Huawei Watch GT Active Recensione: uno smartwatch dalla batteria super

Huawei Watch GT Active è uno smartwatch interessante, in grado di spazzare via la concorrenza in termini di autonomia.

recensione Huawei Watch GT Active Recensione: uno smartwatch dalla batteria super
Articolo a cura di

Gli smartwatch sono un po' le eterne promesse del mercato tecnologico. Avrebbero dovuto rivoluzionare già diversi anni fa il modo in cui usiamo gli smartphone, portando ovunque le loro loro funzioni e consentendoci di gestire tutto dal polso. Nonostante questo, la loro difusione sta procedendo a rilento e le aziende che si stanno veramente contendendo il mercato si contano sulle dita di una mano.
Pensiamo ad Apple, leader del settore con il suo Watch 4, e a Huawei, che sta provando a mettere i bastoni tra le ruote all'azienda di Cupertino con la sua serie Watch GT, che sta vendendo particolarmente bene (2 milioni di smartwatch consegnati in circa sei mesi). Tra questi c'è Huawei Watch GT Active, la variante "sportiva" dello smartwatch, che viene venduta a un prezzo di circa 200 euro su Amazon Italia.

Design ed ergonomia

Prima di parlare nel dettaglio dello smartwatch è bene fare distinzione tra le diverse varianti presenti sul mercato, visto che il nome può creare confusione. Huawei Watch GT viene venduto in due modelli: Active Edition (quello che abbiamo avuto modo di testare) ed Elegant Edition. La prima variante ha una cassa da 46 mm ed è pensata per un uso "sportivo", mentre la seconda è dedicata ad ambienti più esigenti in termini di eleganza e possiede una cassa da 42 mm. Inoltre, la versione Active che abbiamo provato dispone di un cinturino in fluoroelastomero .
Parlando della confezione di vendita, troviamo una elegante scatola nera a forma di quadrato, che riesce a conferire sin da subito un look "premium" allo smartwatch. All'interno, oltre ovviamente a Watch GT Active, sono presenti una base di ricarica magnetica, un cavo USB Type-C per la ricarica e manualistica varia. Insomma, un packaging senza fronzoli che contiene tutto ciò di cui l'utente necessita per utilizzare al meglio lo smartwatch.
Il cinturino in fluoroelastomero, in questo caso in colorazione Titanium Grey, gli conferisce un design aggressivo e adatto appunto agli sportivi. I materiali sono di qualità discreta ma non eccezionale.

Le dimensioni sono di 46,5 x 46, 5 x 10,6 mm, per un peso di appena 46 grammi (senza cinturino). Questo rende lo smartwatch particolarmente comodo e il materiale traspirante consente di tenerlo tranquillamente al polso anche durante le attività più lunghe.

Il peso è ben distribuito e in ogni caso il display AMOLED da 1,39 pollici con risoluzione 454 x 454 è abbastanza grande per adempiere a tutte le funzionalità per cui è pensato. Osservando Watch GT Active frontalmente, oltre allo schermo, a spiccare è la ghiera realizzata in ceramica. Sul lato destro sono presenti due tasti, da quello superiore si accende lo smartwatch e si accede alla schermata riassuntiva delle funzionalità, mentre da quello inferiore invece si attiva la modalità allenamento, una scorciatoia diretta che conferma ancora una volta come il target di questo dispositivo siano gli sportivi.
Sul retro fanno capolino il sistema di rilevamento del battito cardiaco e 2 piccoli connettori per il sistema di ricarica, non wireless ma magnetico, grazie al quale lo smartwatch si ancora facilmente alla base presente in confezione. Una ricarica completa richiede circa 2 ore. Ottimo il fatto che Watch GT Active sia impermeabile fino a 5 ATM.

