KFA2 RTX 2070 Super WTF Recensione: una buona Turing custom

Le GPU di Galax sbarcano ufficialmente in Italia. In attesa delle prossime RTX 3000, diamo uno sguardo a questa RTX 2070 Super.

recensione KFA2 RTX 2070 Super WTF Recensione: una buona Turing custom
Articolo a cura di

Perché recensire oggi una RTX 2070 Super? Di queste GPU si sa ormai tutto, ma l'occasione propizia è arrivata con lo sbarco in Italia del brand Galax, nome storico del settore che da molti anni produce schede video.
Finora i suoi prodotti non sono mai arrivati ufficialmente nel nostro paese, ora però le cose sono cambiate. Sotto il brand KFA2 si celano infatti le GPU prodotte da Galax, che sta preparando il terreno in attesa della nuova generazione di schede video Ampere. Nel frattempo, diamo uno sguardo alla RTX 2070 Super, che non si discosta molto dagli altri modelli custom se non per un look decisamente aggressivo, soprattutto sul fronte dell'illuminazione.

Design

Galax non è mai stato un brand che punta su design sobri e ora anche KFA2 riprende questo stile con la sua RTX 2070 Super WTF. La prima cosa che si nota sono le dimensioni, decisamente generose se confrontate con la RTX 2070 Super Founders Edition. Con la gamma Turing i modelli custom più performanti spingono molto sul dissipatore per cercare di guadagnare qualche MHz in più, lo abbiamo visto anche nella recensione della ROG Strix RTX 2070 O8G.
Da un lato questo permette una maggiore silenziosità e una migliore dissipazione termica, dall'altro crea qualche problema con i case, perché i 328 mm di lunghezza non sono gestibili da tutti: prima di procedere all'acquisto verificate di avere lo spazio per una GPU così lunga, perchè nella maggior parte dei case dimensioni di questo tipo non sono compatibili.

Sul fronte del design KFA2 punta sui led per dare una spinta in più a questa GPU. LED che troviamo sia intorno alle tre ventole, sia nella parte superiore, ad evidenziare il claim "Work The Frames". Non bastasse questo, ne troviamo altri sul backplate, prima volta che vediamo dal vivo una soluzione di questo tipo. Sul retro i LED sono impiegati per visualizzare delle piccole stelle, una scelta stilistica particolare e che può non piacere a tutti.

Sulla scocca si possono osservare la porta NVlink per lo SLI, una modalità sempre meno utilizzata e destinata a scomparire con il passare del tempo, e due connettori, uno a otto l'altro a sei pin, per l'alimentazione. Le connessioni disponibili comprendono tre DisplayPort e una HDMI.

Specifiche e benchmark

Questa RTX 2070 Super dispone di 40 Stream Processor al cui interno sono racchiusi 2560 CUDA Core. In tutto ci sono 40 RT Core e 320 Tensor Core, con un TDP di 215 W. Ci sono poi 8 GB di RAM GDDR6 a 14 Gbps su bus a 256 bit, per un bandwidth di 448 GB/s.
Le specifiche sono ovviamente le stesse presenti sulla 2070 Super Founder Edition, anche se cambiano leggermente le frequenze, con il Boost Clock che sale a 1815 MHz, contro i 1770 MHz della reference. Come abbiamo visto già in passato l'architettura Turing non si presta molto all'overclock, anche in presenza di dissipatori maggiorati come questo l'aumento delle prestazioni è relativamente basso.

Grazie al software Xtreme Tuner Plus si può guadagnare ancora qualche MHz, portando il Boost Clock a 1830 MHz. È possibile salire ancora? Assolutamente sì, ma bisogna farlo manualmente.

In questo caso abbiamo toccato i 2015 MHz sulla GPU, ma questo è possibile solo agendo direttamente sulle frequenze e sul power limit.
Le prestazioni sono quelle di una classica RTX 2070 Super, quindi perfette per il 1440p. Se giocate in Full HD meglio risparmiare e puntare direttamente alla RTX 2060 Super, più adatta a questa risoluzione. Il target del 4K è raggiungibile ma non con Ray Tracing attivo e comunque bisogna adattarsi a giocare intorno ai 40 fps, un buon risultato, tuttavia per questa risoluzione meglio andare sulla RTX 2080 Super, che garantisce prestazioni più solide.
Come abbiamo visto le performance non nascondono sorprese, stessa cosa possiamo dire per temperature e silenziosità.

Sotto sforzo questa scheda si mantiene in un range tra i 64 e i 67 gradi e anche quando spinta al massimo rimane silenziosa, un vantaggio possibile grazie al dissipatore e al sistema a tripla ventola, più efficaci rispetto alle soluzioni adottate sulle Founders Edition.

KFA2 RTX 2070 Super WTF L’arrivo di Galax in Italia, celato sotto al brand KFA2, è una buona notizia, perché ora un altro produttore potrà portare la sua offerta nel nostro paese, aumentando le possibilità di scelta. Questa RTX 2070 Super Custom si è rivelato un ottimo prodotto, che può competere alla pari con soluzioni della concorrenza ben più conosciute in Italia, a patto di mantenere un prezzo non troppo elevato (purtroppo i prezzi italiani non sono ancora disponibili). Non ci sono particolari punti deboli, del resto le RTX 2070 Super non sono certo una novità e si comportano egregiamente in 1440p. KFA2 dovrà semplicemente farsi spazio tra i produttori più rinomati in Italia, la qualità non gli manca di certo, così come l’esperienza.