Huawei Mate 20 Lite Recensione: lo smartphone con IA perfetto per i selfie

Huawei Mate 20 Lite è il primo dispositivo della nuova gamma di smartphone della società cinese, a cui seguirà la variante Pro.

recensione Huawei Mate 20 Lite Recensione: lo smartphone con IA perfetto per i selfie
Articolo a cura di

Huawei è uno di quei produttori di smartphone che non si fermano mai. Pensate che in pochi mesi sono stati annunciati, messi in commercio e arrivati nelle nostre mani ben tre dispositivi appartenenti ad altrettante fasce di mercato. Tutto è iniziato con l'interessante entry-level P Smart, per passare poi a quello che si è rivelato essere uno dei migliori smartphone top di gamma dell'anno: P20 Pro. Oggi, invece, ci concentriamo sulla fascia media e testiamo a fondo un dispositivo che segna l'inizio della nuova gamma della società cinese, che vedrà il culmine con gli annunci del prossimo 16 ottobre.
Stiamo chiaramente parlando di Huawei Mate 20 Lite, uno smartphone mid-range interessante e venduto al prezzo di 399,90 euro sul sito di Unieuro. Un dispositivo che convince e lascia ben sperare per la nuova gamma di smartphone, ma che subisce il peso dell'agguerrita concorrenza interna.

Design e Unboxing

Questa volta, Huawei ci ha fornito esclusivamente lo smartphone, il cavo USB/USB Type-C per la ricarica e il caricabatterie veloce SuperCharge 5V/2A. Non possiamo, dunque, dirvi direttamente com'è strutturata la confezione e cosa si trova all'interno. Tuttavia, apprendiamo dal sito ufficiale che il bundle comprende le classiche cuffie stereo, una cover protettiva TPU, una pellicola protettiva TP, manualistica varia e l'immancabile clip per estrarre il carrellino della SIM, che qui presenta due slot e permette l'espansione della memoria interna tramite microSD fino a 256GB, rinunciando a una delle due SIM. Qui dobbiamo segnalare una scelta piuttosto singolare, con Mate 20 Lite che dispone di uno slot NanoSIM e uno MicroSIM, cosa che difficilmente si è vista in altri smartphone. Segnaliamo, inoltre, che nella confezione di vendita dovrebbe essere presente un caricabatterie Quick Charge da 9V/2A, e non un SuperCharge.

Huawei Mate 20 Lite si presenta con delle dimensioni di 158,3 x 75,25 x 7,6 mm, per un peso di 172 grammi. Nonostante l'ampio display, lo smartphone si tiene tranquillamente anche con una sola mano. Inoltre, in caso di problemi, si può anche attivare la classica funzionalità UI con una mano che ne agevola l'utilizzo. La scocca posteriore è in vetro e risulta molto piacevole alla vista, andando a creare anche dei buoni giochi di luce. Il tutto accompagnato dallo schermo con notch stile iPhone X in alto, contenente gli altoparlanti e le due fotocamere frontali. Manca il tasto Home: si fa tutto digitalmente.

Passando alla parte posteriore, troviamo i due sensori fotografici con sviluppo verticale affiancati dal flash LED a sinistra. Il sensore di impronte digitali, invece, è posto appena sotto in posizione centrale. Parlando di quest'ultimo, lo sblocco tramite impronta è molto veloce, anche se abbiamo spesso preferito usare il comodo sblocco facciale, che funziona bene su questo Mate 20 Lite. Da segnalare anche la presenza delle bande plastiche ai lati per migliorare la ricezione.
Gli altoparlanti trovano posto nella parte inferiore, accanto alla porta USB Type-C, a un microfono e al jack audio da 3.5 mm. Sulla destra sono invece presenti il tasto d'accensione e quello per alzare e abbassare il volume, mentre sulla sinistra troviamo il carrellino della SIM. Un secondo microfono fa capolino nella parte superiore.

Lo smartphone viene venduto nelle colorazioni Nero, Sapphire Blue e Platinum Gold. Noi, come potete vedere dalle immagini, abbiamo testato la colorazione blu, in linea con il mercato attuale, dominato da colori scuri. Ottima la solidità costruttiva, con dei materiali molto resistenti che non vanno mai a rendere "scivolosa" la parte posteriore dello smartphone. Tirando le somme, il design di Mate 20 Lite ci ha convinto, con un retro veramente bello da vedere e una sensazione di trovarsi dinanzi a materiali "premium".

