Huawei Watch GT 2e Recensione: lo smartwatch è ancora più sportivo

Huawei lancia un nuovo modello di smartwatch appartenente alla sua gamma Watch GT. Si tratta di una variante molto sportiva.

recensione Huawei Watch GT 2e Recensione: lo smartwatch è ancora più sportivo
Articolo a cura di

Huawei rinnova spesso la sua gamma di smartwatch. È accaduto nel 2019 con il primo Watch GT ed è avvenuto di nuovo nel 2020 con il Watch GT 2e, che viene venduto a un prezzo di 149,90 euro su Amazon Italia (46 mm). Tra l'altro, nel momento in cui scriviamo, è possibile ottenere in omaggio gli auricolari Huawei Sport Bluetooth Headphones Lite acquistando lo smartwatch allo stesso prezzo dal sito ufficiale.
Quest'anno gli inconvenienti non sono mancati: come ben sapete, la situazione in cui ci troviamo non è esattamente positiva per quanto riguarda le uscite di casa. Tuttavia, sempre seguendo tutte le normative del caso, siamo riusciti, con un po' di pazienza, a testare come si deve anche questa nuova variante dello smartwatch, in modo da potervela raccontare al meglio.

Design, unboxing e scheda tecnica

Togliamoci subito la questione principale: le differenze con il modello dello scorso anno ci sono, ma questo Watch GT 2e condivide molto con le precedenti versioni. Per questo motivo, nella recensione analizzeremo il prodotto mettendo il focus principalmente sulle sue peculiarità, senza "annoiarvi" nel ripetere all'infinito ciò che abbiamo esplicitato nella dettagliata recensione dell'originale Huawei Watch GT 2.
Detto questo, Huawei Watch GT 2e viene venduto esclusivamente nella variante con cassa da 46 mm. Il cinturino è in gomma ed è chiaramente pensato per un uso sportivo(come invece avveniva con la variante Classic di Watch GT 2 dello scorso anno).

La colorazione che abbiamo avuto modo di provare, la Mint Green, ci è piaciuta molto e, a nostro modo di vedere, fa spiccare di più il prodotto rispetto alle classiche varianti scure. In ogni caso, Watch GT 2e può essere acquistato in una colorazione ancora più "vivace" (Lava Red) oppure nella classica Graphite Black. Insomma, le possibilità di scelta non mancano e vanno a incontrare un po' tutti i gusti.

La ghiera frontale è in acciaio e sono presenti i soliti pulsanti fisici sul lato destro, che ora hanno una forma che li rende più facili da premere. Assenti, invece, perlomeno nella nostra variante, le indicazioni numeriche, aspetto che va a rendere un po' più "pulito" il design. Sul retro non mancano il sistema di rilevamento del battito cardiaco e i due connettori per la ricarica.

Per quanto riguarda la confezione di vendita, all'interno troviamo, oltre allo smartwatch, un cavo USB Type-C e la solita base di ricarica magnetica. Presente, inoltre, l'immancabile Quick Start Guide. Insomma, la dotazione è molto classica e gli utenti che hanno già utilizzato in passato soluzioni di questo tipo si troveranno sicuramente a casa.

Le dimensioni dello smartwatch sono pari a 53 x 46,8 x 10,8 mm, per un peso di appena 43 grammi (senza il cinturino). Il display è quello che abbiamo imparato a conoscere con le precedenti iterazioni: si tratta di un pannello AMOLED da 1,39 pollici con risoluzione 454 x 454. Le dimensioni dello schermo consentono di svolgere tranquillamente tutte le attività del caso.

A livello di connettività troviamo il supporto all'ottimo Bluetooth 5.1 e al GPS + GLONASS. Insomma, anche qui gli utenti si possono sentire a casa e non mancano tutti i classici sensori, tra cui accelerometro, sensore di pressione atmosferica e del battito cardiaco e il giroscopio. Presente una memoria interna di 4GB in cui inserire la propria musica in MP3 (circa 500 canzoni). L'originale Watch GT 2 disponeva anche di uno speaker integrato (qui assente). Le canzoni possono quindi essere ascoltate tramite auricolari Bluetooth, come quelli che vengono forniti in "omaggio" con la promozione di lancio.

La compatibilità dell'applicazione Huawei Health, utilizzata per gestire tutte le funzionalità dello smartwatch, è a partire da Android 4.4 o iOS 9.0. Il software è più o meno sempre quello che conosciamo, ma in questo caso Huawei ha aggiunto miriadi di attività sportive personalizzate, portando il numero totale a 100. Una novità interessante, che porta con sé attività come lo skateboarding e l'arrampicata.

