Recensione Nokia Lumia 830

L'anelllo mancante tra la fascia media e quella alta del mercato Windows Phone.

recensione Nokia Lumia 830
Articolo a cura di
Alessio Ferraiuolo Alessio Ferraiuolo è cresciuto a pane, cinema e videogame. Scopre in giovane età la sua passione per la tecnologia, che lo porta a divorare tutto quello che il mercato ha da offrire, dall’hardware per PC agli smartphone, senza mai sentirsi sazio. Nel tempo libero adora suonare la chitarra, andare in palestra e guardare tonnellate di film e serie TV. Lo trovate su Google+ e su Facebook.

Negli ultimi mesi abbiamo messo le mani su diversi smartphone Windows Phone, dal Lumia 630 al 930, passando per il 735. Per avere un quadro completo dei prodotti usciti nell’ultimo periodo, l’unico a mancare è il Lumia 830, oggetto di questa recensione. Esso rappresenta, nelle intenzioni di Nokia e Microsoft, l’anello di congiunzione tra la fascia media e quella alta del mercato, grazie soprattutto alle caratteristiche costruttive con cui è assemblato, che puntano tutto sulla qualità. Non sarà facile per questo 830 ritagliarsi una spazio all’interno del panorama Windows Phone, questo va detto, anche a causa dell’ottima reattività del sistema operativo, che rende abbastanza omogenea l’esperienza d’uso tra i vari dispositivi, pur con le dovute differenze prestazionali. Il prezzo ufficiale per questa variante è di 399€, anche se in realtà si può facilmente trovare intorno ai 320€, risparmiando non poco sul costo d’acquisto.

Design e materiali

Come anticipato, la qualità costruttiva di questo prodotto rappresenta uno dei suoi maggiori punti forza. Il vetro a protezione dello schermo è realizzato con un resistente Gorilla Glass 3 e presenta una leggera curvatura ai margini, come nel Lumia 930, restituendo un feedback piacevole durante l’utilizzo. Le somiglianze con il top di gamma non finiscono qui, visto che la linea riprende grossomodo quella del fratello maggiore, compresa la scocca laterale realizzata in alluminio satinato. La cover posteriore è invece in policarbonato ed è rimovibile, restituendo un buon grip durante l’uso. In generale, la qualità percepita del prodotto è molto alta, soprattutto se rapportata all’hardware interno, che vedremo meglio nel capitolo successivo.
Nella parte frontale, oltre allo schermo, si possono osservare la camera secondaria e i tre tasti fisici di navigazione, tra cui quello di ricerca su Bing, poco utilizzato, ma che con l’arrivo di Cortana in Italia attiverà direttamente l’assistente vocale, particolare che la dice lunga sull’importanza data da Microsoft alla nuova funzionalità. Sul retro è presente invece la fotocamera principale e l’altoparlante di sistema: a proposito della camera, anche se sembra poggiare direttamente sulle superfici su cui si posiziona il telefono, in realtà essa è leggermente più all’interno rispetto alla scocca in policarbonato, in modo da proteggerla da eventuali danni. Sulla scocca laterale destra sono posizionati i tasti per l’accensione, il controllo volume e l’accesso rapido alla fotocamera. Ogni tasto sembra letteralmente fuso con il bordo di alluminio, confermando l’ottima qualità costruttiva. Sul bordo superiore si possono osservare il jack per la cuffie da 3.5mm e il connettore per la ricarica miniUSB 2.0, una posizione insolita per i terminali Windows Phone ma che non crea alcun problema. Una volta rimossa la cover posteriore, al cui interno è collocata l’antenna NFC, è possibile osservare la batteria rimovibile, lo slot per la Nano SIM e quello per la Micro Sd.
Le dimensioni non sono delle più contenute, come del resto in tutti i Nokia, anche se si può notare un miglioramento rispetto al Lumia 930. Mentre quest’ultimo misura 137 mm x 71 mm, con uno spessore di 9.8 mm e un peso di 167 g, l’830 scende a 139.4 mm x 70.7 mm, per uno spessore di 8.5 mm e un peso di 150 g, mantenendo lo schermo da 5”. Questo si traduce in un telefono molto comodo da usare e da mettere in tasca (anche se questo dipende dalle vostre abitudini), che restituisce un’ottima sensazione al tatto.

