Huawei MatePad 2022 Recensione: un ottimo tablet da 10 pollici

Il MatePad 2022 da 10 pollici è un tablet valido e perfetto per chi cerca un buon rapporto qualità-prezzo, seppur con qualche compromesso.

Huawei MatePad 2022 Recensione: un ottimo tablet da 10 pollici
Articolo a cura di

Huawei rinnova la sua sfida nel mercato dei tablet e anche per quest'anno ha proposto agli utenti il fiore all'occhiello della sua lineup con l'annuncio di Huawei MatePad 10.4 2022, con cui abbiamo avuto modo di trascorrere qualche giorno insieme per capirne i punti di forza ma anche i limiti e gli aspetti che potrebbero essere migliorati.
Tutti fattori che potrebbero influenzarne, in positivo o in negativo, l'acquisto da parte di determinate fette di pubblico, non tanto sul prodotto in quanto tale ma principalmente a livello software, nonostante un prezzo estremamente concorrenziale e a partire da 249,90 euro sul sito ufficiale del brand.

Design ed hardware

In questa recensione non possiamo non partire snocciolando qualche informazione sulla scheda tecnica. A dominare il frontale del nuovo Huawei MatePad troviamo un display FullView da 10,4 pollici 2K, le cui cornici conferiscono al tablet un rapporto schermo-corpo dell'84%.

Il pannello IPS offre una luminosità di 470 nits, che consente di utilizzarlo anche sotto la luce diretta del sole.
Nonostante i miglioramenti apportati al comparto multimediale, però, dobbiamo segnalare che gli altoparlanti con sintonizzazione Harman Kardon non si distinguono particolarmente per qualità: soprattutto per l'ascolto musicale, infatti, i suoni appaiono ovattati, maggiormente a volumi elevati.
Il design è molto elegante. Huawei MatePad 2022 è spesso solo 7,35mm e ha un peso di 450 grammi. Il grip è ottimo e si tiene in mano facilmente anche a letto, il che non può che rappresentare un plus se avete intenzione di utilizzarlo per la classica esperienza letto-divano per leggere notizie su internet o guardare video su YouTube e le principali piattaforme di streaming.

Sotto la scocca troviamo il processore Huawei Kirin 710A con GPU Mali G51. Le performance sono perfettamente in linea con gli altri tablet di fascia media presenti sul mercato: l'esperienza è comunque abbastanza fluida e le principali operazioni quotidiane si eseguono con estrema facilità e fluidità. Potrete anche concedervi qualche partita, a patto di non avere aspettative troppo elevate in termini di dettaglio grafico, proprio perché siamo di fronte, appunto, a un dispositivo pienamente in fascia media.

La batteria è da 7250 mAh e supporta la ricarica rapida da 25W attraverso la porta USB-C con il caricatore incluso nella confezione. A riguardo, dobbiamo spendere una parola positiva per il lavoro portato avanti da Huawei, perché il tablet in standby consuma davvero poco e con un utilizzo intensivo ci ha sorpresi, nonostante qualche surriscaldamento di troppo durante le sessioni di test più lunghe e intensive.

La versione che abbiamo avuto modo di provare includeva 128 GB di memoria interna, ma nei negozi è disponibile anche un modello da 64 GB. Entrambi sono accomunati dalla presenza di 4 GB di RAM e dalla possibilità di espandere lo storage interno tramite microSD fino a 512 GB.

Non fa gridare al miracolo il comparto fotografico: sulla scocca posteriore troviamo una lente da 13 megapixel con apertura f/1.8 e autofocus con flash, che propone performance non esaltanti ma che può rappresentare una buona soluzione di emergenza. Troppo pochi, invece, gli 8 megapixel della fotocamera frontale (con apertura f/2.0), che non ci ha convinti del tutto nemmeno durante le videochiamate: si poteva fare sicuramente di più.

La nuova M-Pencil completa l'esperienza

Insieme allo Huawei MatePad 2022 abbiamo ricevuto anche la M-Pencil di seconda generazione, il pennino che, insieme ad un'ampia gamma di accessori disponibili sul mercato (tra cui la tastiera), mira a completare l'esperienza.

La nuova M-Pencil offre 4069 livelli di sensibilità di pressione. Rivestita in un'elegante finitura platino, è comoda e leggera da maneggiare e può essere utilizzata anche da inclinata. Purtroppo, però, il MatePad 2022 non ha integrato lo stesso sistema di Apple per la ricarica e il pairing, con il pennino che deve essere caricato tramite l'accessorio magnetico presente in dotazione, il quale può essere collegato direttamente al tablet tramite l'ingresso USB-C, a differenza di quanto emerso nel corso della nostra recensione di Huawei MatePad 11 2021.

La M-Pencil apre le porte a vari utilizzi e consente di accedere in maniera rapida a diverse opzioni: ad esempio, scorrendo verso l'interno dall'angolo in alto a destra si aprirà il menù delle scelte rapide, mentre con un doppio tap direttamente sul pennino si accederà rapidamente alle funzioni mentre si disegna o si scrive. La M-Pencil può interagire col tablet anche quando messo in sospensione: toccando lo schermo, infatti, si può aprire il blocco note per prendere appunti al volo.

Appunti che, come tutte le caselle presenti nel sistema operativo, possono essere anche presi a mano libera tramite FreeScript, che consente di scrivere direttamente nei campi d'inserimento utilizzando la stilo. La funzione, però, non sempre si dimostra precisa e alcune volte abbiamo dovuto fare più tentativi per rendere riconoscibile il testo.

Software: pesa l'assenza di Google Services

Alla base di Huawei Matepad troviamo HarmonyOS 2.0, il nuovo sistema operativo del colosso cinese che, dall'addio ai Google Services, ha compiuto degli sforzi monumentali per non far sentire la mancanza dei GMS agli utenti. Anche qui, non c'è ovviamente il Play Store ma al suo posto troviamo un AppGallery che con il passare del tempo si sta arricchendo sempre più e che già da tempo conta tra le sue fila i principali colossi del settore.

HarmonyOS 2.0 e Huawei MatePad nel complesso lavorano bene insieme e sono ottimizzati l'uno per l'altro. Durante i nostri test abbiamo potuto sfruttare le ottime funzionalità di multitasking che lo rendono un'opzione buona anche per coloro che vogliono usarlo per la produttività da mobile, nonostante dei limiti a livello hardware che evidentemente mostrano il posizionamento entry-level sul mercato.

Huawei MatePad 2022 Huawei MatePad 2022 è un ottimo tablet entry level. Nonostante aspetti più preventivabili, come il processore e l’audio che non ci hanno esaltato, questo tablet rappresenta un’ottima soluzione per chi non vuole spendere molto ma è alla ricerca di un prodotto essenziale. Disponibile a 249,90 Euro per il modello 4/64GB (ora in sconto a 219 Euro) e 299 Euro per quello 4/128GB (ora scontati a 269 Euro), è consigliato per chi vuole portare a casa un tablet affidabile senza spendere troppo, a patto di scendere a qualche compromesso: per qualcuno la mancanza dei Google Services potrebbe rappresentare una limitazione importante e vi invitiamo a prendere in considerazione questo aspetto prima di procedere con l’ordine.

7.5