Recensione Lenovo Yoga Tab 3 Pro: tablet di fascia alta con proiettore integrato

Il mercato dei tablet non brilla più come un tempo, ma alcune aziende continuano a presentare prodotti interessanti come lo Yoga Tab 3 Pro di Lenovo, una soluzione decisamente unica con audio JBL di alta qualità e proiettore DLP integrato.

recensione Lenovo Yoga Tab 3 Pro: tablet di fascia alta con proiettore integrato
Articolo a cura di

Il mercato dei tablet è in continua contrazione e i primi dati del 2016 confermano la crisi del settore. Secondo IDC, nel primo trimestre dell'anno sono state vendute 39,6 milioni di unità, il 14,7% in meno rispetto allo stesso periodo del 2015, con un volume di vendita tornato agli stessi livelli del 2012. I produttori al top, Apple e Samsung, hanno fatto registrare cali significativi, rispettivamente del 18,8% e del 28,8%. Tra le aziende al vertice della classifica di vendite solo Huawei riesce a mettere a segno un +66 per cento, secondo i dati preliminari di Strategy Analytics. Tra i prodotti in controtendenza troviamo invece i tablet convertibili, con tastiera staccabile, sempre più apprezzati dal pubblico. All'interno di questo mercato, tra la moltitudine di device tutti simili fra loro, si distingue Lenovo con la sua linea Yoga, tablet dal design particolare con una pratica base cilindrica e stand integrato. Oggi vi presentiamo il modello top di gamma di questa serie, lo Yoga Tab 3 Pro, un prodotto ideale anche per un utilizzo professionale, spinto da un SoC Intel, con proiettore e soundbar con 4 altoparlanti JBL.

Yoga Tab 3 Pro, design elegante ed ergonomico

Il tablet di Lenovo si distingue per la sua particolare forma con la base cilindrica che include la batteria ed un pratico piedistallo orientabile, che ospita un piccolo proiettore. Lo stand di metallo è ruotabile fino ad un angolo di quasi 180 gradi, consentendo varie modalità di utilizzo. Grazie ad esso, lo Yoga può essere posizionato in verticale con un'inclinazione a nostra scelta ed inoltre, sfruttando il foro centrale nello stand, è anche possibile utilizzare un gancio a parete; infine ruotando il piedistallo al massimo si riesce a proiettare anche l'immagine sul soffitto. Tornando al design generale, questo device presenta forme raffinate con materiali di qualità, con la parte posteriore rivestita in finta pelle e la base in metallo. Sul lato sinistro troviamo il microfono, la porta micro USB compatibile OTG e i pulsanti del volume. Sempre su questo lato ma sulla base cilindrica, troviamo il grosso pulsante di alimentazione circondato da un led di notifica. A destra sono inseriti la presa delle cuffie ed il pulsante per l'accensione del proiettore, che si può attivare anche via software dalla barra delle notifiche o da quella laterale realizzata da Lenovo. Infine nella parte posteriore è presente un piccolo sportellino che nasconde lo slot per la microSD e, nella versione da noi provata, anche il vano per una Micro SIM, che consente di accedere alla rete dati LTE e permette l'invio degli sms. In basso, nella parte posteriore, è anche presente una fotocamera da 13 megapixel. Sul lato anteriore troviamo un display IPS da 10.1 pollici con risoluzione QHD (2560 x 1600, 299 dpi) con supporto alla tecnologia AnyPen che consente di controllare lo schermo con penne e matite. Inoltre Lenovo ha installato una fotocamera da 5 MPX e ben quattro speaker realizzati da JBL.

Caratteristiche tecniche e software

Lo Yoga Tab 3 Pro misura 247 x 179 x 4.68 mm per un di peso 665 grammi. A bordo del tablet troviamo una CPU Intel Atom Cherry Trail x5-Z8500, un quad core a 64 bit a 2.24 GHz, affiancato da 2 GB di RAM e 32 GB di memoria interna (22 GB liberi) espandibile con microSD fino a 128 GB. Inoltre nella nostra versione è presente il modulo 4G-LTE che affianca il Wi-Fi 802ac dual-band, il Bluetooth 4.0 ed il GPS. A bordo troviamo due batterie ai polimeri di litio, complessivamente da 10200 mAh, ricaricabili in poco più di due ore e mezza con un alimentatore rapido da 2A.

Lenovo ha installato in questo tablet Android 5.1 in versione quasi stock, con poche ed utili personalizzazioni. Ricordiamo, in particolare, il multi windows e una barra laterale che consente di regolare rapidamente il display, l'audio e di attivare il proiettore. Nello Yoga troviamo, oltre alle app di Google, un numero di limitato di software aggiuntivi, come WPS Office, Netflix, Evernote e l'antivirus di McAfee. Passando all'audio, su questo tablet è presente una soundbar JBL con quattro altoparlanti accompagnata dalla tecnologia Dolby Atmos virtualizzata, regolabile nel dettaglio tramite l'app dedicata. Non dimentichiamo il pico proiettore DLP con luminosità massima di 50 lumens e risoluzione 480p, in grado di visualizzare un'immagine fino a 70 pollici. Concludiamo ricordando che questo tablet può vantare anche la certificazione IP21 che ne attesta la resistenza agli schizzi d'acqua. Il Lenovo Yoga Tab 3 Pro è disponibile ad un prezzo listino di 499 euro per la versione WiFi e 599 euro per la variante LTE, ma online è possibile trovare buone offerte su entrambe le versioni.