Hardware

Se dal punto di vista della qualità costruttiva siamo di fronte ad un ottimo prodotto, per quanto riguarda l’hardware le scelte fatte non convincono del tutto. Il SoC Snapdragon 400 da 1.2 ghz installato all’interno infatti, pur reggendo molto bene il sistema operativo, appare una scelta un po’ sottotono, soprattutto considerato che il Lumia 730/735 monta la stessa CPU e la medesima quantità di RAM, pari a 1 Gb, costando però un centinaio di euro in meno. Va detto che le differenze tra i due terminali sono tutte in ambiti diversi, a cominciare dal display.
Sull’830 è installato uno schermo da 5” con risoluzione 1280x720, contro il 4.7” del 730; a cambiare però non è solo la dimensione ma anche il tipo di pannello utilizzato, infatti invece della tecnologia OLED Nokia ha preferito quella IPS LCD. Il risultato è molto buono, raggiungendo i 296 PPI, che consentono una definizione più che adeguata, pur non raggiungendo le vette delle soluzioni più performanti. Un vantaggio è dato anche dalla possibilità di sfruttare la schermata Glance, assente su Lumia 930 e 730, che consente di visualizzare a schermo spento e con un consumo ridotto informazioni di vario tipo, dalle notifiche al calendario. Presente anche la tecnologia ClearBlack, per una migliore visualizzazione sotto la luce diretta del sole, mentre dalle impostazioni si può regolare la sensibilità del touch, per un utilizzo anche con i guanti.

Un campo in cui il Lumia 830 batte il 730, almeno sulla carta, è quello fotografico. Posteriormente è infatti installata una camera PureView da 10 Mpix con ottica Carl Zeiss, flash LED e autofocus, contro quella da 6.7 Mpix del modello inferiore. Se però siete patiti dei selfie, allora la situazione si ribalta. Lumia 730 è stato creato appositamente per questa funzione, grazie al suo sensore frontale da 5 Mpix, decisamente migliore di quello installato su questo 830, da “soli” 0.9 Mpix con ottica grandangolare. Per quanto riguarda i video, la risoluzione massima è la Full HD a 30 FPS, divenuta ormai uno standard.
Rispetto al 730, Lumia 830 guadagna una maggiore memoria interna, pari a 16 Gb, espandibili fino a 128 Gb tramite MicroSd, senza dimenticare i 15 Gb di spazio gratuito su One Drive. Completa anche la dotazione dei sensori, che comprendono quello di luce ambientale, l’accelerometro, il sensore di prossimità, il giroscopio e il magnetometro. Disponibili anche i sensori SensorCore, che permettono una gestione migliore delle app dedicate alla salute, anche se fino a questo momento non sono stati sfruttati a dovere.
La batteria è un modello da 2200 mAh, mentre sul fronte connettività il terminale è davvero completo, grazie alla presenza dell’LTE CAT.4, del Wi-Fi a/b/g/n, dell’NFC e del Bluetooth 4.0.
In definitiva, rispetto al 730, le caratteristiche hardware del Lumia 830 offrono un display più ampio, un migliore comparto fotografico e più memoria interna, che a seconda delle esigenze degli utilizzatori possono fare la differenza nella scelta del prodotto da acquistare.

Software

Nokia Lumia 830 viene venduto con installato il sistema operativo Windows Phone 8.1 Lumia Denim, l’ultimo attualmente disponibile. I vantaggi di questa versione sono diversi, a partire da Cortana, presente ma purtroppo non utilizzabile in italiano, anche se nel giro di poco tempo dovremmo vedere finalmente l’assistente vocale anche nella nostra lingua, seppur in versione alpha. Disponibili anche le Live Folders, che permettono di creare cartelle animate nella Start Screen in cui raggruppare più applicazioni. Sempre in tema di applicazioni, ricordiamo l’interessante App Corner, che dà la possibilità di creare una schermata Start personalizzata, garantendo, ad esempio, la privacy dell’utente principale nel caso in cui qualcun altro utilizzi lo smartphone; la funzione è utile anche se si vuole lasciare il telefono in mano a un a un bambino, filtrando in questo modo app o funzionalità poco adatte. Migliorato anche Internet Explorer, diventato finalmente un browser all’altezza, anche se permangono alcune criticità. Ad esempio, navigando in modalità desktop e facendo una ricerca per immagini su Google, la visualizzazione va letteralmente in crisi, bloccando lo schermo su un livello di zoom che non consente di mostrare l’immagine ricercata. Ovviamente, usando Bing, che ricordiamo essere il motore di ricerca di default, i problemi non si pongono, garantendo una perfetta esperienza d’uso.
Per quanto riguarda le app, siamo di fronte a un parco software ben fornito e soprattutto gratuito. Da Here Drive, un navigatore realizzato in maniera egregia, alle molteplici app dedicate alla fotografia, sono diversi gli ambiti in cui non si sente l’assenza di app di terze parti. In generale, salvo esigenze particolari, con i software gratuiti realizzati da Nokia e Microsoft si può tranquillamente utilizzare lo smartphone in ogni sua funzione, senza il bisogno di app di terze parti per il fotoritocco e per la navigazione. Per tutto il resto, lo store ha da poco toccato quota 500.000 app, che comprendono ora anche Flipboard, mentre quelle di vecchia data sembrano essere aggiornate più di frequente e con sempre meno intervallo rispetto alla concorrenza, come nel caso di WhatsApp, che ha visto enormi miglioramenti nelle ultime settimane, diventando finalmente all’altezza. Non va inoltre dimenticato che, come tutti i terminali Windows Phone 8, l’aggiornamento alla versione 10 del sistema operativo appare sempre più probabile, rappresentando una garanzia per la longevità del prodotto.

