Lenovo Legion 7 Recensione: design equilibrato e tanta potenza con RTX 3080

Abbiamo messo alla prova il portatile top di gamma di Legion nel gaming, scoprendo un laptop potente ed equilibrato nel design, a patto di spegnere i led.

Lenovo Legion 7 Recensione: design equilibrato e tanta potenza con RTX 3080
Articolo a cura di

Lenovo ha sposato ormai da tempo i dogmi della sobrietà. Certo, a guardare i LED di questo Legion 7 non si direbbe, ma una volta spenti questo portatile si trasforma, passando dall'esuberanza del mondo del gaming a una semplicità che solo un portatile da lavoro può dare, il tutto senza rinunciare ai dettagli. Visto da fuori le differenze con il più piccolo della gamma, che potete scoprire nella recensione del Legion 5 Pro, sono trascurabili, dentro però cambia molto, a partire dalla GPU fino ad arrivare al processore.
Il risultato è un notebook pensato per il gioco ma anche per il lavoro pesante, dal rendering video alla grafica, ideale per avere un vero desktop replacement in un form factor contenuto il più possibile, soprattutto se rapportato alla potenza che è in grado di sprigionare.

Design sobrio senza LED

Da spento il Legion 7 sembra un notebook di fascia alta pensato per il lavoro. A differenza del Legion 5 Pro, che mostrava una grande "Y" retroilluminata sul coperchio, qui la troviamo nel logo "Legion" in alto a sinistra, ma di dimensioni nettamente più contenute.

Ottimi i materiali, con un grande impiego dell'alluminio, mentre il design riprende appieno da quanto visto nel recente passato. Quasi tutte le connessioni sono nella parte posteriore, con la cerniera leggermente rialzata rispetto al resto della scocca: un'attenzione al dettaglio che ci è piaciuta e che rende subito riconoscibile questo prodotto rispetto alle decine di laptop sul mercato.
Sul retro sono disponibili la porta di ricarica, proprietaria, 3 USB Type A, uscita HDMI, una USB Type C e la porta di rete. Sulla destra troviamo invece una ulteriore USB Type C insieme a un piccolo slider per disattivare la webcam, mentre a sinistra sono installati il jack audio per cuffie e microfono e un'altra USB Type C. Il parco connessioni è molto completo e comprende anche Wi-Fi ax e Bluetooth 5.1.

L'unica mancanza è il lettore di schede di memoria, che poteva far comodo in ambito professionale. A tal proposito, il peso di 2.5 Kg non è certo contenuto ma è normale per un laptop di questo tipo, pensato per i compiti impegnativi e che richiedono molta potenza. Ovviamente non va utilizzato come un Ultrabook, il Legion 7 è una workstation portatile che rende al massimo solo se collegata alla corrente.

Una volta acceso l'animo gaming viene subito a galla. Sul coperchio la piccola "Y" nel logo Legion si colora, stessa cosa per l'intero portatile, grazie a un led che circonda la scocca anteriore illuminando l'area intorno al laptop. Si tratta di un orpello estetico completamente disattivabile, ma in questo modo sia i fan dei LED che quelli che li apprezzano meno sono accontentati.
I LED sono presenti anche al di sotto della tastiera e permettono di personalizzare il colore di ogni singolo pulsante. Ci siamo trovati bene scrivere su questo portatile, merito dei tasti ben separati, e anche il touchpad è di dimensioni adeguate e comodo da usare.

Specifiche da top di gamma

Lenovo ha scelto solo le migliori componenti per questo Legion 7, a partire dal processore, un Ryzen 9 5900HX, il top di gamma di casa AMD. Si tratta di un processore composto da 8 Core con Simultaneous Multithreading, in grado quindi di gestire altri 8 Core logici, che gli conferiscono una spiccata predilezione per le applicazioni più pesanti.

Il clock base è di 3.3 Ghz, mentre al picco si possono raggiungere i 4.6 Ghz da specifiche, per una CPU moderna e realizzata a 7 nm. Facendo un rapido paragone con il Legion 5 Pro, dotato di una CPU AMD Ryzen 7 5800H, le prestazioni superiori si notano nei benchmark, basta osservare CPU-Z.

Nel test il Legion 7 ha totalizzato 605 punti in single core e 6266 in multi core, contro i 568/5829 del Legion 5 Pro. Anche con Cinebench R20 il risultato non cambia, nei test in single e in multi core il Legion 7 è davanti con 557/5319 punti, mentre Legion 5 Pro si ferma a 550/4953. Il punteggio in single core, nel caso di Cinebench, non si discosta di molto, il sistema di dissipazione maggiorato in coppia con il Ryzen 9 invece riesce a spuntarla con un buon distacco in multi core.