Esperienza d'uso

Iniziamo la nostra analisi dello Yoga Tab 3 Pro partendo dalla sua ottima ergonomia, infatti grazie al baricentro spostato su un lato è possibile maneggiarlo facilmente anche con una sola mano, nonostante il suo peso e le sue dimensioni. L'implementazione della base orientabile rende molto pratico il suo utilizzo permettendo anche una facile regolazione del proiettore. Il design generale è elegante con parti in metallo e pelle; si tratta però di un tablet da trattare con molta cura, infatti il nostro esemplare, già usato, mostrava chiari segni di usura soprattutto alla base e sulla cornice del display. Passiamo ora alle sue prestazioni: lo Yoga ci ha convinto con un sistema operativo sempre stabile e reattivo, privo di lag. Lenovo è riuscita a risolvere i vari problemi manifestati subito dopo il lancio; segnaliamo solo sporadici ricaricamenti dello sfondo al ritorno sulla homepage, dopo l'uscita da app e giochi. Anche in ambito ludico questo tablet non ha manifestato problemi offrendo una buona fluidità: ad esempio, in Dead Trigger 2 e in Asphalt 8 si è comportato molto bene e nel benchmark di Antutu 6.14 lo Yoga ha fatto registrare un punteggio di 81000 punti.

Ottimo il nostro giudizio sullo schermo, che presenta colori molto naturali e un buon angolo di visione. Inoltre ricordiamo che lo Yoga Tab 3 Pro è anche certificato da Netflix per la visione di contenuti in HD, caratteristica decisamente utile vista l'elevata risoluzione del display. Eccellenti le prestazioni nel comparto audio, con una potenza in uscita decisamente elevata e un suono sempre molto dettagliato. Molto utile anche l'intervento del Dolby Atmos che incrementa in modo significativo il fronte sonoro. Di buon livello anche le performance dei sensori fotografici, in grado di produrre foto con colori naturali e capaci di riprendere video di discreta qualità fino a 1080p; segnaliamo solo un tempo di messa a fuoco non rapidissimo della camera posteriore. Il software per la gestione della camera offre funzionalità standard, si distingue la modalità "Strobo" capace di riprendere più esposizioni di un soggetto in movimento, inserendolo all'interno di un unico scatto. Concludiamo parlando della batteria: Lenovo dichiara 18 ore con una sola ricarica, un dato forse troppo generoso, infatti, nelle nostre prove con rete WiFi attiva con un utilizzo di video su display, giochi e navigazione web siamo arrivati a circa 9 ore di attività. Buone le performance del proiettore, in grado di funzionare per circa 5 ore con la batteria completamente carica e display e rete dati disattivati.

Proiettore DLP, ideale per le presentazioni ma anche nella visione dei film

Passiamo ora all'analisi del proiettore, utilizzabile solo in ambienti parzialmente oscurati, meglio se completamente bui. In quest'ultima situazione si ottengono immagini con colori naturali ed una luminosità discreta, se non si esagera con la distanza dalla parete. Durante le nostre prove, da due metri siamo riusciti ad ottenere un'immagine di circa 50 pollici, mantenendo buoni valori di luminosità. L'utilizzo del proiettore è immediato, si attiva tramite il pulsante laterale, si regola eventualmente la messa a fuoco via software ed il contenuto dello schermo del tablet viene inviato al sistema di proiezione. In aggiunta si può decidere di spegnere il display dello Yoga, con il touch dello schermo che rimane comunque sempre attivo, consentendo quindi di comandare il device, anche se non molto agevolmente, basandoci solo sull'immagine proiettata. Inoltre, tramite l'App semplicemente denominata "Proiettore", sfruttando il multi windows, si può decidere di proiettare una singola o una sequenza di immagini, un video o un documento Office (memorizzati nella memoria del dispositivo) e visualizzare sullo schermo del tablet anche un'altra applicazione di nostra scelta.

Grazie a questa utile funzione potremo, ad esempio, proiettare una presentazione in Power Point e tenere aperto sul display del tablet anche un file di Word con gli appunti della presentazione stessa. In definitiva, pur essendo un DLP con risoluzione standard, il nostro giudizio complessivo è soddisfacente visto che può essere sia impiegato per presentazioni in ambito business sia per la visione di film.

Lenovo Yoga Tab 3 Lenovo, con lo Yoga Tab 3 Pro, è riuscita a realizzare uno dei tablet Android più interessanti del momento, un prodotto a suo agio non solo in ambito professionale, ma anche nella gestione dei contenuti multimediali. Si tratta di un device decisamente versatile, grazie al proiettore integrato è infatti possibile condividere foto e video con gli amici, guardare un film sdraiati sul letto o godersi il proprio gioco preferito su uno schermo grande fino a 70 pollici. In generale lo Yoga può vantare un ottimo display, buone prestazioni del proiettore e un eccellente qualità audio, senza dimenticare l’utilissimo piedistallo regolabile. Di buon livello anche le prestazioni del SoC Intel e l’autonomia complessiva del dispositivo, con una completa connettività, anche in LTE.

8.8