MSI GL65 Recensione: GTX 1660 Ti in un notebook gaming dal prezzo contenuto

MSI propone un portatile da gioco con scheda video GTX 1660 Ti e processore i5, per un prodotto che cerca di bilanciare prezzo e prestazioni.

recensione MSI GL65 Recensione: GTX 1660 Ti in un notebook gaming dal prezzo contenuto
INFORMAZIONI SCHEDA
Articolo a cura di

Se mettessimo da parte per un secondo il fattore prezzo, oggi sarebbe un grande momento per acquistare un notebook da gioco. Sul mercato ci sono tanti modelli differenti, potenti, sottili ma con un'autonomia ancora lontana dal permettere di giocare in mobilità senza corrente.
I laptop da gioco di fascia alta sono ormai dei prodotti maturi, se si esclude la batteria, ma inaccessibili. Troppo alti i costi, per i modelli migliori servono più di 2000€, MSI quindi ha deciso di realizzare il GL65 9SD per offrire buone prestazioni a un prezzo contenuto. Si tratta di uno dei notebook con GPU GTX 1660 Ti più economici sul mercato, un buon punto di partenza, a cui non manca però qualche rinuncia obbligata per contenere il più possibile i costi.

Design

MSI ha scelto un design semplice e funzionale per questo GL65, senza materiali di pregio e senza nemmeno puntare a un peso e a dimensioni particolarmente contenute. Il notebook è spesso 27.5 mm e pesa 2.3 Kg, più che il peso è lo spessore a essere sopra la media. La scocca è realizzata in plastica nera di discreta qualità, mentre la base è caratterizzata da una griglia traforata in metallo, per favorire l'espulsione del calore generato dalle componenti. Una volta aperto, lo schermo non passa inosservato, grazie a una cornice molto sottile su tre lati, mentre in basso è installata una tastiera con illuminazione LED realizzata da SteelSeries. Questa è personalizzabile nei colori in ogni singolo tasto, con effetti di luce molto piacevoli da osservare.

In alto a destra sono posizionati due tasti funzione che permettono di portare al massimo la velocità delle ventole, piuttosto inutile visto che la rumorosità raggiunge livelli molto elevati, oppure di accedere al Dragon Center, software di gestione del portatile da cui personalizzare diversi elementi, dalla velocità delle ventole all'illuminazione RGB.

Nella media il touchpad, posizionato in basso leggermente spostato a sinistra, che presenta due tasti piuttosto rigidi, lontani da quelli meccanici che si possono osservare nei laptop più costosi. L'utilizzo della plastica per la scocca ha permesso di diminuire i costi, mantenendo comunque una struttura di buona qualità.
Sul lato destro sono installate due USB Type A 3.2 Gen 1, oltre al lettore di schede di memoria SD, mentre su quello sinistro si trovano un'altra USB Type A 3.2 Gen 1, una USB Type C 3.2 Gen 1, uscita audio jack per cuffie e microfono, uscite video HDMI e Mini DisplayPort e la presa di rete gigabit.

Prezzo e specifiche tecniche

Sulla carta il GL65 offre specifiche ottime per la fascia di prezzo in cui è collocato. Il portatile infatti è venduto attualmente a 1199 euro su Amazon, una cifra con cui è possibile portare a casa un hardware piuttosto performante, che punta molto sulla GTX 1660 Ti installata al suo interno. Rispetto alla variante desktop cambiano solo le frequenze, il resto rimane invariato, compresi i 1536 CUDA Core e i 6 GB di RAM GDDR6 a 12 Gbps. La casa di Taiwan ha deciso di puntare maggiormente sulla GPU più che sulla CPU, un i5 9300H con 4 Core e 8 Thread, capace di raggiungere la frequenza massima di 4.1 GHz.

La configurazione di prova comprende poi 16 GB di RAM, 256 GB per l'unita di memoria principale NVMe e 1 TB di disco meccanico secondario. Interessanti le specifiche del monitor, associate spesso a portatili di categoria superiore.