Caratteristiche tecniche

Per quanto riguarda le caratteristiche tecniche, troviamo un display IPS LCD da 6,3 pollici con risoluzione Full HD+ (2340x1080 pixel) e aspect ratio 19,5:9, che offre una qualità e angoli di visione leggermente superiori alla media della fascia di prezzo. Buona anche la regolazione automatica della luminosità. Nonostante questo, Huawei Mate 20 Lite si trascina il principale problema che tutti gli smartphone dotati di display 19,5:9 hanno: la compatibilità delle app. Con il passare dei mesi, i principali sviluppatori hanno già provveduto ad aggiornare il proprio software introducendo il supporto all'aspect ratio in questione, ma alcune app anche molto popolari vengono ancora visualizzate nei classici 16:9, non andando a "riempire" completamente lo schermo. A soffrire di questa problematica sono soprattutto applicazioni come Infinity, Twitch e Amazon Prime Video, nonché diversi giochi che abbiamo testato, come Assassin's Creed Identity.

Huawei, però, ha pensato anche a questo e ha sviluppato l'opzione Visualizzazione schermo intero, che riesce a risolvere il tutto con la maggioranza delle app, ma non con YouTube. Infatti, visualizzando un video sulla piattaforma in questione, i contenuti vengono mostrati di default in 16:9 e solamente effettuando uno zoom essi riempiono tutto lo schermo, ma non i lati del notch, "tagliando" una piccola parte del contenuto multimediale, cosa che in alcune tipologie di video potrebbe risultare fastidiosa. Pensiamo, ad esempio, a un gameplay, dove nella parte superiore è presente una sottile barra della salute del protagonista: in questo caso l'utente potrebbe non riuscire nemmeno a vedere l'informazione in questione nella "modalità 18:9". Si tratta, però, di un problema legato a pochissimi casi che può essere risolto con un semplice zoom out.

Per quanto riguarda il sistema operativo, Huawei Mate 20 Lite monta la EMUI 8.2 basata su Android 8.1 Oreo, di cui parleremo più dettagliatamente in seguito. Il processore è invece il Kirin 710, octa-core operante alla frequenza massima di 2.2 GHz (4 x 2.2 GHz ARM Cortex-A73 + 4 x 1.7 GHz ARM Cortex-A53). Il sample arrivato in redazione monta poi una GPU Mali-G51 MP4, 4GB di RAM e 64GB di memoria interna, oltre a una batteria da 3750 mAh, che consente allo smartphone di arrivare tranquillamente a sera con utilizzo medio. In particolare, siamo spesso arrivati a fine giornata con il 20% di carica residua. Insomma, questo è sicuramente uno dei punti di forza di Mate 20 Lite. All'ottima autonomia va poi aggiunta la ricarica veloce Quick Charge, con lo smartphone che impiega poco meno di un'ora e mezza per passare dallo 0 al 100%. Non mancano anche tutte le connettività richieste dal mercato odierno degli smartphone, con il supporto a Bluetooth 4.2, 4G LTE, GPS, NFC e WiFi 802.11 b/g/n/ac. Peccato per la mancanza di qualsivoglia certificazione IP.

A bordo di Huawei Mate 20 Lite troviamo una dual camera posteriore con un sensore principale da 20MP (f/1.8) a colori affiancato da uno da 2MP, che serve per il calcolo della profondità di campo.
La qualità delle foto risulta buona e leggermente superiore alla media soprattutto in buone condizioni di luce, ma non riesce a raggiungere la qualità di quelli che potremmo definire "cameraphone". Infatti, con scarsa luce emergono tutti i suoi limiti, con un marcato rumore di fondo. I video arrivano alla risoluzione Full HD/60fps, ma la stabilizzazione elettronica si ferma a 30fps.
Ottima la dual camera anteriore da 24MP (f/2.0) + 2MP, che riesce a scattare ottimi selfie decisamente superiori alla media. In questo caso, il connubio intelligenza artificiale e HDR Pro si fa notare in positivo e potremmo definire questo Mate 20 Lite come uno dei migliori "Selfie Phone" sul mercato. I video frontali si fermano alla risoluzione Full HD/30 fps. Trovate alcune foto non compresse seguendo questo link.

