Nokia 6 Recensione: smartphone di fascia media con molte luci e qualche ombra

Nokia 6 è uno smartphone di fascia media dalle specifiche basilari ma ben realizzato, con un software leggero e aggiornato.

recensione Nokia 6 Recensione: smartphone di fascia media con molte luci e qualche ombra
INFORMAZIONI SCHEDA
Articolo a cura di
Andrea Zanettin Andrea Zanettin segue da sempre con passione tutto ciò che riguarda la tecnologia: qualsiasi cosa abbia un chip stuzzica la sua curiosità. Sviluppa anche applicazioni per vari sistemi operativi (sia su ambiente desktop che mobile). Potete seguirlo su Twitter, Instagram, Facebook e Google+.

Nokia è un brand storico che tutti conosciamo e che ha alle spalle oltre 150 anni di successi, visto che la sua fondazione risale al 1865. I dispositivi più famosi sono ormai delle icone nel mondo della tecnologia, con Nokia 3310 che è stato capace di vendere talmente tanto che persino la sua "variante moderna" è riuscita a diventare lo smartphone più venduto in Europa occidentale nel secondo trimestre 2017. Un successo forse inaspettato, ma che testimonia come la fiducia nel marchio da parte degli utenti sia sempre molto alta. Ma Nokia non è solo feature phone e quest'anno sono arrivati tanti nuovi modelli in tutte le fasce di prezzo, tra cui Nokia 6, dispositivo di fascia media con Android Nougat arrivato in Italia lo scorso 24 luglio. Come si è evoluta la situazione in questi quattro mesi? Innanzitutto il prezzo è sceso dai 250 euro iniziali ai circa 210 euro richiesti oggi su Amazon.it. Ma andiamo ad analizzare meglio il tutto!

Unboxing

La confezione di vendita in cartone è molto ben fatta e riporta un'immagine promozionale dello smartphone sul fronte e le principali caratteristiche tecniche sul retro. Una volta aperta, troveremo al suo interno lo smartphone, il manuale multilingua, la garanzia, delle cuffie in-ear stereo, un cavo USB/microUSB e un alimentatore da 5V/1A. Non manca anche la solita clip per estrarre il carrellino della SIM, che qui presenta due slot e permette l'espansione della memoria interna tramite microSD rinunciando a una delle due nanoSIM.

Design

Nokia 6 è completamente realizzato in alluminio e presenta delle linee piuttosto "taglienti", il tutto per un peso di 169 grammi. Siamo dinanzi ad uno smartphone più "pesante" della media, che si può però tranquillamente utilizzare con una sola mano. Le sue dimensioni sono di 154 x 75.8 x 8.4 mm. Nella parte frontale troviamo in alto la fotocamera per i selfie e in basso il tasto Home con sensore di impronte digitali integrato. Quest'ultimo non ci ha convinto molto ed ha faticato molte volte nello sbloccare lo smartphone. A fianco di esso troviamo anche i due pulsanti soft touch retroilluminati per il multitasking e per tornare indietro.
Ci spostiamo nella parte posteriore per trovare un altro sensore fotografico accompagnato da Flash Dual LED. Qui troviamo anche il logo Nokia posto in verticale e una finitura opaca che risulta liscia e non trattiene troppo le ditate. Gli altoparlanti sono posti nella parte inferiore del dispositivo, a fianco della porta Micro USB Standard. Qui avremmo voluto una Type-C, visto che la concorrenza sta puntando in questo senso anche nella fascia media, ma comunque ci si può accontentare.

Sulla destra sono presenti i tasti per alzare ed abbassare il volume e il tasto d'accensione. Sulla sinistra troviamo invece il carrellino della SIM, mentre il jack audio da 3.5mm è posto nella parte superiore. Lo smartphone è venduto nelle colorazioni Matte Black, Silver, Tempered Blue e Copper. Noi, come potete vedere dalle immagini, abbiamo testato quella nero opaco, del tutto in linea con il mercato attuale. In definitiva, quello di Nokia 6 è un design che si discosta sicuramente dalla concorrenza ed è rivolto a chi vuole uno smartphone "solido", ma che risulta monotono e non riesce a lasciare il segno soprattutto per via delle sue linee troppo "taglienti".

Snapdragon 430 e 3GB di RAM

A livello di caratteristiche tecniche, Nokia 6 monta un processore octa-core a 64-bit Qualcomm Snapdragon 430 operante alla frequenza massima di 1.4 GHz, con 3GB di RAM e una GPU Adreno 505. Una configurazione non certo recente, ma vedremo dopo come si comporta nella pratica. La memoria interna è da 32 GB (espandibile tramite microSD fino a 256GB), che risulta essere più che sufficiente per l'utente medio. Il display è un IPS LCD da 5.5 pollici con risoluzione Full HD (1920x1080 pixel), protezione Gorilla Glass 3 e densità di 403 ppi (pixel per pollice). Si tratta di un buon pannello, che ci ha consentito di godere a pieno delle nostre serie TV preferite. Passando all'autonomia, la batteria da 3000 mAh riesce a raggiungere la fine della giornata anche con un utilizzo intenso dello smartphone. Peccato, però, per la ricarica lenta, con Nokia 6 che impiegherà circa 3 ore per passare dallo 0% al 100%.

