Recensione Kobo Glo HD

Il nuovo lettore di Kobo, in uscita il 1 giugno, porta gli schermi EInk in alta risoluzione in una fascia di prezzo più bassa, diventando uno dei migliori prodotti per rapporto qualità di lettura/prezzo.

recensione Kobo Glo HD
Articolo a cura di

Gli eBook Reader sono entrati in sordina nel mondo della lettura. Del resto, secoli di utilizzo della carta stampata non possono essere cancellati in poco tempo; le abitudini sono difficili da modificare, soprattutto nei lettori cosiddetti lettori "Pesanti", ovvero persone che leggono molto più rispetto alla media, un tipo di utenza che gli editori non vogliono certo scontentare. In Italia, gli eBook reader hanno iniziato a diffondersi qualche anno fa, anche se il primo successo a livello commerciale è stato sicuramente Amazon Kindle, che ha fatto breccia negli utilizzatori della prima ora grazie a un prezzo aggressivo e a uno store ben fornito, anche se il catalogo in lingua inglese è ancora molto lontano a livello di quantità di libri disponibili.
Nel mercato però non c'è solo Amazon. In Italia, grazie alla partnership con Mondadori, Kobo è stato tra i primi eBook a fornire una valida alternativa al prodotto del gigante dell'eCommerce. Allo stato attuale sono disponibili diversi modelli per tutte le tasche, ma quella che si appresta ad uscire è certamente una delle varianti meglio realizzate, se non altro per l'ottimo rapporto qualità/prezzo. Stiamo parlando di Kobo Glo HD, un eBook Reader che porta la lettura in alta risoluzione ben al di sotto dei 150€, fermandosi a 129€. Il dispositivo non è ancora disponibile alla vendita, che inizierà ufficialmente il 1 di giugno, anche se dal 14 maggio è possibile effettuare il pre-order nello shop Mondadori. Per chi desiderasse provarlo prima di acquistarlo invece, diversi sample sono disponibili in vari stand dell'editore Milanese e di altri partner presso il Salone Internazionale del Libro di Torino, che si terrà dal 14 al 18 maggio.

Design ed ergonomia

Partiamo da un presupposto: con questo device, l'intento di Kobo è quello di fornire la massima qualità di lettura attualmente disponibile al minimo costo. Scordiamoci quindi i materiali visti nel Kindle Voyage, top di gamma degli eReader Amazon, mai arrivato ufficialmente in Italia. Il Kobo ha una cornice del display in plastica, con lo schermo che rientra rispetto alla scocca di circa un millimetro (Kindle Voyage adotta invece un pannello "a filo" con lo chassis).

La parte posteriore non è fatta dello stesso materiale ma è gommata, offrendo un ottimo grip ma raccogliendo anche qualche ditata di troppo. Nell'insieme, l'aspetto è molto semplice ma non per questo negativo nella valutazione, anche se, applicando una minima pressione sulle cornici, qualche scricchiolio si sente nella scocca.
La prima cosa che sorprende sono le dimensioni, di 157 x 115 mm, con uno spessore di 9.2 mm e un peso di 180 g. Chi scrive ha acquistato il Kindle prima generazione al day one, utilizzandolo ancora oggi: osservando le differenze nelle dimensioni tra il Kobo Glo HD e il Kindle standard non si può che rimanere colpiti, con le cornici del Kindle che appaiono decisamente sovradimensionate nei confronti del rivale. Certo, il confronto è impari, ma già a questo punto appare chiaro che un upgrade dal vecchio modello al Kobo non sarebbe azzardato, portando vantaggi nella maneggevolezza non da poco.
Una cosa di cui si sente la mancanza all'inizio sono i tasti dedicati all'avanzamento delle pagine, sostituiti dal touch screen. Alla fine però è solo una questione di abitudine e l'ottimo rivestimento del pannello fa sì che non si debba pulirlo ad ogni cambio di pagina, risultando sempre in buono stato anche dopo molte pagine lette. L'unico pulsante presente è quello nella parte superiore, utilizzato per accendere e spegnere il dispositivo, mentre nel bordo inferiore è collocato il cavo di ricarica Micro USB.