Ovviamente tutto questo è disponibile solo con la presa di corrente collegata, altrimenti le prestazioni calano molto. In caso di utilizzo a batteria si possono fare 3-4 ore svolgendo compiti basilari, meglio lasciar perdere il gaming però, in questo caso l'autonomia cala drasticamente.

La configurazione di prova prevede anche 32 GB di RAM e un SSD NVMe da 1 TB. Il disco si è dimostrato più che adeguato alla fascia di prezzo della macchina, segnando 3425 MB/s in lettura sequenziale e 3100 MB/s in scrittura, dati che corrispondono all'identikit di un SSD di fascia media.

Ottimo schermo, nel gaming spinge

Molto spesso gli schermi dei notebook, anche di fascia alta, lasciano un po' l'amaro in bocca. In fondo il display è un elemento difficile da valutare con un semplice colpo d'occhio, ma fortunatamente Lenovo ha utilizzato lo stesso, ottimo pannello impiegato sul Legion 5 Pro.

Questo offre una diagonale da 16" con risoluzione di 2560x1600 pixel, refresh rate di 165 Hz e aspect ratio 16:10. Non mancano la compatibilità con il G-Sync e addirittura il Dolby Vision, uno standard non sempre supportato dai portatili, il tutto con una luminosità di picco di circa 500 nit. La resa è eccellente, sia nei colori, grazie alla calibrazione di fabbrica curata, che per il contrasto che è in grado di offrire. Inoltre siamo d'accordo con la decisione di Lenovo di non spingere ulteriormente sulla risoluzione o sul refresh rate. Nel primo caso a farne le spese sarebbero state le prestazioni, per quanto potenti le GPU per notebook faticano ancora in 4K; aumentare il refresh rate sarebbe stato altrettanto inutile, perchè a trarne beneficio sarebbero stati solo i titoli competitivi, che per tradizione sono più fruibili su postazioni fisse, almeno se si vogliono raggiungere frame rate così elevati.

Con questo schermo giocare è un vero piacere, ma il merito va anche alle prestazioni, decisamente soddisfacenti in ogni titolo che abbiamo testato, da Forza Horizon 5 a Metro Exodus. La RTX 3080 da 16 GB di RAM GDDR6 e da 165 W spinge parecchio in ogni ambito, per la prova abbiamo utilizzato sempre le impostazioni al massimo e, dove possibile, il DLSS, tecnologia che offre un boost nel frame rate davvero notevole e particolarmente utile su notebook, dove la potenza è limitata.
Durante il gioco le ventole si fanno sentire ma non sono fastidiose, se si gioca con le cuffie inoltre, scenario molto probabile con un portatile, il problema non si pone nemmeno. Sul fronte temperature il sistema di dissipazione svolge un buon lavoro, all'esterno della scocca si avverte solo leggermente il calore nella zona della tastiera ma nulla di più. All'interno invece, utilizzando il preset Bilanciato, la CPU raggiunge in media i 77 gradi durante il gioco mentre la GPU si ferma a 76 gradi. Piccola nota riguardo l'audio integrato, generato da due speaker nella parte bassa della scocca.
Il volume massimo è buono e anche in questo contesto non abbiamo avvertito distorsioni, inoltre la spazialità dei suoni riesce bene ad avvolgere lo spettatore, con tutti i limiti del caso ovviamente. Meglio però utilizzare il software Nahimic (preinstallato) per dare un po' di corposità ai bassi, che altrimenti sono poco incisivi.

Lenovo Legion 7 Lenovo Legion 7 conferma quanto di buono visto nel Legion 5 Pro, aumentando ulteriormente l'asticella delle prestazioni. Questi due portatili non sono in diretta concorrenza, anzi, vanno a formare una lineup davvero convincente. Legion 5 Pro offre già di suo ottime prestazioni a un prezzo di circa 1999€, e rimane un'alternativa ottima per chi cerca maggiore equilibrio tra potenza e costi. Chi invece non bada a spese può puntare a questo Legion 7, con una CPU e una GPU più potente a un prezzo di circa 2900€. A spiccare, oltre alle performance, troviamo un ottimo display e una quantità di memoria elevata, che lo rendono perfetto anche per gestire compiti pesanti come il rendering e l'editing video. Di contro abbiamo davvero poco, citiamo l'autonomia ma si tratta del punto debole di tutti i notebook da gaming, che funzionano al meglio solo quando connessi alla corrente. Per il resto, il Legion 7 non deluderà nemmeno i palati più fini.

8.5