MSI GE63VR 7RF Raider Recensione: laptop gaming dal look sportivo con GTX 1070

MSI GE63VR 7RF Raider è un laptop dalle dimensioni contenute ma dalle ottime prestazioni lato gaming, soprattutto grazie alla GPU GTX 1070

recensione MSI GE63VR 7RF Raider Recensione: laptop gaming dal look sportivo con GTX 1070
Articolo a cura di

Dopo avervi mostrato le prime foto sia dal Computex 2017 di Taipei che dal Summer Camp, oggi andiamo finalmente ad analizzare dettagliatamente uno dei nuovi laptop della società con sede a Taiwan, il GE63VR 7RF Raider. Come avrete intuito dal nome, si tratta di un dispositivo appartenente alla serie GE di MSI, che si focalizza principalmente sui videogiocatori di fascia enthusiast. Stiamo parlando, quindi, di una soluzione dalle alte prestazioni, che nonostante la sua portabilità non scende assolutamente a compromessi quando si tratta di giocare al massimo dei dettagli. Ma bando alle ciance, iniziamo la nostra disamina!

Design e principali novità

GE63VR 7RF Raider presenta un look che fa trasparire tutto l'animo gaming del prodotto (chi ha detto LED?). Presente, dunque, il classico telaio in alluminio che abbiamo già potuto apprezzare in altre configurazioni di MSI, ora con due finiture della cover che presentano linee più spigolose e una venatura che si rifà alle vetture sportive. Oltre a questo, troviamo l'immancabile logo del dragone illuminato. Non mancano le porte USB che supportano il sistema di illuminazione di MSI. Passiamo ora ad una delle novità più in vista: la tastiera Per-Key RGB di SteelSeries, che approda nel mondo dei laptop con questi ultimi modelli di MSI. Questa, come facilmente intuibile dal nome, consente all'utente di personalizzare a proprio piacimento il colore RGB che andrà a retroilluminare uno specifico tasto. Scordatevi, dunque, i "vecchi" tasti retroilluminati solamente di rosso ed appena visibili al buio: ora i gamer notturni avranno finalmente una tastiera dedicata a loro. Per quanto riguarda l'usabilità, la tastiera si è rivelata molto ergonomica e con una zona WASD facilmente individuabile. Non abbiamo mai avuto problemi in tal senso durante le nostre prolungate sessioni di gioco anche al buio. Sul lato destro della tastiera fanno la loro comparsa i due shortcut che consentono rispettivamente di gestire i profili di retroilluminazione e di mandare al massimo il sistema di ventilazione.

A proposito del nuovo sistema di ventilazione Cooler Boost 5, questo è basato su un doppio modulo termico di ventilazione per GPU e CPU (2 ventole con 29 palette Whirlwind Blade e 4 uscite per i flussi d'aria) e sette heat-pipes, 4 per la scheda video e 3 per il processore. Il tutto è in grado di generare un volume d'aria veramente massiccio al massimo della potenza, con conseguente rumore che potrebbe infastidire le vostre sessioni di gioco. Lasciando al sistema il controllo della velocità di rotazione, invece, il rumore si mantiene entro eccellenti livelli e arrecherà ben poco disturbo. È consigliato, dunque, lasciare tutto alla configurazione automatica.
Cooler Boost 5 è pensato espressamente per la GTX 1070. Altra succulenta novità è quella rappresentata dalla presenza dei Giant Speaker Dynaudio, che garantiscono una qualità audio davvero eccellente. Fino a cinque volte più grandi rispetto ai precedenti speaker installati, abbiamo potuto constatare prestazioni audio migliori rispetto alla generazione precedente. Il tutto è stato testato con diversi generi musicali e con svariati titoli dalla colonna sonora particolarmente "ispirante", dal recente Abzù a Broken Age, passando per quelle dell'oramai datato primo Syberia.

Buoni i materiali, con un coperchio e un'area poggiapolsi belle da vedere ma che tendono a raccogliere fin troppe ditate. Le connessioni sono qui distribuite solamente su due bordi laterali. In quello destro sono presenti due porte USB 3.0, il lettore di schede 4 in 1 e la presa di alimentazione. Su quello sinistro ci sono invece una USB 3.0, una mini DisplayPort, uscita HDMI, una USB Type-C 3.1, la presa di rete e due jack audio da 3.5mm per le cuffie e il microfono. Il peso è sotto la media, assestandosi sui 2.2Kg, mentre le dimensioni sono di 383x260x27.5 mm di spessore. Misure che consentono anche un utilizzo "portatile", cosa che con altre altre configurazioni non è possibile.

Caratteristiche tecniche

Il sample giunto in redazione presenta delle specifiche tecniche di fascia alta, cosa indubbiamente necessaria visto l'animo gaming del prodotto. Sotto la scocca del GE63VR 7RF Raider, dunque, troviamo una CPU i7-7700HQ Kaby Lake, si tratta di uno dei processori più potenti attualmente disponibili sul mercato laptop (se consideriamo quelli con moltiplicatore bloccato). Esso utilizza 4 core e 8 Thread, con frequenze base e boost rispettivamente di 2.80 e 3.80 GHz. Passando alla GPU, troviamo un'affidabile GTX 1070 con 8GB di RAM GDDR5, affiancata da una scheda video integrata Intel HD Graphics 630. Il display è da 15.6 pollici con risoluzione Full HD (1920x1080 pixel), un refresh rate di 120 Hz e un tempo di risposta di 3ms. Potremmo definire questa configurazione come "equilibrata", viste le ottime prestazioni della GTX 1070 con questa risoluzione. Infatti, i 120 Hz del pannello vengono sfruttati appieno, per un gaming sempre reattivo e fluido. Passando alle memorie, GE63VR 7RF Raider monta un disco M.2 da 256GB, affiancato da un disco fisso da 1 TB per lo stoccaggio dei dati. Il laptop monta 16GB di RAM DDR4.

