MSI GS65 Stealth Recensione: un laptop potente, sottile e con display borderless

MSI rinnova la sua linea di notebook da gaming dalle dimensioni contenute con un prodotto dalle cornici dello schermo ridotte.

recensione MSI GS65 Stealth Recensione: un laptop potente, sottile e con display borderless
Articolo a cura di

Si può chiedere di più all'attuale generazione di notebook da gioco? In attesa dell'arrivo dell'architettura Turing su mobile, sono poche le debolezze dell'attuale generazione. Grazie agli avanzamenti tecnologici, oggi abbiamo portatili sottili ma molto potenti, che nelle configurazioni più spinte permettono di giocare a tutti i titoli in commercio al massimo del dettaglio.
L'autonomia è il vero tallone d'Achille dell'attuale generazione, e lo sarà certamente anche della prossima, ma in questo caso si può fare poco, i limiti delle batterie sono questi oggi. Su una cosa però i produttori hanno glissato nel recente passato, ovvero le cornici degli schermi, punto su cui MSI ha deciso di cambiare rotta con il nuovo GS65 Stealth Thin.

Design

Il design scelto da MSI per il suo GS65 Stealth Thin punta tutto su uno spessore ridotto e sulle cornici sottili del display, introducendo nel classico stile della casa di Taiwan una bordatura color oro della scocca. Il risultato, a notebook chiuso, è una linea leggermente più spinta rispetto a quella tradizionale, che identifica maggiormente il prodotto con il mondo gaming ma gli fa perdere qualche punto a livello di sobrietà. È una volta sollevato il coperchio però che arriva la sorpresa: finalmente MSI ha abbandonato le spesse cornici del display, in favore di un design borderless su tre lati. A livello di funzionalità non cambia nulla, ma questo ha permesso di ridurre leggermente le dimensioni e soprattutto di fornire un colpo d'occhio più moderno. Una ventata d'aria fresca necessaria, e che con lo spessore ridotto, solo 17.9 mm, rende l'insieme decisamente attraente alla vista. Contenuto anche il peso, di 1.88 Kg, che facilita molto la trasportabilità, e complete le connessioni: queste comprendono una USB Type C 3.1 Gen2, 3 USB Type A 3.1, uscita HDMI e Mini DisplayPort e ingressi-uscite jack placcate oro per cuffie e microfono.

Caratteristiche tecniche

GS65 Stealth Thin offre caratteristiche tecniche di fascia alta, soprattutto se rapportate alle dimensioni del prodotto. Troviamo infatti un processore i7-8750H, dotato di sei core con Hyper-Threading, con una frequenza di clock base di 2.20 GHz e una boost di 4.10 GHz. La GPU invece è una GTX 1070 in versione Max-Q, con 8 GB di RAM GDDR5 dedicati. All'interno troviamo anche 16 GB di RAM (supportati moduli da 2400 e 2666 MHz)e un disco NVMe da 480 GB, suddiviso in due partizioni. Visto lo spazio a disposizione, risicato, non possono essere installati SSD tradizionali da 2.5", ma solo quelli di tipo M.2, un limite da tenere in considerazione, più che altro per gli alti costi di questa tipologia di dischi.
Lo schermo è di tipo IPS da 15.6" pollici con risoluzione Full HD, refresh di 144 Hz e un tempo di risposta di 7ms, e integra anche una webcam con risoluzione HD capace di trasmettere al massimo a 30 fps. Molto bella la tastiera, con LED configurabili singolarmente, una caratteristica che passa in secondo piano ma che permette di configurare il setup secondo le proprie necessità.
La connessione alla rete viene gestita da un controller Killer, che ottimizza sia la LAN Gigabit che il Wi-Fi ac, e non manca nemmeno il Bluetooth aggiornato alla quinta versione, l'ultima disponibile. Viste le dimensioni, MSI ha puntato su un sistema di casse stereo, senza subwoofer, un sacrificio necessario a mantenere alto il livello di trasportabilità.

