Recensione Nokia N8

Recensito il terminale di fascia alta di Nokia. Scopri tutte le funzionalità dell'N8

recensione Nokia N8
INFORMAZIONI SCHEDA
Articolo a cura di

Il mercato e i i molti fedeli al marchio Nokia attendevano con ansia il tentativo del produttore finlandese per rientrare con forza nel segmento degli smartphone.
Sin dal primo annuncio, quindi, N8 è stato un sorvegliato speciale, del quale lentamente si sono scoperti i numerosi pregi: il nuovo sistema operativo Symbian^3, la fotocamera da ben 12 megapixel con annessa registrazione di video in HD, la possibilità di connetterlo ad un televisore in alta definizione con un semplice cavo HDMI.
Abbiamo finalmente avuto la possibilità di provare con mano un esemplare dell’N8 e vi proponiamo quindi una recensione completa, anche in video, in modo da illustrare le potenzialità dell’ultimo nato in casa Nokia da tutti i possibili punti di vista.

Massiccio e resistente

Con N8 Nokia abbandona la classica struttura con cover posteriore rimovibile, per raggiungere la batteria e il vano SIM, andando a proporre un nuovo formato completamente integrato: ora la batteria è all’interno della scocca ma non è più raggiungibile dall’utente. Gli slot per la SIM e per un’eventuale scheda di espansione microSD sono posti sul lato sinistro del terminale, nascosti dietro a due sportellini di facile apertura.
La forma è leggermente arrotondata e mette in risalto l’ampio schermo da tre pollici e mezzo, decisamente luminoso e comodo da utilizzare al semplice tocco.
Nella parte superiore trovano posto il jack per le cuffie, il tasto di accensione e un secondo sportellino, questa volta con il logo HDMI: è il connettore per il cavo che offre la connessione digitale audio e video verso un televisore HD, in modo da poter riprodurre musica, fotografie e filmati in modo diretto.
Sul lato destro sono presenti i classici tasti per la gestione del volume, un cursore per il blocco del telefono e il tasto per la fotocamera, leggermente incassato e che presenta due differenti livelli di pressione, il primo per la messa a fuoco e il secondo per lo scatto vero e proprio.
L’unico pulsante presente sul frontale è quello deputato al raggiungimento rapido del menu di sistema e per l’uscita dalle applicazioni. Essendo un tasto fondamentale presenta una comoda retroilluminzione bianca.
La parte posteriore non è liscia ma presenta una sezione sporgente che ospita il flash e l’obiettivo della fotocamera, quest’ultimo protetto da una copertura in vetro per evitare il contatto con la polvere.
Al tatto la nuova scocca trasmette una sensazione di robustezza assoluta e il peso, con i suoi 135 grammi, non fa che confermare tale idea.

La nuova generazione di Symbian

Il Nokia N8 è uno dei primi terminali ad essere equipaggiato con la nuova versione del sistema operativo Symbian che nasce dalle ceneri del passato per riuscire a proporre un’esperienza d’uso completa attraverso l’uso diretto del touch screen.
La dashboard principale è decisamente articolata e oltre ai comuni indicatori di campo, carica della batteria e ora offre otto icone configurabili per richiamare rapidamente le applicazioni più utilizzate.
Subito sotto sono presenti tre degli elementi base che vanno a comporre anche le due rimanenti pagine della schermata principale: si stratta di sezioni rettangolari nelle quali è possibile istanziare una qualsiasi delle applicazioni disponibili, sia quelle già integrate nel telefono, sia quelle scaricate attraverso l’Ovi Store, il marketplace gestito da Nokia stessa.
Ogni applicazione inserita nella dashboard sarà in esecuzione per notificare l’utente del suo stato: sarà quindi possibile configurare una casella email che segnala quali sono gli ultimi messaggi, mostrandone in piccolo l’oggetto e la data di ricezione, oppure monitorare un account di Twitter, in modo da non perdere neanche un aggiornamento.
Si tratta quindi di un metodo molto comodo per essere sempre connessi e l’ampia configurabilità permette di trovare una soluzione adeguata a qualsiasi esigenza.
Inoltre per ogni applicazione inserita nella dashboard è possibile impostare con quale frequenza accede al web per scaricare eventuali aggiornamenti, in modo da trovare un giusto compromesso tra la necessità di rimanere sempre connessi e il consumo della batteria.
Premendo il tasto posto sotto al touch screen si passa invece al menu generale, decisamente più tradizionale, con le icone poste a griglia che permettono di richiamare le applicazioni e di passare all’ampia schermata di configurazione che permette di intervenire su qualsiasi aspetto del telefono e del sistema operativo, dal cambio dello sfondo della dashboard fino alle connessioni WiFi, per arrivare alla gestione degli accessori come un auricolare Bluetooth.
All’interno del menu principale sono poi presenti le applicazioni già preinstallate nel terminale, tra le quali vogliamo segnalare il lettore musicale, che offre una visualizzazione orizzontale delle canzoni disponibili con un bell’effetto di zoom delle copertine, e l’applicazione Mappe, che offre una completa esperienza di navigazione per non perdersi mai, sia a piedi che su un veicolo. Quest’ultima dimostra la grande potenza messa a disposizione dall’N8, garantendo una notevole rapidità nella gestione delle mappe, anche passando da una visualizzazione distante, a livello di un intero paese, verso uno zoom ravvicinato, per mostrare una singola strada.