Caratteristiche tecniche

Il vero punto di forza del Kobo Glo HD è rappresentato dal display touch screen, un modello da 6" Carta EInk con una risoluzione di 1448 x 1072 pixel e una definizione di 300 PPI. Per gli amanti della lettura notturna è presente la tecnologia Comfort Light, che produce una luminescenza regolabile nel display. Di giorno è possibile spegnerla completamente, mentre in assenza di luce permette di leggere senza dover tenere la luce accesa. L'effetto generale è molto buono, con una diffusione piuttosto omogenea della retroilluminazione, anche se nella parta bassa, di solito mai occupata da testo, si nota qualche piccola imprecisione, nulla di preoccupante comunque. La memoria interna è di 4 Gb, di cui 3.1 Gb a disposizione dell'utente. Anche se possono non sembrare molti, lo spazio è sufficiente ad accogliere tantissimi libri o fumetti, sempre disponibili nella propria libreria personale. Nello Store Kobo sono disponibili oltre 4 milioni di libri, anche se come accade nei negozi concorrenti molti non sono in italiano. L'acquisto degli eBook all'interno del negozio Kobo non è obbligatorio per la fruizione dei contenuti, infatti basta copiare all'interno del dispositivo le proprie collezioni di libri e fumetti per utilizzarli in tutta comodità. Il sistema supporta i formati EPUB, EPUB3, PDF e MOBI per i libri, JPEG, GIF, PNG, BMP e TIFF per le immagini e CBZ e CBR per i fumetti.

Grazie all'applicazione Kobo inoltre è possibile sincronizzare la propria libreria su diverse piattaforme: PC, Mac, iOS, Android, Windows Phone e BlackBerry 10 sono tutti pienamente supportati. La sincronizzazione avviene tramite Wi-Fi, disponibile con i protocolli b/g/n. Kobo Glo HD utilizza un processore da 1 Ghz per muovere il proprio sistema operativo, che vista la tipologia di dispositivo non richiede molta potenza computazionale per funzionare.

Nato per leggere

Dal punto di vista della qualità del display il Kobo Glo HD è di un'altra categoria. Con 129 € sembra davvero difficile trovare di meglio, per farlo bisognerebbe salire col prezzo. Chi viene da un lettore di qualche tempo fa, rimarrà sorpreso della definizione dei caratteri, assolutamente perfetta. Per comprendere l'evoluzione dei pannelli EInk basta mettere fianco a fianco questo Kobo con un Kindle primo modello. Non si tratta di un confronto sia chiaro, anche perché non sarebbe alla pari per prezzo e data di uscita, ma in questo modo si notano di più i miglioramenti apportati. I caratteri sono privi di aliasing e la leggibilità è molto alta, anche di notte grazie alla retroilluminazione regolabile, che se ben configurata affatica di meno la vista. Il tutto è agevolato dalle personalizzazioni del testo, con 11 tipi di caratteri e 48 dimensioni possibili. I caratteri si possono personalizzare ulteriormente tramite la funzione Typegenius, che ne regola la nitidezza e lo spessore. L'utente può anche intervenire sull'interlinea e sui margini, andando incontro alle esigenze di un'ampia fetta di utenti. Interessanti anche le opzioni riguardanti note e appunti. Premendo il dito su una parola per qualche istante si apre un menù a tendina, che mostra diverse funzioni legate alla parola scelta. Queste comprendono l'evidenziatore e le note, un tasto che permette di effettuare ricerche nel testo, su Wikipedia o sul web, e in ultimo la sezione dedicata alla condivisione di estratti di testo su Facebook. Per quanto riguarda le impostazioni vere e proprie, da segnalare una sezione piuttosto completa dedicata al risparmio energetico, che permette di spegnere lo screensaver, attivo di default, di cui non si sente una vera utilità. Kobo dichiara che la batteria dura fino a due mesi con mezz'ora di lettura al giorno. Abbiamo caricato il sample appena dopo il suo arrivo e lo abbiamo utilizzato una quindicina di giorni, senza nessuna impostazione per il risparmio energetico attiva. Al termine della prova, l'autonomia è scesa al 59%: non dovrete preoccuparvi di caricarlo spesso quindi.

Kobo Glo HD Kobo Glo HD porta la qualità di lettura degli eReader di fascia alta nel segmento medio del mercato, una cosa non da poco. La qualità costruttiva è sufficiente ma non eccellente, sacrificata in favore del display, una scelta sicuramente positiva per gli amanti della lettura. Alla fine è questo lo scopo di questi dispositivi, ed è proprio in questo che il Glo HD eccelle, diventando un’alternativa importante ai prodotti Amazon, favoriti da uno store collaudato e da una diffusione capillare a livello mondiale. L’unica cosa che ancora manca, ma è un difetto comune degli eReader, è la velocità di esecuzione e la reattività. I file PDF di grandi dimensioni causano rallentamenti non da poco, mentre il pinch to zoom, funzione molto utile per i fumetti, risulta di difficile gestione, a causa del touch screen poco sensibile e della velocità di esecuzione del sistema operativo, non certo eccellente. Questi sono i limiti degli attuali lettori, ma resta il fatto che il Kobo Glo HD arriva sul mercato con un prezzo allettante, soprattutto per chi utilizza intensamente il proprio eBook Reader, e non passerà certo inosservato, visto l’ottimo rapporto qualità di lettura/prezzo.