Lenovo Yoga 920 Vibes: un portatile 2 in 1 dalle solide prestazioni

Il notebook di Lenovo fa del design, della portabilità e delle prestazioni le basi per un prodotto davvero riuscito.

recensione Lenovo Yoga 920 Vibes: un portatile 2 in 1 dalle solide prestazioni
Articolo a cura di

Lenovo ha centrato il bersaglio con lo Yoga 920 Vibes. Questa è la conclusione a cui siamo giunti dopo tre settimane di prova in cui il 2 in 1 della casa cinese non ha mostrato praticamente punti deboli, se si escludono quelli tipici di questa categoria di prodotti. Non siamo infatti davanti a un notebook da gaming, e nemmeno a un classico laptop di fascia media. Con Yoga 920, l'obbiettivo di Lenovo era creare una macchina che fondesse insieme un design ricercato, ottime prestazioni per l'ambito business e una buona autonomia. Ebbene, tutti e tre sono stati raggiunti, per un portatile dal prezzo elevato ma che eccelle praticamente in ogni ambito.

Vibes of Elegance

Il design scelto da Lenovo è unico, soprattutto per quanto riguarda i dettagli del coperchio del portatile. La particolare trama è il risultato di una collaborazione con l'Istituto Europeo di Design: sono state oltre 130 le proposte realizzate dagli studenti, ma alla fine quella che vedete nelle immagini, realizzata da Louis Aymonod, è stata scelta per essere impressa sul vetro Gorilla Glass che ricopre lo schermo di questo Yoga 920. Il resto della scocca è realizzata quasi per intero in alluminio, lavorato in CNC per dare le forme tagliate che contraddistinguono il portatile; solo la base è ricoperta da un pannello in plastica grigia. Molto particolare la cerniera, lavorata a mano, che permette al notebook di assumere diverse configurazioni d'uso, da quella tradizionale di un PC portatile fino a quella tablet. Al suo interno sono collocate l'antenna del Wi-Fi e delle prese d'aria per favorire la dispersione del calore.
Una volta aperto il coperchio, la prima cosa che si nota è il display da 13.9", con le cornici laterali e superiore ridotte, mentre in basso il bordo è piuttosto spesso. Il touchpad è ricavato direttamente nella scocca in alluminio e sulla sua destra si trova anche un lettore di impronte digitali per l'accesso al sistema operativo, compatibile con Windows Hello.
Quando si tratta Ultra-portatili, molto spesso vengono fatti dei sacrifici per limitare lo spessore, che riguardano principalmente le connessioni disponibili, in questo caso Lenovo li ha fatti ma senza andare a penalizzare troppo l'utente finale. Troviamo infatti una USB 3.0 e due USB Type C 3.1, di cui una utilizzata anche per la ricarica del portatile, oltre al jack audio.

Manca la porta di rete, elemento sempre più spesso tagliato fuori nei notebook dalle dimensioni contenute; assente però anche il lettore di schede SD, un elemento la cui mancanza si è fatta sentire maggiormente, almeno per il nostro tipo di utilizzo. Le dimensioni totali sono di 323 mm x 223,5 mm x 13,95 mm, per un peso complessivo di 1.37 Kg. Pur non essendo il portatile più leggero della categoria, la proposta di Lenovo si difende davvero bene in quanto a portabilità, merito soprattutto delle dimensioni contenute del display.

Caratteristiche tecniche

Yoga 920 Vibes è disponibile con diversi tagli di memoria e diversi processori, a partire dall'i5-8250U fino all'i7-8550U, utilizzato dal modello oggetto della recensione. Questa CPU offre 4 Core e 8 Thread, con frequenze che partono dagli 1.8 GHz fino ad arrivare ai 4 GHz. La GPU utilizzata è una Intel UHD Graphics 620 con frequenze che vanno dai 300 MHz agli 1.15 GHz, a seconda del carico di lavoro. Passando alle memorie, la RAM è disponibile nei tagli da 8, 12 o 16 GB, mentre per l'immagazzinamento dei dati è possibile scegliere tra dischi M.2 da 256, 512 o 1 TB.
Il display è da 13.9 pollici IPS con risoluzione 4K, per una densità di pixel davvero elevata, quasi sproporzionata per la diagonale del pannello. Lo schermo è compatibile, grazie al digitalizzatore integrato, con l'utilizzo del pennino, incluso nella confezione, capace di gestire fino 4096 livelli di sensibilità. Curata anche la sezione audio, con la compatibilità con lo standard Dolby Atmos e la presenza di due speaker JBL.
La connettività senza fili sfrutta il Wi-Fi ac 2x2 e il Bluetooth 4.1 ed è disponibile anche una webcam con risoluzione 720p. Le specifiche indicano una durata della batteria da 9 ore, durante i nostri test non abbiamo mai superato le 8 ore tuttavia, ma molto dipende dal tipo di utilizzo che si fa del portatile.

