Recensione Microsoft Lumia 650

Microsoft confeziona un terminale indirizzato principalmente all’utenza business, riuscito sul fronte del design, grazie all’utilizzo del metallo, ma con prestazioni non sempre all’altezza della situazione.

recensione Microsoft Lumia 650
Articolo a cura di

Con l'arrivo di Windows 10 stiamo assistendo ad un progressivo rinnovamento della gamma Lumia. Dopo i top di gamma Lumia 950/950 XL e l'entry level 550, Microsoft ha deciso di puntare su un telefono di fascia media, il Lumia 650. In realtà siamo al cospetto di un dispositivo appartenente al segmento basso più che medio, anche se le specifiche costruttive sono stranamente superiori a quelle degli attuali top di gamma. Questo può sembrare un controsenso, ma Microsoft ha deciso di curare maggiormente il Lumia 650 rispetto alle varianti più evolute, realizzando un terminale che riesce a fornire un colpo d'occhio davvero niente male, ma purtroppo l'hardware di cui è dotato non riesce a farlo spiccare dalla massa. Un vero peccato perché alcune delle qualità di questo Lumia 650 avrebbero potuto consacrarlo come uno smartphone adatto a un pubblico molto vasto, anche se le intenzioni di Microsoft sembrano quelle di rivolgersi principalmente al segmento business.

Design e caratteristiche costruttive

Il Lumia 650 è venduto nella tipica confezione di vendita Microsoft, vista negli ultimi terminali della casa di Redmond. Gli accessori compresi nel sample in nostro possesso sono davvero minimali e includono esclusivamente una guida rapida e un libretto con le informazioni sulla garanzia, oltre al caricabatteria. Quest'ultimo è realizzato con un cavo di qualità piuttosto bassa, che non trasmette il senso di solidità che ci si aspetterebbe. Fortunatamente, nelle confezioni in vendita in tutti negozi sarà presente anche un auricolare stereo, completando così il bundle, che altrimenti sarebbe stato troppo striminzito. Una volta estratto lo smartphone dalla confezione la prima cosa a cui si fa caso è l'estrema leggerezza del terminale, nonostante questo presenti delle cornici in metallo, con i bordi smussati in modo egregio. Nella parte frontale del telefono possiamo osservare, oltre allo schermo, la cam secondaria, il sensore di prossimità e di luminosità, la capsula auricolare e lo speaker di sistema. Sul lato destro troviamo il bilanciere del volume e il tasto di accensione, niente pulsante per l'accesso rapido alla fotocamera; nel bordo superiore si nota il jack da 3.5 mm per le cuffie e un microfono, mentre in quello inferiore è installata una porta Micro USB. La backcover posteriore, in policarbonato opaco, è removibile e nasconde al suo interno lo slot per la Micro SD e quello per la SIM, oltre alla batteria, anche questa removibile. Abbiamo detto che il terminale è molto leggero una volta preso in mano, e in effetti le specifiche lo confermano, arrivando a 122 g, con 142 mm di lunghezza per 70.9 mm di larghezza, e uno spessore di 6.9 mm. Dati come questi fanno del Lumia 650 un telefono leggero e pratico da usare, con un'ottima ergonomia sia in chiamata sia durante l'uso con due mani.

Caratteristiche tecniche

Il comparto hardware del Lumia 650 presenta alti e bassi a seconda della componente analizzata, per un device che non spicca dalla massa in quanto a specifiche. A bordo troviamo la CPU Snapdragon 212, revisione del modello 210 installato sul Lumia 550. Al suo interno sono installati quattro Core Cortex A7 da 1.3 GHz, coadiuvati da una GPU Adreno 304: rispetto allo Snapdragon 210 cambiano le frequenze di clock, leggermente più alte, ma non ci sono stravolgimenti in quanto a performance. La RAM utilizzabile da Windows 10 è di 1 GB, mentre per l'archiviazione interna sono disponibili 16 GB di memoria, espandibile fino a 200 GB con Micro SD. Il display è da 5", ideale per unire un'ottima portabilità con una buona esperienza multimediale, ed è basato sulla tecnologia OLED, il tutto con risoluzione di 1280x720 pixel (297 PPI). Il display offre anche le tecnologie ClearBlack e Glance. La prima si occupa di migliorare la resa del pannello sotto la luce del sole, la seconda invece offre delle notifiche a schermo spento. Quest'ultima si avvantaggia in modo particolare del display OLED, visto che i pixel neri sono del tutto spenti quando rappresentati su schermo, consentendo di risparmiare batteria durante l'utilizzo della schermata Glance. Microsoft Lumia 650 è dotato di un comparto fotografico nella media, formato da un sensore posteriore da 8 Megapixel con Flash LED e apertura f/2.2, e da una cam da 5 Megapixel all'anteriore, anche questa dotata di apertura f/2.2. Completa la connettività, con il supporto per l'LTE Cat.4, il Wi-Fi b/g/n e il Bluetooth 4.1, mentre per la navigazione satellitare sono presenti GPS, A-GPS, A-BeiDou e A-GLONASS, senza dimenticare l'NFC. Tra i sensori installati troviamo quello di luce ambientale, accelerometro e sensore di prossimità. L'hardware è alimentato da una batteria da 2000 mAh, un amperaggio piuttosto basso, anche per un device con queste specifiche, che si rispecchia in un'autonomia solo sufficiente.

