MSI Spatium M570 Pro alla prova: velocità, e dimensioni, estreme

L'SSD di MSI utilizza tutte le ultime tecnologie per rendere il trasferimento dei file rapidissimo, ma il prezzo da pagare sono le dimensioni.

MSI Spatium M570 Pro alla prova: velocità, e dimensioni, estreme
Articolo a cura di

La tecnologia legata alle memorie sta compiendo passi da gigante in termini di prestazioni. Fino a qualche anno fa un SSD da 5000 MB/s era considerato velocissimo, oggi invece siamo arrivati a soluzioni che superano i 10000 MB/s, come questo MSI Spatium M570. Il merito di questo traguardo va a diversi fattori, memorie di qualità migliore, controller più veloci e interfacce in grado di trasferire file alla velocità della luce, come la PCIe 5.0 che utilizza questo SSD M.2. Tutto perfetto quindi? Da un punto di vista prestazionale si, ve lo anticipiamo lo Spatium è una vera scheggia, ma c'è un prezzo da pagare, ovvero un sistema di dissipazione di dimensioni elevate.

Tanta velocità, ma a caro prezzo

Era il 2020 quando Sony lanciò PS5 sul mercato. Nel turbinio di numeri e specifiche, una cosa spiccò subito all'occhio, ovvero la velocità del suo SSD, da ben 5500 MB/s in lettura sequenziale.

Oggi con lo Spatium si arriva a livelli nettamente superiori, visto che MSI certifica questo disco per raggiungere i 12400 MB/s in lettura e gli 11800 MB/s in scrittura sequenziale, almeno per la versione da 2 TB che abbiamo usato per la prova. Un vero miracolo della tecnologia, che ritroviamo anche nella versione da 4 TB, mentre quella da 1 TB è leggermente più lenta.
Per raggiungere questa velocità viene utilizzato un controller Phison E26, oltre a 4GB di RAM LPDDR4 come buffer, che salgono a 8 GB nel modello da 4 TB. Tutto questo però non sarebbe sufficiente se MSI non avesse impiegato anche lo standard PCIe 5.0 come interfaccia. Purtroppo si tratta di uno standard nuovo, per cui è disponibile solo nelle schede madri Intel Z790 e nelle serie B650 e X670 di AMD, con prestazioni variabili in base al numero di linee messe a disposizione. Già a questo punto si capisce che un SSD come lo Spatium è dedicato a un pubblico di nicchia, che ha una piattaforma aggiornata e che è disposto a spendere parecchio per avere la maggiore velocità di trasferimento possibile, pari a circa 358 euro per questa variante da 2 TB. Una cifra elevata, basti pensare che un Samsung 980 Pro di pari dimensioni costa la metà, ma è anche vero che la velocità di trasferimento è dimezzata.

Il costo tuttavia non è l'unico sacrificio da fare per avere le mostruose prestazioni di questo SSD, perché bisogna fare anche i conti con il calore. MSI fornisce in dotazione anche un dissipatore dalle dimensioni davvero ragguardevoli, alto ben 71 mm, necessario a gestire le alte temperature generate durante il trasferimento dei dati. Bisogna quindi prestare attenzione alla compatibilità con le proprie componenti, MSI consiglia di avere uno spazio libero di 22x110 mm intorno all'SSD, spazio che non sempre è disponibile purtroppo.

Quindi siamo di fronte a un prodotto più costoso, più ingombrante, che consuma di più e che emette più calore rispetto agli altri SSD PCIe, ma come se la cava durante l'uso? Dobbiamo ammettere di essere rimasti stupiti dalla velocità che raggiunge, di fatto i valori di riferimento di MSI vengono raggiunti appieno, con il nostro PC di prova abbiamo toccato i 12123 MB/s in lettura e gli 11234 MB/S in scrittura sequenziale, è di gran lungo l'SSD più veloce che abbiamo provato finora. Un traguardo davvero notevole che testimonia il progresso fatto da questi dispositivi negli ultimi anni.

MSI Spatium M570 Pro Allo stato attuale, gli SSD su PCIe 5.0 sono rapidissimi ma anche poco maturi. Il problema non è tanto il prezzo, che può starci viste le prestazioni da record raggiunte da questo Spatium M570 Pro durante la prova, quanto più il calore generato, che necessita di un sistema di raffreddamento sovradimensionato per essere gestito. Siamo solo alla prima generazione di questi SSD, col tempo arriveranno modelli che non necessitano di dissipatori di 7 cm per funzionare, ecco perché almeno per ora meglio aspettare, a meno che non abbiate bisogno subito della massima velocità di trasferimento possibile, in questo caso lo Spatium M570 Pro farà al caso vostro.