Benchmark ed esperienza d'uso

Se quello che state cercando è un portatile leggero ed elegante, dalla lunga autonomia e da utilizzare per navigare su internet, utilizzare il pacchetto Office e in generale per tutti i compiti lavorativi quotidiani, allora non potete rimanere delusi dallo Yoga 920. Le prestazioni sono eccellenti in questi campi, la CPU riesce a gestire i compiti appena descritti al meglio e senza dover aumentare la velocità delle ventole. Abbiamo utilizzato il prodotto per diverse ore consecutive in questo ambito senza mai problemi, né di surriscaldamento né di prestazioni. Bisogna considerare che prodotti come questo funzionano su un delicato equilibrio tra performance e dissipazione del calore, il peggior nemico per laptop di queste dimensioni, visto che causa fenomeni di thermal throttling. Lenovo ha fatto un buon lavoro con il sistema di dissipazione, che aumenta i decibel solo durante i carichi di lavoro più impegnativi per la CPU e per la GPU.
Abbiamo provato a mettere sotto torchio il portatile con 10 cicli consecutivi di benchmark effettuati con Cinebench R15, per provare non solo le potenzialità multi core della CPU, ma anche quanto questa riesca a mantenere carichi di lavoro elevati senza che le temperature vadano ad impattare sulle performance. Durante i test, il punteggio più alto raggiunto è di 521 punti mentre il più basso è di 505, segno che anche in load il sistema riesce a dissipare il calore in eccesso impattando in modo minimo sulle prestazioni. Interessante notare come, durante il test, il calore si sia concentrato tutto nella parte superiore della tastiera: la zona di appoggio dei polsi è così sempre fresca.

Abbiamo sottoposto lo Yoga 920 Vibes anche ai benchmark PC Mark, in cui ha ottenuto 3482 punti, e a 3D Mark TimeSpy, in cui ha totalizzato 408. Anche se non è il suo ambito di utilizzo, siamo riusciti ad ottenere 33 fps nel benchmark interno di Metro: Last Light, con i dettagli al minimo. La GPU di Intel non è adatta al gaming, ma se siete appassionati di Indie o di retro-gaming, allora potrete sfruttare il notebook Lenovo anche in questo ambito. Ottime le prestazioni del disco M.2 installato, con una velocità superiore alla media di categoria, come dimostrato dal test fatto con CrystalDiskMark. Nella pratica, questo si traduce in un avvio istantaneo della macchina e in prestazioni di lettura-scrittura davvero eccellenti. Passando al display, l'unita montata da Lenovo offre una densità di pixel enorme e una buona calibrazione di fabbrica, ma una luminosità maggiore avrebbe permesso un utilizzo in esterna più semplice: complice anche il vetro utilizzato, i riflessi potrebbero dare fastidio.
A proposito del vetro, sia quello del display che quello che ricopre il coperchio offrono una buona resistenza alle ditate, segno di un trattamento oleofobico ben realizzato. La sezione audio invece soffre un pochino a causa delle dimensioni contenute della scocca. Il sound è concentrato principalmente sulle frequenze alte, cosa che non ci stupisce per niente visto che gli speaker hanno dimensioni molto ridotte. Nonostante questo la resa è comunque discreta, e in linea con quella di altri notebook della stessa categoria.

Lenovo Yoga 920 Vibes Lenovo Yoga 920 Vibes è un notebook convertibile che fa molto bene quello che è stato progettato per fare. Navigazione web, utilizzo del pacchetto Office, visione di contenuti multimediali: il portatile della casa cinese è pensato per la produttività in mobilità, compito che svolge in modo ottimo, il tutto con un look unico nel suo genere. Dal processore alle prestazioni del disco M.2, le performance sono sempre molto buone, almeno se si cerca un prodotto dalle dimensioni così contenute. Se a questo si aggiunge la versatilità concessa dalla cerniera e dal pennino, allora diventa difficile trovare dei difetti in questo Yoga. Design, qualità costruttiva e performance hanno il loro prezzo però, con il Vibes che parte da 1699€.