Software e prestazioni

Perno dell'esperienza software di questo GS65 Stealth Thin è il Dragon Center, da cui controllare buona parte delle funzionalità del PC, che da accesso anche alle applicazioni dedicate alla gestione della tastiera e dello schermo. L'interfaccia è stata rinnovata di recente e ha un look moderno, mettendo nella schermata principale informazioni sullo stato del computer, dalle temperature alla velocità di clock del processore, passando per l'utilizzo della memoria RAM e quella interna per lo stoccaggio dei dati. Dai vari pannelli si può configurare la modalità Shift più adatta al contesto d'uso, da quella Turbo a quella più parsimoniosa nei consumi, oppure entrare nel software Nahimic per configurare l'esperienza audio. Il Killer Control Center invece è adibito alla gestione della priorità di rete, utile ad esempio se si vuole dare accesso privilegiato alla banda disponibile ai giochi. Insomma, un software semplice da usare e piuttosto completo, del resto è quello presente in tutti i notebook da gioco della casa di Taiwan.
Viste le specifiche tecniche ci aspettavamo prestazioni all'altezza e così stato. Grazia alla coppia formata da CPU Intel i7-8750H e GPU NVIDIA 1070 Max-Q non ci sono problemi a gestire ogni gioco alla risoluzione nativa dello schermo. Le prestazioni in-game non sono certo un problema per un hardware di questo tipo, che gestisce il 1080p praticamente sempre sopra i 60 fps.

Batman Arkham Knight, con i settaggi al massimo ed effetti GameWorks attivi, ha mostrato 71 fps medi nel benchmark interno. Rise of The Tomb Raider invece, con DirectX 12 e tutte le impostazioni al massimo, ha raggiunto gli 80 fps medi.
Deus Ex: Mankind divided invece si ferma a 34 fps, ma si tratta di un titolo molto ostico da gestire, per di più ottimizzato per schede AMD. Basta però disattivare l'MSAA 2x per balzare subito oltre i 40 fps. World of Tanks invece funziona sempre ampiamente sopra i 60 fps, con picchi di oltre 100 frame al secondo. Insomma, le GPU Pascal si confermano ancora una volta perfettamente a loro agio in Full HD, anche nelle varianti Max-Q.

Schermo, dissipazione del calore, batteria e audio

Abbiamo già parlato del profilo senza bordi del display inserito in questo GS65 Stealth Thin, ma come si comporta nella pratica? Molto bene, per il gaming questo pannello è praticamente perfetto: alto refresh rate, colori piuttosto intensi e una buona, ma non eccezionale, luminosità di picco. In merito alla dissipazione del calore, dobbiamo dire che il sistema è molto silenzioso, ma gli spazi ridotti si fanno sentire sulle temperature. Dopo una ventina di minuti di gioco, la scocca vicina ai tasti WASD inizia a scaldarsi. Dopo un'ora di gioco i tasti rimangono freschi, ma la scocca in metallo vicino al bordo sinistro (dove sono collocate due delle ventole interne) inizia a raggiungere temperatura ragguardevoli, che non precludono in alcun modo l'utilizzo e non causano blocchi, ma si fa sentire se vi si posa sopra la mano.
Le tre vontole del sistema Cooler Boost Trinity sono quindi silenziose e consentono un utilizzo continuato per ore, ma il calore si avverte distintamente sulla scocca. Buone le prestazioni della batteria, che nell'utilizzo normale (navigazione web, Office) supera le 5 ore, mentre giocando le prestazioni calano drasticamente, raggiungendo circa un'ora di utilizzo. La sezione audio non stupisce ne per potenza ne per qualità, ma ce lo aspettavamo viste le dimensioni di questo notebook, decisamente inferiori alla media.

MSI GS65 Stealth Thin Se state cercando una notebook da gioco dalle dimensioni e dello spessore contenuti, ma anche molto prestante, MSI GS65 Stealth Thin è certamente il prodotto che fa per voi. Offre una potenza di calcolo elevata, sfruttabile sia in ambito ludico che lavorativo, vista l'elevata trasportabilità, e un display dalle cornici ridotte. Il prezzo è di circa 2300€ online, elevato ma in linea con il mercato e con quanto offerto da questa configurazione. A ben guardare gli unici punti deboli riguardano il sistema di dissipazione, efficace ma che non evita il surriscaldamento della scocca, e un'autonomia in-game di circa un'ora, che rimane perfettamente in linea con gli altri prodotti simili, alcuni anche di dimensioni superiori. In definitiva, il GS65 Stealth Thin è un ottimo laptop, dalle caratteristiche ben definite e potente, che non deluderà di certo i futuri acquirenti.