Non manca ovviamente il supporto alle connettività richieste dal mercato odierno (tra cui figura anche l'NFC). Molto bene la ricezione della rete cellulare, ma quella del Wi-Fi è sotto le aspettative. In un punto dove la copertura del segnale era ad una "tacca" in diversi smartphone di prova, tra cui anche alcuni di fascia bassa, Nokia 6 non riusciva proprio a rilevare la rete.

Comparto multimediale

La fotocamera posteriore è da 16MP con apertura focale f/2.0 e presenta un flash Dual LED con diverse colorazioni, in grado di registrare video in Full HD a 30 fps. Gli scatti con buone condizioni di luce sono risultati sopra la media, mentre quelli in condizione di luce non ottimali risultano essere in linea con altri smartphone sotto i 300 euro. La fotocamera anteriore è da 8MP e presenta anch'essa un'apertura focale f/2.0. I selfie risultano di qualità e sotto questo punto di vista dobbiamo dire che Nokia ha fatto un buon lavoro.

Un po' meno bene l'app Fotocamera, che presenta poche opzioni rispetto alla concorrenza e con un HDR automatico che non lascia il segno. Le principali possibilità offerte sono il timer, il succitato HDR e l'attivazione del flash. L'interfaccia grafica è pulita e piacevole, ma non siamo di certo dinanzi al software più completo in circolazione. Ottimo il comparto audio, con Dolby Atmos che riesce a mantenere il suono sempre forte e chiaro. La qualità qui è sopra la media.

Software

Nokia ha mantenuto in questi quattro mesi la promessa di aggiornare il dispositivo fatta al momento del lancio sul mercato. Nokia 6, infatti, era stato commercializzato con Android 7.1.1 Nougat e patch di sicurezza di luglio. L'aggiornamento mensile è sempre arrivato puntale e, al momento in cui scriviamo, lo smartphone monta la versione 7.1.2 con patch risalenti al 6 novembre 2017. Insomma, a livello di aggiornamento software HMD Global sembra fare sul serio e ha già annunciato che Nokia 6 riceverà Android Oreo entro la fine dell'anno. Qui c'è poco da dire relativamente al software: siamo dinanzi ad una versione praticamente stock del robottino verde, con nessun tipo di bloatware e solamente pochissime impostazioni aggiunte dall'azienda (tra cui la possibilità di attivare una modalità per leggere affaticando il meno possibile la vista). L'unica app proprietaria è Fotocamera, della quale abbiamo già parlato in precedenza. Insomma, un'esperienza "stock".

Prestazioni

A livello di prestazioni, Nokia 6 mostra qualche incertezza con le applicazioni più "pesanti" come Facebook, Instagram e Twitter. In particolare, la prima è andata molte volte in crash e anche quando si riesce ad utilizzarla non garantisce un'esperienza fluida. Niente di inutilizzabile, ma per uno smartphone di fascia media ci saremmo aspettati altro. Risultati un po' diversi per Instagram e Twitter, che non sono mai andate in crash ma hanno comunque presentato svariati lag nell'utilizzo.

Stesso discorso per quanto riguarda il gaming, con giochi come Assassin's Creed Identity e Real Racing 3 che riescono tutto sommato a girare ma con evidenti cali di framerate nelle situazioni più concitate. Insomma, Nokia 6 non è uno smartphone per i gamer più incalliti. La situazione cambia, invece, per quanto riguarda le operazioni quotidiane (come il controllo delle e-mail e l'utilizzo di WhatsApp, Telegram & Co.) con cui non abbiamo mai avuto alcun problema. Per gli amanti dei benchmark, Nokia 6 ha totalizzato 46624 punti su Antutu, mentre ne ha raggiunti 549 in single-core e 2806 in multi-core su GeekBench. In definitiva, Nokia 6 a livello prestazionale si avvicina più alla fascia bassa che alla fascia media, almeno per il panorama Android attuale, che presenta molte alternative di valore in questo segmento.

Nokia 6 Nel complesso, Nokia 6 è un discreto smartphone di fascia media che però non riesce a convincere a livello prestazionale. Oltre a questo, la porta di connessione è ancora una microUSB Standard, la ricarica impiega circa tre ore, la ricezione del Wi-Fi non è delle migliori e il design non ci ha del tutto convinto. Tuttavia, chi saprà andare oltre queste problematiche troverà un comparto multimediale di qualità e degli aggiornamenti software sempre puntuali. C'è sicuramente del potenziale, ma le alternative in questa fascia di prezzo sono tante e molte presentano un hardware migliore, un fattore di cui Nokia dovrà tenere conto con i suoi prossimi device di fascia media.

7.3