MSI PS63 Modern 8RC Recensione: un notebook tuttofare pensato per il lavoro

MSI ha creato un portatile versatile e potente, adatto a impieghi differenti e perfetto per il lavoro in mobilità, grazie all'elevata autonomia.

recensione MSI PS63 Modern 8RC Recensione: un notebook tuttofare pensato per il lavoro
Articolo a cura di

MSI è conosciuta in Italia soprattutto per i suoi notebook da gaming, come il GL63 8SE da poco recensito. In realtà la casa taiwanese ha un parco prodotti molto vasto, che va a toccare altri ambiti del mondo dei portatili, come nel caso del PS63 Modern 8RC. Caratterizzato da un design sobrio ed elegante, ma allo stesso tempo al passo coi tempi, il notebook di MSI nasce per soddisfare le esigenze dei content creator, strizzando però l'occhio al mondo del gaming.

Al netto di un paio di compromessi che vedremo dopo, MSI ha centrato in pieno l'obbiettivo, riuscendo a creare un portatile che combina un'ottima potenza computazionale a una discreta portabilità, il tutto con un'autonomia notevole, che fa del PS63 Modern 8RC un laptop tuttofare.

Design: moderno e sobrio

MSI ha realizzato un piccolo capolavoro con questo PS63 Modern. I designer non hanno snaturato le linee a cui la casa coreana ci ha abituati, semplicemente le hanno rese meno aggressive, aggiungendo piccoli dettagli che differenziano questo modello e una colorazione molto interessante.
Non siamo di fronte a un Ultrabook, peso e spessore sono superiori, ma il notebook di MSI è rivolto a chi cerca maggiore potenza. Le dimensioni sono di 356.8 x 233.7 x 15.9 mm, per un peso di 1.6 Kg, un ottimo compromesso tra prestazioni, autonomia e portabilità.
La scocca è realizzata quasi per intero in alluminio, solo la copertura della parte inferiore del notebook è in plastica. Una volta sollevato il coperchio si può osservare il taglio laser dei bordi intorno alla tastiera, molto eleganti, e soprattutto l'enorme touchpad, ricoperto in vetro. Reattivo e preciso, il touchpad è davvero comodo da usare; inoltre, essendo ricoperto in vetro, trasmette eccellenti sensazioni al tatto. Non manca nemmeno un lettore di impronte digitali, sempre integrato al suo interno.

A colpire l'occhio è anche il display, dalle cornici sottili su tre lati. Con un rapporto schermo-superficie occupata dell'86% e bordi spessi 5.6 mm, il display si fa notare in positivo, contribuendo a dare un'immagine moderna al notebook.
Altro elemento decisamente riuscito è la tastiera, con un feedback tattile appena accennato ma utile a dare ritmo alla scrittura di testi. Ampio spazio è riservato all'appoggio dei polsi, aumentando il comfort durante l'uso, mentre la retroilluminazione, disponibile in un solo colore, consente di digitare senza problemi anche con poca luce . In questo utilizzo il notebook di MSI eccelle, se per lavoro scrivete molto al computer, non rimarrete delusi.

Sul fronte connessioni c'è quasi tutto, troviamo infatti una USB Type C 3.1 Gen 1, oltre a tre USB 3.1 Type A: una di queste è compatibile con lo standard Quick Charge 3 di Qualcomm, con cui è possibile ricaricare velocemente gli smartphone che utilizzano questa tecnologia. Presente anche una uscita HDMI e un lettore di schede Micro SD.

La mancanza della porta ethernet potrebbe essere un problema in determinati contesti, se la usate molto attenzione quindi, perchè dovrete acquistare un adattatore USB per sfruttarla. Incomprensibile invece la scelta del lettore MicroSD al posto del classico lettore di schede di memoria.
Un notebook pensato per i content creator deve facilitargli il lavoro e un lettore di schede MicroSD rende più complicata un'azione molto semplice ma frequente per chi lavora in questo ambito: scaricare immagini o video da una fotocamera è più scomodo senza il classico slot per SD Card.

Un hardware adatto a tutto

MSI PS63 Modern fa della versatilità la sua principale caratteristica, merito di un hardware equilibrato e scelto con accuratezza. Il processore è un Intel i7-8565U con 4 Core, 8 Thread e una frequenza massima di 4.6 GHz, mentre la GPU è una NVIDIA GTX 1050 Max-Q con 4 GB di memoria dedicata. La memoria interna è disponibile in varie configurazioni, adattandosi alle esigenze dell'utente, disponendo di due slot M.2 in cui installare veloci dischi SSD, mentre la RAM ha una frequenza di clock massima di 2400 MHz ed è installabile nei due slot disponibili, fino a 32 GB. Il monitor è da 15.6 pollici con tecnologia IPS, refresh rate a 60 Hz e risoluzione Full HD. Disponibili anche il Wi-Fi ac e il Bluetooth 5.0, insieme a una batteria che, da specifiche, garantisce fino a 16 ore di utilizzo.
Vista l'esperienza di MSI nel campo dei notebook da gaming il sistema di dissipazione proprietario Cooler Boost 3 è decisamente evoluto ed è formato da due ventole e tre Heat Pipe.

