MSI Trident 3 Recensione: il PC da gaming grande quanto una console

Abbiamo testato il nuovo Trident 3 di MSI con CPU i7-8700 e GTX 1060 6GB, il PC desktop da gaming che si crede una console.

recensione MSI Trident 3 Recensione: il PC da gaming grande quanto una console
Articolo a cura di

Solitamente dicendo le parole "PC desktop da gaming" si pensa immediatamente a giganti tower case, pesanti e ingombranti, pieni di luci e cavi. Da qualche anno però le cose sono in parte cambiate, grazie a produttori come ASUS o MSI, che hanno lanciato sul mercato computer da gioco compatti quanto console di ultima generazione, ma più potenti e versatili.
È proprio il caso di questo MSI Trident 3, un gaming desktop dalle dimensioni pari (centimetro meno, centimetro più) a una Xbox One S, disponibile in cinque configurazioni diverse, nelle colorazioni bianco e nero.
In redazione abbiamo potuto testare un Trident 3 bianco con processore i7-8700 @3.20GHz, GPU NVIDIA GeForce GTX 1060 6GB, 16GB di RAM (8+8), SSD 128GB e disco meccanico da 1TB, un prodotto che ci ha colpiti positivamente per via delle numerose porte disponibili on-board, sia anteriormente che posteriormente, sia per l'incredibile silenziosità e la potenza generale, ottima per il gaming come per la produttività multimediale. Procediamo però per gradi e scopriamo nel dettaglio come si comporta questo MSI Trident 3, il gaming PC grande quanto una console.

Parole d'ordine: compattezza e versatilità

Sin dalla prima accensione, MSI Trident 3 si è mostrato incredibilmente reattivo, grazie alla presenza dell'SSD che spinge al massimo il caricamento del sistema e l'avvio delle varie app. I test che abbiamo effettuato non ci hanno fatto gridare al miracolo, abbiamo comunque raggiunto una velocità in lettura di 777 Mb/s, 372 Mb/s in scrittura; l'HDD tradizionale da 1TB a 7200RPM ha invece raggiunto i 155 Mb/s in lettura e i 148 Mb/s in scrittura, con tempi di caricamento - in ambito gaming - nella media.
Cioè che colpisce maggiormente del Trident 3 è però il design, come abbiamo anticipato in apertura: si fa notare per via di una scocca aggressiva ma non troppo, realizzata con plastiche di eccellente fattura. MSI ha ben pensato di occupare una via di mezzo fra le linee squadrate di Xbox One e gli spigoli precisi di PS4, creando angoli irregolari ma armoniosi, con tanto di accattivante "scintilla" LED multicolore - immancabile in prodotti simili. Lo chassis si può sistemare sia in posizione orizzontale che in verticale, grazie alla presenza in confezione di uno stand alquanto efficace, in grado di migliorare la circolazione dell'aria.

Sistemato in posizione verticale, il Trident 3 risulta abbastanza stabile, avremmo preferito però che MSI aggiungesse un qualsiasi sistema di aggancio, anche minimo, anziché lasciare il PC soltanto poggiato sull'accessorio. Un design "compatto" che non limita in alcun modo le porte presenti a bordo, anzi: frontalmente troviamo un'uscita per le cuffie da 3.5mm, un'entrata per un microfono, una porta USB C (utile a collegare/ricaricare un cellulare dotato della medesima tecnologia), due porte USB standard e una porta HDMI per connettere direttamente un visore VR.
Ancor più ricca la dotazione posteriore: i tre fori jack da 3.5mm servono da Line-In, Line-Out e un ulteriore microfono, troviamo poi uno slot Kensington Security, presa LAN Gigabit, una USB 3.1 e quattro porte USB 2.0. E ancora l'ingresso dell'alimentazione, una porta HDMI e una seconda dedicata alla VR; più in basso invece le uscite della scheda video, nel nostro caso una GTX 1060 con ulteriori due porte HDMI, due Display Port e una DVI-D.

Il form factor rende il Trident 3 di MSI non solo un fidato compagno "salva spazio" da scrivania, ma anche un perfetto prodotto da salotto, una sorta di "console" con tutte le funzionalità di un PC desktop da gaming con Windows 10 a bordo, da trasformare anche in media center all'occorrenza. Premiato con poche riserve il design, passiamo all'esperienza sul campo.

