Netgear Nighthawk X10 AD7200: un router velocissimo e pronto per il 4K e la VR

Il router di Netgear è uno dei più prestanti sul mercato ed è dotato di tutti gli standard di trasmissione wireless del presente e del futuro.

recensione Netgear Nighthawk X10 AD7200: un router velocissimo e pronto per il 4K e la VR
Articolo a cura di

Il futuro è sempre più senza fili. Servirà ancora del tempo per poter soppiantare del tutto il caro vecchio cavo di rete, ma ormai le attenzioni dell'industria tecnologica sono sempre più rivolte verso le connessioni wireless, che di anno in anno aumentano la velocità e la copertura offerta. Soprattutto in casa l'utilizzo di una rete senza fili risulta molto più comoda rispetto al cavo, che consente sì connessioni più veloci e più stabili, ma è anche difficile da gestire, con la conseguenza che sempre più persone utilizzano il Wi-Fi. In questo campo troviamo oggi modem e router di ogni tipo, dalle soluzioni economiche a quelle più costose. Il router Netgear Nighthawk X10 AD7200 fa decisamente parte delle seconde, con un prezzo di 360 euro circa, ma include al suo interno le migliori tecnologie oggi disponibili, e anche quelle di domani, che possono essere sfruttate da chi è in cerca di una soluzione senza compromessi.

Pack di vendita e design

Il Netgear Nighthawk X10 AD7200 è venduto in una voluminosa ma ottimamente realizzata confezione, composta da un cartoncino morbido che ricopre il pack vero e proprio. Qui troviamo una immagine dell'apparato sul frontale, mentre sul retro e di lato le sue peculiarità tecniche. Una volta rimosso si ha accesso alla scatola vera e propria, impreziosita con una texture a nido d'ape. Un'apertura a scrigno mostra subito il router, che colpisce per le dimensioni, di 224 x 168 x 74 mm per un peso di 1.8 Kg, non proprio contenute ma che hanno permesso di inserire al suo interno tutte le migliori tecnologie oggi disponibili. La dotazione comprende, oltre al CD di installazione e ai manuali di istruzioni e della garanzia, anche l'alimentatore esterno e un cavo di rete.
La prima cosa che rimane impressa osservando il router sono le su 4 grandi antenne, tutte dotate di luci LED, molto appariscenti. Fortunatamente si possono spegnere, un'opzione necessaria per chi non può nascondere il dispositivo alla vista e vuole evitare l'effetto albero di Natale. Altro particolare che colpisce è il sistema di dissipazione, composto da un dissipatore passivo e da una piccola ventola, che si intravede dalla parte superiore dell'apparato, totalmente traforata, come del resto quella inferiore. Fortunatamente la ventola è inudibile e il comfort acustico è molto elevato.

Sempre qui sono collocati tutti i LED di stato, che mostrano le connessioni attive e lo stato di funzionamento del router. Nella parte posteriore troviamo sei porte di rete (con possibilità di combinarne due per una maggiore velocità) più una per la ricezione del segnale internet, oltre al tasto di spegnimento/accensione e alla presa per la corrente. Presente anche una porta LAN 10G SFP+, uno standard velocissimo ma non utilizzato in ambito consumer. Il lato sinistro è invece caratterizzato dalla presenza di due porte USB 3.0, utili per utilizzare il router per la condivisione di file di ogni tipo all'interno della rete.

Nato per la VR

La dotazione tecnica della proposta Netgear è assolutamente di prim'ordine. A prescindere dalla velocità di connessione effettiva della linea utilizzata e dalle tecnologie inserite all'interno del router, appare chiaro come il suo utilizzo sia indicato in particolar modo in tutti quei contesti domestici in cui è necessario gestire più dispositivi connessi, ognuno con elevate necessità di banda. Il Nighthawk X10 sarebbe sprecato per vedere Netflix in 4K, come anche per giocare online, oppure ancora per trasmettere i flussi video del proprio server in 4K. Quando però questi utilizzi si sovrappongono l'X10 può sfruttare tutta la sua potenza, ripartendo al meglio le risorse di rete disponibili e consentendo un utilizzo simultaneo intenso senza perdita di qualità. In tutto si ha a disposizione una banda di ben 7.2 Gbps, raggiungibili combinando le varie connessioni wireless di cui è dotato, che comprendono il Wi-Fi b/g/n/ac Quad-Stream Wave2 con MU-Mimo, capace di gestire 4 flussi dati contemporaneamente per banda, e anche il velocissimo Wi-Fi ad, che sfrutta la banda dei 60 GHz. Questo standard è capace di trasmettere dati fino a 4600 Mbps e rappresenta, su 7.2 Gbps teorici di trasmissione di questo X10, buona parte della banda disponibile. Purtroppo ci sono due problemi per questo standard: la scarsissima diffusione e un range di trasmissione molto ristretto. Non avendo a disposizione un dispositivo adatto non abbiamo potuto provarlo, ma questo tipo di segnale è adatto esclusivamente a trasmettere dati a oltre 1 Gbps e all'interno della stessa stanza o poco di più. Massima velocità e minima portata quindi, ma a cosa serve allora? Per trasmettere "semplici" segnali video in 4K e HDR basta una connessione meno veloce, ma quando si tratta di VR il discorso cambia completamente.