Caratteristiche tecniche ed esperienza d'uso

Particolarmente interessanti le caratteristiche tecniche: Huawei Watch GT Active abbandona il vecchio sistema operativo Wear OS (ex Android Wear) in favore di LiteOS, un OS proprietario della società cinese. Questo passaggio ha portato diversi vantaggi, soprattutto nell'autonomia. Abbiamo dovuto utilizzare lo smartwatch per circa due settimane intere prima di doverlo collegare alla base di ricarica. Un ottimo risultato, che permette di posizionare Watch GT Active al top per quanto riguarda l'autonomia.
Questa scelta ha però portato anche alcuni svantaggi in termini di funzionalità software. Non è infatti possibile installare applicazioni e in linea generale la personalizzazione è ridotta all'osso. In ogni caso, dobbiamo sempre ricordarci che stiamo parlando di uno smartwatch e quindi le sue possibilità sono per forza di cose ridotte.

Le funzionalità presenti sono la modalità Allenamento, la schermata Record (che tiene memorizzate tutte le attività dell'utente) e le pagine Stato Allenamento (che monitora le attività fornendo dati come Forma, Carico e Tempo di recupero). Troviamo poi la frequenza cardiaca, Attività (che invita l'utente ad eseguire almeno 30 minuti di passeggiata/corsa al giorno e a raggiungere determinati obiettivi), sonno, barometro, bussola, meteo, messaggi, cronometro, timer, sveglia, torcia e trova telefono.

Per il resto, dalle Impostazioni è possibile cambiare il preset del quadrante (scegliendo tra i 15 disponibili), gestire la luminosità dello schermo e il tempo di sospensione. Non manca anche la modalità Non disturbare e, dall'ultimo aggiornamento, è finalmente possibile impostare una schermata fissa di standy del quadrante, in modo che lo schermo rimanga sempre accesso e fornisca l'orario.
Insomma, nonostante tutto, le funzionalità di base che ci si aspettano da uno smartwatch sono presenti.
Oltre a questo, il tracciamento della posizione e del dislivello è sempre risultato particolarmente preciso, così come il rilevamento del battito cardiaco e del sonno.

Un punto dolente abbastanza importante, però, è il metodo di collegamento allo smartphone. Huawei Watch GT Active deve essere collegato al dispositivo mobile tramite Bluetooth 4.2, ma non è possibile fare questo direttamente. Infatti, per usufruire delle funzionalità offerte dallo smartwatch bisogna necessariamente scaricare l'applicazione Huawei Health (disponibile sia per Android che per iOS). Quest'ultima è bella da vedere e permettere di monitorare in modo piuttosto dettagliato tutte le attività svolte (con tanto di tracciamento tramite mappa "simil Google Maps" dei percorsi).

Tuttavia, bisogna tenere sempre aperta quest'applicazione per far funzionare come si deve Watch GT Active e il corretto recapito delle notifiche e del tracciamento dipende dal fatto che l'app rimanga in background, consumando risorse dello smartphone. Non si tratta di un software particolarmente "pesante", ma questo potrebbe dare fastidio, soprattutto se si dispone di un dispositivo mobile non particolarmente performante. Limitato il sistema di notifiche: queste possono semplicemente essere lette sullo schermo del Watch GT Active e non è possibile interagire con esse in alcun modo, se non ovviamente utilizzando lo smartphone.

Il display AMOLED da 1, 39 pollici con risoluzione 454 x 454 pixel è ottimo e dispone di una buona luminosità ed è perfettamente visibile anche sotto al sole. Il vetro non trattiene particolarmente le impronte e la risoluzione è sicuramente superiore alla media. Ottima anche la presenza della riaccensione del display mediante la rotazione del polso, che è sempre risultata piuttosto precisa.
Presenti inoltre 128MB di memoria interna e il supporto al GPS, in questo caso affiancato da GLONASS e Galileo. Questo permette un tracciamento affidabile e preciso.

Huawei Watch GT Huawei Watch GT Active è un ottimo smartwatch nella fascia dei 200 euro. L'autonomia granitica, l'ottimo display, la comodità e la fluidità del software sono dei punti di forza piuttosto importanti. Tuttavia, ci sono anche alcune sbavature dovute al giovane sistema operativo LiteOS, come le notifiche poco smart e l'impossibilità di utilizzare come si deve lo smartwatch senza tenere aperta l'applicazione Huawei Health. In ogni caso, i punti positivi sono sicuramente più rilevanti di quelli negativi e ci sentiamo quindi di premiare questo Watch GT Active.

8.5