Huawei Mate 10 Lite Recensione: smartphone dai bordi ridotti con 4 fotocamere

Da Huawei arriva un device di fascia media con display da 5.9 pollici per gli appassionati di selfie: ecco il Mate 10 Lite.

recensione Huawei Mate 10 Lite Recensione: smartphone dai bordi ridotti con 4 fotocamere
Articolo a cura di

Dopo il 10 ed il 10 Pro, Huawei allarga la gamma Mate con un device "Lite" di fascia media. Huawei Mate 10 Lite è uno smartphone dalle caratteristiche complete, dall'ampio schermo con bordi sottili alla doppia SIM. Non mancano inoltre un'ampia dotazione di memoria e ben 4 fotocamere, due posteriori e due anteriori. Un prodotto molto simile all'Honor 7X che abbiamo recensito qualche giorno fa, da cui riprende gran parte del design e delle caratteristiche tecniche. Scopriamo, quindi, nel dettaglio il nuovo Huawei Mate 10 Lite.

Huawei Mate 10 Lite: design e confezione

Huawei Mate 10 Lite si presenta con un design ormai collaudato, già visto su molti altri device dotati di schermo in formato 18:9 con bordi in alto e in basso molto sottili, senza pulsanti fisici sostituiti da quelli a schermo e il sensore per le impronte digitali posizionato sul retro (raggiungibile facilmente, veloce e preciso). La scocca è in alluminio con due sottili fasce in plastica e ospita sul retro due sensori da 16MP e 2MP (con flash singolo) che sporgono leggermente dalla scocca. All'anteriore sono presenti altre due camere da 13MP e 2MP sempre accompagnate da un flash dedicato; infine non dimentichiamo il piccolo LED per le notifiche. In basso sono posizionati il jack delle cuffie, la porta USB, ancora in formato Micro, e il microfono principale.
Passando alla vista laterale, a destra troviamo il pulsante di alimentazione e il bilanciere del volume, mentre a sinistra è stato alloggiato il vano in grado di accogliere due nano SIM (una delle quali sostituibile con una MicroSD fino a 256 GB). Concludiamo con la ricca confezione che include un caricatore da 5V/2A, una coppia di auricolari di qualità media, una cover rigida/trasparente e una pellicola protettiva per lo schermo già pre-applicata sullo smartphone. Le colorazioni disponibili sono Prestige Gold, Graphite Black e Aurora Blue e le dimensioni di 156.2 x 75.2 x 7.5 mm per un peso di 164 grammi.

Prezzo e Caratteristiche tecniche: display da 5,9 pollici, 4 GB di RAM e 4 fotocamere

Cuore del Mate 10 Lite è il SoC Kirin 659, un octa-core (4 Cortex-A53 a 2.36 GHz + 4 Cortex-A53 a 1.7 GHz) affiancato da 4GB di RAM e 64GB di memoria interna espandibile (49 GB liberi all'avvio). Più interessanti il display, un IPS da 5,9 pollici in formato 18:9 con risoluzione Full HD+ (2160X1080 pixel e 407 ppi), e la doppia coppia di fotocamere. Scendendo nel dettaglio, al posteriore c'è un sensore da 16 megapixel con PDAF e apertura f/2.2, mentre sulla parte anteriore è stato invece installato un sensore da 13 megapixel a fuoco fisso con apertura f/2.0. Entrambe le camere sono affiancate da altri due sensori da 2 megapixel utilizzati per catturare informazioni sulla profondità di campo.
Passando alla connettività, il Mate 10 Lite è un Dual SIM con supporto alle reti LTE in Cat.6 (velocità massima in download di 300Mbps) solo sulla SIM principale con Wi-Fi a/b/g/n monobanda, radio FM e Bluetooth in versione 4.2 e con supporto al codec aptX; assenti invece il giroscopio e l'NFC. Infine la batteria da 3340 mAh e il prezzo consigliato al pubblico di 349 euro.

Software: Android 7.0 con Emui 5.1

Huawei Mate 10 Lite utilizza Android 7.0 (patch di sicurezza di settembre) e interfaccia EMUI nella versione 5.1. Un software che abbiamo già testato su altri smartphone del gruppo cinese ricco di numerose funzionalità, con la possibilità di abilitare anche l'app drawer. Tra le varie funzioni utili ricordiamo ad esempio l'interfaccia utente semplificata, il passaggio intelligente tra Wi-Fi e rete mobile e la modalità a una sola mano. Non manca il filtro per la luce blu e la possibilità di intervenire sulla temperatura colore dello schermo. Ricordiamo anche le diverse impostazioni di risparmio energetico e la nota utility "Gestione telefono" per l'ottimizzazione dello smartphone con antivirus incluso.
Citiamo anche la funzione App gemella che consente di utilizzare alcune applicazioni (come Facebook e WhatsApp) con due differenti account sullo stesso dispositivo. Non dimentichiamo, inoltre, la tastiera Swiftkey e l'utile app Quik di GoPro che consente di creare automaticamente dei simpatici video di breve durata utilizzando le foto scattate dallo smartphone.