Uso quotidiano

Tralasciando per un attimo l’utilizzo delle app, influenzate maggiormente dalla CPU installata, un plauso deve essere fatto a Microsoft per l’ottimizzazione raggiunta nel suo software. Complice anche la relativa semplicità dell’interfaccia grafica, l’esperienza d’uso di questo telefono non cambia poi molto da quella ottenibile con un Lumia 930 o 1520, dotati di hardware ben più performanti. Le tiles scorrono veloci sotto le dita e anche il multitasking funziona egregiamente, grazie alla presenza di un 1 Gb di RAM, diventato ormai lo standard minimo su Windows Phone dopo la presentazione del Lumia 535. Le differenze con i modelli superiori vengono fuori invece avviando le app: i tempi di caricamento sono leggermente più lunghi, anche se si sta parlando di un paio di secondi in più, ma è nel gioco che la mancanza di forza bruta si fa sentire maggiormente, soprattutto nei titoli più complessi. Complice anche la risoluzione del pannello, Asphalt 8 non è sempre fluido come dovrebbe essere. Molto meglio GT Racing 2, anche se il livello di dettaglio osservabile sullo schermo è inferiore a quello di Asphalt 8. Qualche problemino lo presenta anche Six Guns, il free roaming di Gameloft a tema western, che risulta giocabile ma con qualche scatto di troppo. Ovviamente, con i titoli più leggeri il comportamento del Lumia 830 è sempre impeccabile, ma in ottica futura le incertezze con i titoli più pompati dal punto di vista grafico potrebbero essere un limite, almeno per il gioco in mobilità.
Lo schermo, anche se sulla carta ha perso qualcosina in termini di definizione rispetto al 730, complici le dimensioni maggiori, appare adeguato in ogni situazione, con angoli di visuale ampi e una gamma cromatica precisa, per altro completamente configurabile a proprio piacimento dal menu impostazioni.

Per quanto riguarda il comparto fotografico, bisogna dire che il sensore da 10 Mpix installato fa il suo sporco lavoro, pur non eccellendo, segnando una linea di demarcazione piuttosto netta con i modelli superiori. Se infatti non ci sono molte differenze rispetto alla qualità degli scatti ottenibili con il Lumia 730, che possiede però una camera frontale nettamente superiore, nel caso dei top di gamma con camera da 20 Mpix PureView la situazione cambia, soprattutto se si ha necessita di zoomare le immagini. Anche questo telefono può ovviamente beneficiare del comparto software visto negli altri modelli, mentre una nuova funzione è da poco disponibile con agli ultimi aggiornamenti software dell’app Lumia Selfie: grazie a Treasure Tag, l’accessorio per la geo localizzazione degli oggetti, è ora possibile fare i propri autoscatti anche a distanza, utilizzandolo come telecomando. Se dovesse essere implementata anche nell’app principale Lumia Camera, il tutto diventerebbe ancora più interessante e soprattutto utile.
Passando alla batteria, le sue prestazioni rientrano nella norma, ma non aspettatevi miracoli, visto che si tratta dello stesso amperaggio presente sul 730, che deve però gestire uno schermo più grande. Anche in questo caso si arriva a sera senza utilizzare il risparmio energetico, sfruttando quindi il telefono al massimo delle sue potenzialità, ma a quel punto una ricarica è necessaria. Nel panorama Windows Phone, il primato resta ancora al 1520, che vanta però dimensioni ben diverse.

Nokia Lumia 830 Di tutta la serie x30, questo Lumia 830 è quello che trova la collocazione più difficile sul mercato. Se il modello 930 rappresenta il top e il 730/735 una buona alternativa nella fascia medio bassa, l'830 avrebbe dovuto presentare un hardware che gli permettesse di differenziarsi maggiormente dal fratello minore, garantendo prestazioni multimediali migliori e, in prospettiva, un utilizzo in ambito gaming di maggiore impatto. Detto questo, bisogna dire che la scelta di Microsoft è stata semplicemente diversa, puntando maggiormente sul look e sulla qualità costruttiva, sul cui altare è stata sacrificata la presenza di un SoC più performante. É difficile stabilire cosa sia meglio, anche perché i gusti e le esigenze dell'utenza sono estremamente diversi caso per caso. Gaming a parte, questo Lumia 830 funziona davvero bene in ogni ambito, dalla navigazione internet alla produttività, grazie alla suite Office, senza dimenticare il comparto fotografico, che pur non raggiungendo le vette delle soluzioni più prestigiose e dotate di hardware più avanzato, consente comunque di realizzare buoni scatti. In definitiva, se cercate un telefono Windows Phone realizzato in maniera impeccabile, senza però puntare al top di gamma 930, allora il Lumia 830 potrebbe essere una valida alternativa.