Un plauso va sicuramente all'ottima app Fotocamera, a cui Huawei ci ha abituati da qualche tempo a questa parte. Con il Mate 20 Lite, però, la società ha ampliato ulteriormente le possibilità offerte. Le funzionalità sono veramente moltissime, di seguito ne riportiamo alcune. L'interessante Light painting consente di "catturare" le scie luminose urbane, mentre le altre modalità comprendono "Pro", "Scan documento", "Panorama 3D", "Modalità artista" e "Modalità ritratto", per citarne alcune. Veniamo però alla tanto sponsorizzata intelligenza artificiale, che qui è in grado di riconoscere circa 200 scene, adattando i colori e migliorando sensibilmente gli scatti. Oltre a questo, non manca la funzionalità "Lenti AR", che sfrutta l'intelligenza artificiale per realizzare le 3D Qmoji (la versione di Huawei delle Animoji), Effetti (degli occhiali da sole sulla nostra faccia, ad esempio), Sfondi (come un muro di cuoricini dietro di noi) e Oggetti 3D (un pinguino in realtà aumentata che balla sul tavolo, ad esempio).
Funzionalità interessanti e che dobbiamo dire funzionano molto bene, tranne per quanto riguarda gli sfondi. Infatti, lo "scontornamento" del corpo risulta spesso poco preciso e il risultato finale non è dei migliori. L'intelligenza artificiale, dunque, viene utilizzata per funzionalità curiose, ma che ci sentiamo comunque di definire "marginali", anche se gradite. Nonostante questo, siamo sicuramente dinanzi a uno dei software più completi in circolazione, che non si fa mancare veramente nulla. Buono il comparto audio, con un volume massimo e una pulizia del suono in grado di rivaleggiare con gli altri smartphone di fascia media.

Software

Al momento in cui scriviamo, Huawei Mate 20 Lite monta la EMUI 8.2, basata su Android 8.1 Oreo con patch di sicurezza del 1 luglio 2018. Essenzialmente nessuna novità aggiunta alla già ricca proposta della società, che include personalizzazioni di rilievo come le app proprietarie (es. Gestione Telefono e HiCare) e la funzionalità App Gemella, che consente di duplicare alcune applicazioni (come WhatsApp) in modo da utilizzarle con due differenti account sullo stesso dispositivo. Per le ulteriori novità legate ad Android, vi invitiamo a consultare questo articolo. Insomma, un'esperienza "pulita" e senza bloatware.

Prestazioni, benchmark e gaming

Non abbiamo riscontrato problema di fluidità con questo Huawei Mate 20 Lite; in ambito quotidiano, dunque, lo smartphone della società cinese gira molto bene. Per gli amanti dei benchmark, Huawei Mate 20 Lite ha fatto registrare un punteggio di 954 punti su Sling Shot Extreme (OpenGL ES 3.1) di 3D Mark, mentre il test Sling Shot Extreme (Vulkan) ha fatto registrare un punteggio di 1127. Per farvi un esempio concreto, Huawei Mate 10 Lite ha totalizzato 363 punti nel primo e 294 punti nel secondo. Insomma, un bel passo in avanti rispetto alla precedente iterazione, che però non riesce a competere con Honor 10, attualmente venduto a un prezzo di 329,90 euro su Amazon.it. Infatti, il flagship della controllata aveva fatto registrare un punteggio di 2952 nel primo benchmark e di 3210 nel secondo nella nostra recensione, numeri che appartengono a una fascia più alta.

Passando al gaming, titoli come Assassin's Creed: Identity e Real Racing 3 girano bene anche al massimo del dettaglio, senza mai avere vistosi cali di framerate. Siamo poi passati a produzioni più recenti come Modern Combat 5 e l'ormai immancabile PUBG Mobile. Anche qui le prestazioni sono risultate buone. In particolare, qui sopra potete vedere oltre 10 minuti di gameplay del titolo Tencent, che abbiamo filmato durante la nostra prova.
Dal video, si nota come PUBG Mobile offra una buona fluidità con dettagli impostati su "Balanced" e frame rate su "Medium". Le prestazioni in tal senso, dunque, risultano essere nella media di questa fascia di prezzo. Insomma, Huawei Mate 20 Lite può garantire soddisfazioni anche ai gamer.

Huawei Mate 20 Lite Huawei Mate 20 Lite anticipa di qualche settimana gli altri dispositivi della nuova gamma della società cinese, presentandosi come uno smartphone dal buon design, con un’autonomia granitica e un’ottima doppia fotocamera anteriore, ma che soffre di una concorrenza molto alta nella fascia di prezzo in cui si colloca. Inoltre, le funzionalità di intelligenza artificiale sono sicuramente gradite e funzionano a dovere (tranne gli sfondi), ma non sono essenziali. Tuttavia, consigliamo senza remore questo Mate 20 Lite a chiunque sia alla ricerca di un “Selfie Phone”, in questo ambito non vi deluderà.

8