Presente anche il controller Killer DoubleShot Pro E2500, che gestisce la rete e si occupa sia della porta Gigabit LAN che del Wi-Fi ac. Non manca anche la connettività Bluetooth. Per quanto riguarda il comparto audio, invece, troviamo i succitati Giant Speaker Dynaudio, con 2 altoparlanti di grandi dimensioni e 2 subwoofer.

Suite software

Come nella maggior parte dei laptop della società con sede in Taiwan, il sistema operativo è Windows 10 Home a 64 bit. MSI Dragon Center è praticamente l'hub principale da dove l'utente può gestire e personalizzare il proprio laptop da gaming. Da si può accedere a tutte le varie funzionalità (come il Turbo, ad esempio) e a tutti i software accessori installati sulla macchina. Tante possibilità anche per quanto riguarda la realtà virtuale, con la schermata "Sintonizzazione del sistema" che consente di gestire le opzioni relative a VR Ready e Nahimic VR. Le prestazioni del sistema si possono tenere sotto controllo anche con un'apposita applicazione per smartphone. Passiamo poi a MSI True Color, che offre 6 modalità (Anti-Blue, sRGB, Gamer, Office, Movie e Designer) che adatteranno lo schermo a praticamente qualsiasi tipo di utilizzo. Presente anche Nahimic 2, software che permette di migliorare le prestazioni audio e la voice performance del laptop.


Esperienza d'uso

Il nostro test ha evidenziato delle prestazioni di fascia alta sia per quanto riguarda l'utilizzo quotidiano, con Windows 10 a girare in modo impeccabile e uno schermo a 120Hz che si fa sentire in positivo, che per quanto riguarda il gaming. Quest'ultimo rimane, ovviamente, l'utilizzo principale della macchina, con delle prestazioni eccellenti che ci hanno permesso di godere appieno dell'esperienza di gioco degli ultimi titoli usciti sul mercato. I caricamenti sono stati fulminei, grazie anche al disco M.2. Per quanto riguarda la fluidità, abbiamo deciso di testare il laptop sia con titoli recenti che con videgiochi un po' più datati ma che si difendono ancora bene a livello di grafica o risultano tra i più giocati su Steam. The Witcher 3: Wild Hunt gira alla perfezione, con una media di 70 FPS al massimo del dettaglio. Oltre a questo, Ryse: Son of Rome gira a una media di 98 FPS con sovracampionamento disattivato, Tom Clancy's: The Division arriva a 90 FPS con tutte le opzioni grafiche al massimo e Metro: Last Light Redux raggiunge i 117 FPS con SSAA disattivato nel benchmark interno. Assassin's Creed: Rogue, invece, rimane ancorato ai 60FPS senza dare alcun segno di "cedimento", mentre Counter-Strike: Global Offensive gira ad una media di 150 FPS, sfruttabili al massimo grazie al display da 120 Hz . Numeri particolarmente positivi, che non fanno altro che confermare la natura gaming del prodotto.

Per quanto riguarda l'audio, i nuovi Giant Speaker di Dynaudio si difendono molto bene e offrono un volume massimo elevato. Non sono presenti distorsioni di sorta ed è possibile personalizzare il tutto al meglio grazie al succitato software Nahimic 2. Temperature nella media, che nelle situazioni più "concitate" per CPU e GPU raggiungono rispettivamente 64 e 74 gradi. Il classico problema di questo tipo di prodotti, però, è l'autonomia. In questo caso, abbiamo testato il nostro laptop a lungo con svariati titoli (abbiamo finito per l'ennesima volta Assassin's Creed: Rogue, ad esempio) e siamo stati costretti molte volte a collegare il GE63VR 7RF Raider alla presa di corrente per poter finire le nostre sessioni di gioco. In particolare, con Metro: Last Light Redux il portatile si è fermato poco prima di raggiungere una sola ora di autonomia. Questa tipologia di laptop, dunque, è più adatta ad un uso casalingo, con una presa di corrente sempre a portata di mano, che ad uno portatile.

MSI GE63VR 7RF Raider Il laptop MSI GE63VR 7RF Raider è disponibile da questo mese in Italia a un prezzo di 2199 euro. Con questa cifra, si porta a casa un vero e proprio desktop replacement di qualità, al netto di un’autonomia molto breve e qualche leggera imperfezione. Oltre a questo, la configurazione pannello Full HD e GTX 1070 garantirà delle ottime prestazioni in-game probabilmente per svariati anni. Ottimo il comparto audio, con i nuovi Giant Speaker Dynaudio a mettersi in evidenza in positivo, con un suono cristallino e dettagliato anche a volumi elevati. Insomma, se cercate un laptop per il gaming di fascia enthusiast, GE63VR 7RF Raider saprà soddisfare appieno le vostre esigenze.

8.5