Durante l'uso intensivo si avverte un leggero calore nella parte alta della tastiera, normale visto che in questa posizione si trovano processore e GPU, ma non dà alcun fastidio. Qualcosa in più poteva essere fatto, ma avrebbe penalizzato il comfort acustico, aumentando la rotazione delle ventole per abbassare le temperature. La scelta della casa taiwanese è corretta, il PS63 Modern offre il giusto compromesso tra temperature e rumorosità, privilegiando un pochino la seconda.
Le ventole sono molto silenziose e nell'utilizzo normale, quindi navigando sul web o scrivendo un testo, anche il calore citato prima non si avverte. Insomma, il sistema di dissipazione è promosso a pieni voti e riesce a gestire anche le situazioni più critiche senza che il processore vada in protezione limitando le prestazioni.
Da segnalare anche l'alimentatore, di dimensioni molto contenute, perfetto per essere trasportato.

Un portatile tuttofare

Il PS63 Modern è uno dei migliori portatili MSI che abbiamo provato in questi anni. Lo diciamo senza remore, la casa di Taiwan ha fatto un ottimo lavoro, andando incontro alle esigenze di diverse tipologie di utenti, grazie all'ottimo connubio tra prestazioni, autonomia e portabilità. Partiamo proprio dalla portabilità: non siamo ai livelli di un Ultrabook, dopotutto la potenza a disposizione è maggiore, nonostante questo abbiamo utilizzato il PS63 in aereo, in treno, in condizioni di appoggio precarie, senza mai riscontrare problemi.
Unica nota negativa è una luminosità di picco dello schermo non eccezionale, che penalizza l'utilizzo all'aperto quando c'è il sole.
L'autonomia è un altro elemento molto positivo: pur non raggiungendo le 16 ore dichiarate si superano tranquillamente le 12 ore, con un utilizzo prettamente lavorativo, quindi navigazione web, Office e gestione delle mail. Niente male per un portatile dotato di questo livello di potenza.

A tal proposito, quando si spingono al massimo processore e GPU l'autonomia cala drasticamente, come è normale che sia con le attuali tecnologie, scendendo a poco meno di due ore.

Schermo e audio sono invece nella media, il pannello IPS utilizzato, come anticipato, non ha una luminosità molto elevata, il suono generato dalle casse invece è carente nei bassi, le dimensioni della scocca non permettono di spingere molto su questo fronte.
Passando ai benchmark, ci siamo focalizzato sull'ambito lavorativo con questo portatile, in fondo la GTX 1050 Max-Q non è certo una novità, le sue caratteristiche sono note e permettono di giocare a quasi tutti i titoli attuali in Full HD con un dettaglio medio-basso, non è questo lo scopo per cui MSI ha creato il PS63.
3D Mark ha fatto segnare un punteggio di 5810 nel test FireStrike, mentre con il benchmark SkyDriver si sale a 16452 punti. Cinebench R15 ha mostrato invece 693 punti nel test multi core. PCMark 10, test che valuta le prestazioni in ambito lavorativo, ha fatto segnare 4432 punti.

MSI PS63 Modern 8RC A prescindere dai freddi dati numerici dei benchmark, che indicano comunque punteggi lusinghieri, lavorare con questo MSI PS63 Modern è stato un vero piacere. Dalla scrittura di testi, in cui spicca l’ottima tastiera, all’editing video, in cui i CUDA Core della GTX 1050 si fanno sentire, passando per l’autonomia più che discreta, questo notebook ha pochi punti deboli. Certo lo schermo mostra i suoi limiti se utilizzato sotto la luce diretta del sole e le dimensioni non sono al livello di un Ultrabook, ma il PS63 è il giusto compromesso tra questa tipologia di portatili e quelli invece più grandi e potenti. Il prezzo di 1599€, per quanto possa sembrare elevato, è commisurato alla bontà dell’offerta, del resto prestazioni e autonomia si pagano a caro prezzo in un notebook. In definitiva, se la potenza di un Ultrabook non vi soddisfa e cercate invece un giusto compromesso versatile e prestante, allora il PS63 Modern è una delle soluzioni migliori a cui guardare.

8.7