Comparto fotografico

Occupiamoci ora del comparto fotografico con il classico software di Huawei come sempre suddiviso in tre parti, con uno swipe a destra che consente di accedere a varie modalità come HDR (non automatico), Pro Foto e timelapse. Uno swipe a sinistra permette invece di entrare nel menù delle impostazioni da dove è possibile selezionare la risoluzione, abilitare lo scatto al rilevamento del sorriso e regolare contrasto, luminosità e saturazione dell'immagine. Non mancano i comandi vocali e la possibilità di scattare foto anche nel formato RAW.
Nella schermata principale troviamo inoltre il comando per l'attivazione dell'effetto bokeh, la modalità Ritratto (anche con effetto sfocatura) e la modalità "Immagini in movimento" in grado di realizzare brevi video durante gli scatti; funzioni disponibili anche per la camera anteriore.
Per quanto riguarda le prestazioni delle camere, la qualità degli scatti dei sensori posteriori è buona con foto dettagliate e dai colori abbastanza naturali. Qualità che scende al diminuire della luce con un deciso aumento di rumore e un'evidente perdita di dettaglio. Solo discreti invece i video fino a 1080p/30 fps dai colori spesso troppo caldi, privi della stabilizzazione ottica. Giudizio completamente positivo invece sui selfie, molto dettagliati e naturali. Per quanto riguarda la regolazione della sfocatura dopo lo scatto, questa risulta ben riuscita, anche nei selfie, con la possibilità di applicare dei simpatici filtri.

Prestazioni ed esperienza quotidiana

Concludiamo l'analisi del Mate 10 Lite esaminando le sue prestazioni nell'utilizzo quotidiano. Questo device garantisce una buona esperienza d'uso con un sistema operativo fluido e reattivo; segnaliamo solo qualche lag con lo smartphone sotto stress ad esempio durante una corsa con Asphalt 8. Purtroppo con il nostro sample non è stato possibile eseguire i soliti benchmark a causa di un errore del Play Store durante l'installazione di Antutu e di Geekbench. Segnaliamo inoltre un problema nel software di Huawei che non consente di applicare i temi scaricati. Infine un'ulteriore anomalia con le informazioni di sistema contenenti specifiche tecniche errate.
Positivo invece il giudizio sull'ergonomia, grazie ai bordi sottili e al display allungato, in formato 18:9. Elementi che permettono di ottenere uno smartphone maneggevole nonostante l'elevata dimensione dello schermo con la scocca che però risulta abbastanza scivolosa e poco oleofobica. Formato del display che porta, però, anche degli svantaggi con i video in 16:9 accompagnati da bande laterali nere e qualche piccolo problema di visualizzazione nelle app e nei giochi ancora non ottimizzati per questo tipo di display (ad esempio Clash Royale). Il software di Huawei permette comunque di non forzare la visualizzazione a schermo intero delle applicazioni che non sono state ancora ottimizzate aggiungendo un piccolo bordo nero nella parte bassa del dispositivo.

Occupiamoci ora del display, un IPS di discreta qualità, con colori abbastanza naturali; peccato per gli angoli di visione e la luminosità non elevatissimi.
La batteria non removibile da 3340 mAh è in grado di garantire un'autonomia di un giorno con un uso intenso dello smartphone (con circa 5 ore di schermo acceso), senza abilitare le varie funzioni di risparmio energetico disponibili; batteria ricaricabile in circa 2 ore. Terminiamo con la sezione telefonica Dual Sim, con una capsula auricolare di qualità ed uno speaker dalla discreta potenza.

Huawei Mate 10 Lite Da Huawei arriva un interessante smartphone di fascia media che si distingue per il display in 18:9 e per la presenza di ben 4 fotocamere. Il Mate Lite può inoltre vantare un’ampia dotazione di memoria e un software ricco di utili funzioni. Non dimentichiamo il prezzo già in rapida discesa approfittando delle varie offerte online. Tra gli aspetti che non ci hanno convinto la porta USB ancora in formato Micro, il Wi-Fi solo monobanda e l’assenza di ogni forma di protezione da acqua e polvere.

8