Software e prova d'uso

Windows 10 è un sistema operativo versatile e veloce, anche se molto dipende dall'hardware utilizzato. Se non fosse per la cronica mancanza di app, Ten sarebbe già oggi un OS su cui puntare, anche se da affinare ancora un po' nell'ottimizzazione, almeno su questo modello di prova. Delle prestazioni parleremo dopo, intanto vediamo cosa Windows 10 ha da offrire allo stato attuale nella sua incarnazione mobile. Anche se si tratta di un OS nuovo, i vecchi utenti Windows Phone troveranno molto in comune con la precedente versione, a partire dalla schermata Home, che mostra le app installate tramite le classiche Tile animate. Queste riescono bene a distinguersi le une dalle altre, facilitando la ricerca dell'app desiderata semplicemente con un colpo d'occhio, soprattutto utilizzando Tile di dimensioni più elevate. I 5" dello schermo del Lumia 650 non permettono un utilizzo rapido come nei modelli di dimensioni superiori, ma la dimensione delle Tile aiuta anche in questo caso, permettendo di scovare in poco tempo le app che si stanno cercando. Con uno slide verso destra dalla Home si accede invece alla lista delle app installate, selezionabili qui attraverso un'interfaccia più tradizionale, anche se rivista rispetto a Windows 8. In generale, tutte le principali app sono state rivisitate rispetto alla precedente versione, dal player audio Groove fino a Microsoft Edge. Quest'ultimo presenta una discreta integrazione con la controparte desktop e una buona velocità nel rendering delle pagine, anche se non eccezionale, ma rimane indietro per quanto riguarda le opzioni disponibili, ancora inferiori rispetto alla concorrenza. Completamente riviste anche le app per la gestione del calendario e della posta, che presentano ora una grafica rinnovata e diverse opzioni in più rispetto a quelle presenti su Windows 8 Mobile, anche se la velocità nel download degli allegati, nel client mail, è ancora da rivedere. Davvero ottima invece la suite Office, installata di default, un vero valore aggiunto per questo terminale. A differenza dei top di gamma di casa Microsoft, il Lumia 650 non supporta purtroppo Windows Hello e le funzionalità Continuum, mancanze non da poco per un terminale come questo, pensato per l'utenza business. Passando invece all'app store, anche questo rinnovato completamente nella grafica, la quantità di app sta piano piano crescendo, e l'arrivo delle Universal App di Facebook (tra cui Messenger e Instagram) appena annunciato non potrà che portare nuova linfa nello store. Come al solito, chi proviene da sistemi operativi differenti potrebbe non gradire l'assenza di alcune applicazioni ufficiali, ma le alternative non mancano e spesso basta cercare sul web per trovare soluzioni adatte ad ogni esigenza.

La nostra esperienza con Windows 10 Mobile è stata positiva finora, passando dall'utilizzo del top di gamma Lumia 950 XL al datato, ma ancora ottimo, Lumia 1520. Con questi terminali, e nonostante il 1520 abbia ormai qualche anno sulle spalle, il risultato è stato positivo, grazie a una UI reattiva e a un'esperienza con le app di buon livello. Nel caso del Lumia 650 invece abbiamo riscontrato qualche problemino, non tanto nella UI quanto durante l'utilizzo delle app, anche quelle Microsoft. Da un lato l'interfaccia di Windows 10 è piacevole da utilizzare e molto reattiva, dall'altro l'apertura delle app non sempre è immediata. Lo Snapdragon 212 del resto non è famoso per la sua potenza e durante l'uso quotidiano un po' di reattività in più avrebbe fatto comodo. Stessa cosa in ambito gaming, dove non sempre le prestazioni sono all'altezza, anche se i titoli di prova, Asphalt 8 e Sonic Dash, rimangono comunque giocabili.
Rimanendo sul fronte hardware, buone notizie arrivano dallo schermo OLED, piuttosto brillante e in grado di restituire una resa all'altezza delle aspettative, anche se i pixel sono leggermente visibili. Niente di fastidioso comunque, per un elemento che si configura come uno dei più riusciti del terminale. Stessa cosa per l'altoparlante frontale, sorprendente per potenza ma in grado di offrire anche una discreta qualità. Passando ai sensori fotografici, non ci aspettavamo prestazioni superiori alla media e in effetti così è stato, con il sensore principale che riesce a fare scatti discreti con buone condizioni di luminosità, mentre con poca luce vengono fuori i limiti dell'hardware, che genera parecchio rumore di fondo. L'autonomia, nonostante l'hardware non sia spinto, permette di arrivare, con fatica, a fine giornata. Con un utilizzo un po' più intenso arrivare a sera è difficile, per cui meglio dotarsi di un power bank o di una seconda batteria, particolare che non piacerà a molti.

Microsoft Lumia 650 Microsoft Lumia 650 è un terminale che punta sui miglioramenti nel design e nei materiali per offrire un’alternativa in più nel segmento business. Purtroppo, la mancanza di Continuum e di Windows Hello, due degli elementi più pubblicizzati da Microsoft in questo ambito, limita molto il suo utilizzo lavorativo, mentre in quello ricreativo l’hardware basilare non permette troppa libertà di manovra. Con un prezzo ufficiale di 239€ (una ventina in meno online) la concorrenza interna è spietata: a fronte dell’assenza del metallo nella scocca, il Lumia 640 offre un processore migliore e un prezzo inferiore. Le prestazioni del modello uscito lo scorso anno sono superiori anche nella pratica, sia nell’interfaccia di Windows che durante il gioco. A questo punto, per il Lumia 650 diventa davvero difficile competere con i propri concorrenti interni, almeno in ambito consumer, mentre in quello business le linee decisamente riuscite del terminale potrebbero avere il loro peso.

7.3