Full HD senza compromessi (o quasi)

Con un i7-8700 a bordo, in termini di produttività il nostro unico limite è soltanto la fantasia. Possiamo utilizzare il Trident 3 come una potente workstation, del resto CPU-GPU-RAM permettono di maneggiare senza problemi file RAW di grandi dimensioni, di lavorare con la grafica 3D e i video 4K. In ambito gaming invece troviamo qualche compromesso: la GeForce GTX 1060 installata è riuscita a darci grandi soddisfazioni, ma soltanto in Full HD, aspetto che bisogna tenere a mente in fase di acquisto.
Per mettere sotto torchio questo Trident 3 abbiamo scelto cinque titoli, Fallout 4, Tom Clancy's The Division, Final Fantasy XV Windows Edition, Batman: Arkham City e Rise of the Tomb Raider. Con il gioco Bethesda a risoluzione Full HD si può giocare al massimo della qualità, con impostazioni Ultra, antialiasing e filtro anisotropico al massimo; con qualche rinuncia si può arrivare a giocare in modo stabile a 2560x1440, mentre in 4K la questione si fa alquanto proibitiva anche con la qualità grafica al minimo.
Il discorso cambia di poco con The Division: con la grafica impostata su Alta, effetti spenti e risoluzione 1920x1080, il frame rate balla fra i 50 e i 60fps. Salendo a 2560x1440 si ottengono 38-45fps, sempre qualità alta ed effetti spenti; portando tutto al massimo, con qualità Ultra, effetti accesi e risoluzione 4K, il Trident 3 in nostro possesso non è andato oltre i 17-18fps.
Sorvolando i tetti e le strade di Arkham City, siamo riusciti a ottenere per il nostro Batman 60 frame stabili all'estremo in Full HD e opzioni grafiche al massimo, risultato che si dimezza e si fa più instabile se si arriva al 4K. Più particolare il comportamento di Rise of the Tomb Raider: sempre optando per le opzioni grafiche al top e la risoluzione Full HD, i frame si inchiodano sui 40, in 4K si scende attorno ai 30 instabili.

Con Final Fantasy XV Windows Edition abbiamo ottenuto risultati simili, con un frame rate fra i 50 e i 60fps a qualità Alta, effetti NVIDIA spenti e risoluzione Full HD; se si mira ai 60 stabili è preferibile impostare la grafica su Media, sempre con effetti NVIDIA disattivati, poiché divorano mediamente 10-15fps a ogni risoluzione.

Risultati inequivocabili, che rendono la configurazione in nostro possesso perfetta per giocare in Full HD ma non oltre - salvo importanti compromessi qualitativi.
Degno di nota poi il sistema di raffreddamento Silent Storm Cooling 2, davvero efficace e silenzioso. A pieno carico il Trident 3 non è mai andato oltre i 30-31dB, diventando praticamente impercettibile all'interno di una stanza o di un salotto. In Idle si scende fino a 22dB, si fa quasi fatica a capire se il PC sia accesso o meno.
Per capirlo basta guardare il "tridente" illuminato con tecnologia Mystic Light, che grazie a un software dedicato gode di quattro modalità di illuminazione differenti e 16.8 milioni di colori: la proverbiale ciliegina sulla torta, capace di impreziosire ulteriormente un design da premio - come dimostrano i riconoscimenti ottenuti al CES di quest'anno. Continuiamo parlando del software MSI Gaming Center, un'app dal design aggressivo utile a regolare e controllare prestazioni e funzionalità del PC a 360 gradi.

Nel pannello System Tuner si può bilanciare la potenza del sistema, scegliendo dei preset preconfezionati o personalizzando il tutto (le nostre prove sono state svolte utilizzando sia la modalità Gaming che Estrema, senza riscontrare differenze sostanziali). Nella stessa schermata si può tenere d'occhio il carico di lavoro per CPU e GPU, la temperatura del processore e la velocità delle ventole, come abbiamo detto molto silenziose. La CPU raramente è andata oltre i 70 gradi, con le ventole mediamente al 60% del loro potenziale durante sessioni pesanti di gioco - a conferma dell'ottima ingegnerizzazione svolta da MSI. L'app ci permette anche di modificare eventuali effetti video e audio, senza mai risultare fondamentale. Concludiamo con il prezzo, estremamente variabile viste le diverse configurazioni disponibili sul mercato: si parte dai 908 euro (prezzo Amazon) dell'8RB-020XEU con i5-8400 a 2.8GHz a salire.

MSI Trident 3 Arctic Con i nuovi Trident 3, MSI ha fatto un lavoro di ingegnerizzazione impeccabile, creando PC molto potenti che stanno nello stesso spazio occupato da una console - con porte sia anteriori che posteriori per una comodità di utilizzo massima, su scrivania come in salotto. La versione da noi testata (i7-8700 @3.20GHz, GPU NVIDIA GeForce GTX 1060 6GB, 16GB di RAM) ci ha regalato grandi soddisfazioni in Full HD, risoluzione a cui si può giocare alla massima qualità con la maggior parte dei giochi attuali. Con alcuni titoli si può tentare la strada del 4K, ma con importanti compromessi qualitativi e di stabilità. Oltre al design e all'ottimo rapporto dimensioni/potenza, il Trident 3 ci ha stupiti per la silenziosità assoluta delle sue ventole, diventando un compagno di gioco discreto ed elegante.

8