Per il resto, l'autonomia è sempre pari a due settimane circa con una singola carica. Insomma, Huawei è una sicurezza da questo punto di vista. Le principali funzionalità offerte sono interessanti, dal monitoraggio SpO2 a quello dello stress, passando per il tracciamento del sonno e per le statistiche che compaiono a schermo durante le attività. Interessante la modalità di "autotracking", che inizia a tracciare l'attività quando rileva il movimento.

Esperienza d'uso

Watch GT 2e riprende molto dall'originale Watch GT 2 e quindi non possiamo che ribadire che lo schermo AMOLED è di ottima qualità e si vede molto bene anche sotto la luce del sole, mentre l'autonomia è tra le migliori in circolazione. Inoltre, il tracciamento della posizione e del dislivello è sempre stato preciso. Gli smartwatch di Huawei non consentono di installare applicazioni, dato che si basano interamente sulle funzionalità native e sull'interazione con lo smartphone tramite Huawei Health.
Le funzionalità accessibili dal menu principale dello smartwatch sono praticamente le stesse dell'originale Watch GT 2. Le 15 modalità di allenamento professionale includono Ellittica, Escursione, Corsa crosscountry e Triathlon, giusto per farvi qualche esempio. Non male l'introduzione di fino a 100 modalità, considerando anche quelle personalizzate, ma francamente ci sono sembrate più dei "riempitivi" che delle reali novità.

Infatti, in fin dei conti, i metodi di tracciamento sono sempre quelli e cambia ben poco. Per il resto, tutto è rimasto molto simile, salvo ovviamente la mancanza della possibilità di fare chiamate e ascoltare musica senza cuffie (data l'assenza di microfono e speaker).

In realtà, qualche nuova funzionalità c'è: ad esempio, c'è il monitoraggio SpO2 e sono presenti delle watchface rinnovate. Si tratta sicuramente di possibilità interessanti, che vanno a rendere ancora più completo il quadro generale. Tuttavia, sono arrivate anche per chi dispone degli altri smartwatch della stessa serie e quindi non possiamo considerarle "esclusive".

In ogni caso, l'esperienza offerta da Watch GT 2e è ottima, in modo simile a quanto già avvenuto con i precedenti modelli. Dobbiamo però segnalare qualche problema nel software. Oltre alla solita "scomodità" nel dover installare l'applicazione Health, che rimane aperta in background, e alle notifiche limitate, questa volta abbiamo riscontrato un ulteriore inconveniente.

Tutto è andato bene fino a quando abbiamo testato lo smartwatch con Honor 9X Pro, un dispositivo che dispone di AppGallery e degli HMS (Huawei Mobile Services). Tuttavia, in seguito alla nostra scoperta fatta a inizio 2020 con gli smartphone Samsung e rilanciata all'estero da Android Headlines per quanto riguarda i dispositivi di terze parti in generale, abbiamo deciso di provare Watch GT 2e anche con uno smartphone di OPPO.

Installare l'applicazione Huawei Health dal Play Store non basta: il sistema chiederà di aggiornare gli HMS. Tuttavia, scaricando l'ultima versione presente sullo store di Google, Health non ne vuole sapere di funzionare. L'unico modo in cui siamo riusciti a superare questo limite è stato scaricare lo store Huawei AppGallery dal sito ufficiale, installare il suo file APK e reperire da lì l'ultima versione di HMS Core. Si tratta di una procedura semplice ma che rende meno immediato l'utilizzo dello smartwatch.

Huawei Watch GT 2e Huawei Watch GT 2e riprende praticamente a piene mani quanto abbiamo visto lo scorso anno con l'originale Watch GT 2. Le differenze principali si trovano unicamente nel design, decisamente più adatto ai giovani e agli sportivi rispetto alla variante Classic, in qualche novità lato software e nell'assenza dell'altoparlante e del microfono. Non abbiamo sentito molto questa mancanza, ma è giusto segnalarla per coloro che sono soliti effettuare chiamate in questo modo. Huawei ha fatto comunque un buon lavoro, dal comodo cinturino in gomma, passando per la possibilità di misurare lo stress, per la personalizzazione, per il buon schermo e per la solita ottima autonomia. Purtroppo il software ha qualche grana che non avremmo voluto vedere riguardante la fase di configurazione con smartphone di terze parti, ma superato questo aspetto siamo dinanzi a uno smartwatch che ha veramente poche pecche. L'azienda cinese fa bene a riproporlo in più varianti, in modo da incontrare sia i gusti più "classici" che quelli più moderni. Uno dei punti di forza più importanti di Watch GT 2e è il rapporto qualità/prezzo (costa 149 euro). Tuttavia, ultimamente l'originale Watch GT 2 viene venduto a prezzi simili e forse potrebbe valere la pena puntare su quel modello (a seconda dei vostri gusti in termini di design e funzionalità).

8.3