempo di ricarica pari a poco più di 3 ore. Per quanto riguarda la dissipazione del calore è consigliabile tenere sempre attiva la ventolina interna, da settare al massimo quando il portatile viene utilizzato con giochi e applicativi pesanti; sistema di raffreddamento manuale che in quest'ultima modalità di funzionamento risulta decisamente rumoroso. Il Win può essere acquistato sui vari store cinesi come Aliexpress o anche su Amazon Italia ad un prezzo di circa 340 euro.

GPD WIN Dal mondo del crowdfunding arriva un micro notebook con gamepad integrato ideale per chi vuole avere sempre in tasca un pc portatile ed una piattaforma di gioco basata su Windows 10. Il GPD Win è un prodotto davvero fuori dal comune, a suo agio con emulatori e giochi vintage e dotato inoltre di numerose possibilità di collegamento. Diversi gli aspetti aspetti che però non ci hanno convinto a partire dall’audio solo mono, il display e la tastiera davvero minuscoli, lo storage abbastanza limitato e la gestione manuale della ventola interna.

7.5