Il pannello infatti è un IPS da 15.6 pollici con risoluzione Full HD e refresh rate di 120 Hz, niente male, almeno sulla carta, per un notebook dal costo di poco superiore ai 1000€. Il sistema di dissipazione interno è stato pensato appositamente per la GTX 1660 Ti ed è basato su due ventole e sette heat pipe per la dispersione del calore.
Completa la connettività, che comprende, oltre a un buon numero di porte USB e uscite video, anche il Wi-Fi ac e il bluetooth 5.0. Lo spessore del notebook ha anche un lato positivo, infatti MSI è riuscita a inserire al suo interno due casse di dimensioni superiori alle media.

Esperienza d'uso

Visto l'hardware installato l'avvio e l'utilizzo di Windows 10 è sempre fulmineo, non ci sono problemi sotto questo punto di vista. Per quanto riguarda le prestazioni durante il gioco, il GL65 se la cava bene, merito soprattutto della GPU installata. Con Shadow of the Tomb Raider abbiamo registrato una media di 52 fps nel benchmark interno, mentre Metro Exodus si ferma a 42. Batman: Arkham Knight gira a 80 fps, mentre con World of Tanks si superano spesso i 100 fps con il client SD. Tutti i test sono stati effettuati al massimo del dettaglio e in Full HD, risoluzione che sembra fatta a posta per il GL65.
Sul fronte prestazionale c'è poco da dire, il portatile si comporta bene con qualsiasi gioco in 1080p, c'erano pochi dubbi su questo.

Ottimo il feedback della tastiera, comoda sia per scrivere che per giocare, un po' meno il touchpad, più che altro per i tasti leggermente duri. Ad ogni modo, un mouse è obbligatorio durante le partite, per cui non si tratta di un vero problema.
A non convincere del tutto è lo schermo, che è sì reattivo, con discreti angoli di visuale e un alto refresh rate, ma offre una rappresentazione del colore lontana da quella ideale, con tinte piuttosto spente e distanti dai valori di riferimento, e un backlight bleeding evidente con immagini scure. La qualità del pannello non è eccezionale, in questo caso MSI ha preferito puntare tutto sulla GPU sacrificando la bontà dello schermo.

A differenza del GL63 che abbiamo recensito poco tempo fa, anche questo caratterizzato da un display poco preciso sul fronte della rappresentazione del colore, almeno qui gli angoli di visuale sono più ampi e permettono un utilizzo comodo del portatile. Insomma, se cercate un notebook da gaming adatto anche alla grafica, non è questo il prodotto giusto.
Sul fronte audio invece, le due casse interne offrono un volume massimo di buon livello ma sono carenti nei bassi, frequenze che vengono quasi tagliate fuori dallo spettro sonoro durante il gioco. Il suono inoltre è piuttosto gracchiante, MSI dovrebbe porre maggiore attenzione alla qualità degli speaker, non solo alla loro dimensione.
Positivo invece il riscontro sulle temperature e sulle rumorosità, che non raggiunge mai livelli fastidiosi. Per quanto riguarda l'autonomia invece non ci sono sorprese, si va poco oltre l'ora di gioco in mobilità, ma non è questo lo scopo di questi portatili, che hanno bisogno di una presa di corrente per essere sfruttati al meglio.

MSI GL65 9SD MSI GL65 è un portatile che cerca di portare prestazioni di classe superiore in una fascia di prezzo più bassa. L’obbiettivo è raggiunto, grazie alla scheda video GTX 1660 Ti, ma non senza lasciare qualche pezzo per strada, come lo schermo, di qualità più bassa rispetto agli altri componenti del portatile, seguito dalla sezione audio, dal buon volume massimo ma poco efficace nei bassi e di qualità non eccezionale. Se siete disposti a fare questi sacrifici, il GL65 è un notebook da gaming che garantisce solide prestazioni durante il gioco a un prezzo in cui è difficile trovare una GPU come questa, perfettamente a suo agio con il Full HD anche nella sua versione mobile. Per 1199€ quindi il prodotto è interessante, ma a prezzo pieno (1399€) la concorrenza rischia di farsi troppo intensa.

7.8