Già, perché negli ultimi mesi DisplayLink (ma non solo), in collaborazione con Intel, ha mostrato i primi dispositivi in grado di liberare i visori dalla necessità di cavi, almeno per la trasmissione video. Per funzionare, essi necessitano di un'elevata banda a disposizione, per reggere la trasmissione di segnali video che supereranno, con la nuova generazione di visori, anche i 4K a 60fps, senza lag o impuntamenti. Ecco dunque che entra in gioco il Wi-Fi ad, già presente in questo Nighthawk X10 che si dimostra quindi uno dei primi prodotti pronti a supportare questo tipo di applicazioni.

Plex Media Server integrato e QoS

L'hardware interno è gestito da un processore che dal dual core installato sul precedente X4S è passato a un quad core, con frequenza di 1.7 Ghz. La scelta di puntare su un processore più potente è dettata anche da una delle funzionalità presenti nel router e che può diventare all'occorrenza molto utile: Nighthawk X10 è infatti il primo router a supportare Plex Media Server. Attenzione, non stiamo parlando di veicolare semplicemente il segnale video e audio proveniente da un server, cosa che è comunque in grado di fare, ma di fare da fonte per i contenuti video per i client Plex di tutta la casa, come se fosse un comune PC. La maggiore potenza serve dunque a gestire i segnali video e la loro codifica direttamente dal router. Le nostre prove hanno mostrato prestazioni che vanno incontro alle esigenze della maggior parte degli utenti, con video in 1080p sempre fluidi con lo streaming diretto dal router a un TV Panasonic DX780. In 4K purtroppo la potenza necessaria alla codifica inizia a diventare insufficiente, ma molto dipende dal tipo di file che si sta trasmettendo. Ad ogni modo si tratta di una funzione in più che difficilmente si trova in prodotti concorrenti.

Interessante, anche se non è una novità, anche le funzionalità QoS (Quality of Service) con cui decidere a quali applicazioni dare la priorità nell'assegnazione della banda. Per chi non vuole perdere tempo in configurazioni, le impostazioni del modem permettono anche di attivare il QoS Dinamico, che decide in modo autonomo, sfruttando un database di app, a chi offrire maggiore priorità sulla banda disponibile. Classico esempio può essere fatto tra uno streaming di Netflix e una'applicazione Peer To Peer, dove il sistema sceglierà in modo automatico il primo per favorire una visione fluida dei contenuti. Questo viene applicato anche al gaming online, che l'X10 metta davanti ad altre applicazioni per favorire un gaming fluido e un lag più basso possibile.

Software e prestazioni

La configurazione del router è stata semplicissima. Netgear mette a disposizione anche un'app che rende ancora più immediata la prima configurazione, ma abbiamo preferito comunque passare dall'interfaccia web. Una volta collegato l'X10 all'apparato Telecom di default via cavo, abbiamo connesso lo smartphone al Wi-Fi del Netgear. Questo ci ha proposto una configurazione automatica che ha iniziato a funzionare fin da subito, è bastato premere un tasto. In merito al software, siamo di fronte alla classica interfaccia browser vista anche in passato, con una marea di opzioni per i più esigenti ma anche una UI basica per chi desidera solo configurare in modo basilare il router. Dal Ready Share, con cui condividere tramite le USB 3.0 file di ogni tipo nella rete, al parental control, per attivare un filtro sui contenuti, ci sono tonnellate di funzioni, che comprendono anche il backup dei dati sul cloud di Amazon, la creazione di una rete guest e la gestione completa della server Plex.
In merito alle prestazioni, avevamo pochi dubbi sull'offerta di Netgear e in effetti non siamo riusciti a mettere in difficoltà questo X10 in nessuna condizione di utilizzo normale. Lo streaming in 4K di Netflix scorre fluido (su connessione in fibra da 100 Mbit), così come quello dal server multimediale di casa. Impeccabili le performance durante il gioco, dove l'X10 non perde davvero un colpo, nemmeno se contemporaneamente si guarda un film in streaming. Appare chiaro che, come affermato in precedenza, questo apparato sia decisamente sovradimensionato per le esigenze di una singola persona, che non riuscirà a metterlo in difficoltà con gli utilizzi più comuni, dallo streaming al gaming online.

Netgear Nighthawk X10 AD7200 Il router Netgear Nighthawk X10 AD7200 è un apparato di rete senza compromessi, che fa della velocità di trasmissione dei dati, delle funzionalità e in generale delle prestazioni un vero mantra. Certo la qualità costruttiva poteva essere migliore, di fatto tutta la scocca è in plastica di qualità non molto elevata, inoltre il processore Quad Core tende a scaldare in queste giornate di fine estate, senza dimenticare un prezzo, di circa 360€, alla portata di pochi. Ma bisogna dire che le feature presenti e le prestazioni vanno ben al di là della media, rendendo l’X10 un prodotto davvero eccellente e ricco di funzionalità. La sola presenza del Wi-Fi ad è già un plus non da poco, che lo rende pronto per supportare i visori virtuali senza fili del futuro. Proprio la propensione al futuro può però rappresentare il suo più grande limite, visto che, a conti fatti, sono pochi gli utenti che necessitano oggi di tutta questa velocità, e ancora meno quelli disposti a spendere cifre come queste. Ciò non toglie il Nighthawk X10 AD7200 è uno dei router più veloci e completi sul mercato e sarà certamente utile in tutti quei contesti in cui l’utilizzo simultaneo della rete, e in futuro dei visori wireless, sono una priorità.

8.5