Uno schermo da toccare

Lo schermo con cui è equipaggiato l’N8 è di tipo AMOLED, con risoluzione di 640 x 360 pixel, e offre una luminosità notevole, gestibile sia in automatico grazie al sensore ambientale, sia manualmente, andando a variarne l’impostazione nel menu di configurazione.
La natura capacitiva del touch screen ne garantisce un uso immediato con un feedback che mette subito a proprio agio. Durante la digitazione, vera cartina tornasole di ogni schermo sensibile al tocco, si riesce quasi da subito a comporre rapidamente i testi, sia utilizzando la tastiera ridotta, quando il terminale è in verticale, sia quella estesa, di tipo QWERTY.
I tasti disegnati su schermo sono ovviamente di piccole dimensioni ma non è difficile abituarsi, soprattutto se non si hanno dita particolarmente grandi.
Grazie al touch screen anche l’uso come telefono è immediato: navigare nella rubrica, cercare un contatto, scegliere quale numero chiamare sono operazioni semplicissime, rese rapide tanto dal sistema operativo quanto dalla chiarezza delle interfacce visualizzate su schermo.
Proprio nelle chiamate si percepisce l’assoluta qualità del marchio Nokia: in conversazione l’audio è ottimo e anche in zone in cui la copertura non è ottimale l’N8 non perde mai la linea, garantendo sempre una resa audio di ottimo livello.
Molto gradita la presenza di un paio di auricolari di tipo in-ear con diverse misure di coperture in gomma, in grado di adattarsi alle orecchie di ogni tipologia di utente.
Utilizzandoli l’isolamento dai rumori esterni è ottimo e si riesce a percepire la grande qualità audio, sia in chiamata che nell’ascolto di musica e nella visione di un video.
Sul cavo sono poi presenti tutti i pulsanti per poter gestire il telefono senza estrarlo dalla tasca: volume, tasto di risposta, play, stop e avanzamento al brano successivo o precedente.
La batteria integrata garantisce un’autonomia nella media per la categoria, richiedendo una carica ogni due giorni in caso di uso normale, con saltuario accesso al web tramite connessione 3G, comunemente nota per l’alto consumo di risorse.
Limitandosi all’accesso alle reti WiFi, sempre sfruttando l’antenna integrata, si riesce a risparmiare, spingendosi fino ai tre giorni.

Telefono o macchina fotografica?

Una delle caratteristiche principali dell’N8 è la fotocamera: è formata da un sensore da 12 megapixel e un’ottica firmata Carl Zeiss, due elementi che sono in grado di garantire foto e registrazioni video di grande qualità.
L’obiettivo, posto sul retro, integra l’autofocus, attivabile con la leggera pressione del tasto di scatto, ed è supportato da un software completo per la gestione delle immagini.
Entrando nel menu della fotocamera è possibile impostare un’ampia serie di parametri che non sfigurerebbero al confronto con quelli di una macchina fotografica digitale compatta: è possibile selezionare numerosi preset per le tipologie di scatto più comuni, dal primo piano, che comprende il riconoscimento dei visi, per arrivare ai paesaggi, alle fotografie in notturna e a quelle di eventi sportivi in cui la rapidità è fondamentale.
Si può poi intervenire manualmente su esposizione, contrasto, bilanciamento del bianco, tonalità dei colori e nitidezza in modo da garantire la possibilità di effettuare lo scatto perfetto. Decisamente potente anche il flash, in grado di assistere anche negli ambienti in cui la luce è limitata.
Tale configurabilità dimostra l’impegno riposto da Nokia nel comparti fotografico dell’N8, sia dal punto di vista hardware che software, spingendo in questo modo il limite delle fotocamere integrate nei telefoni cellulari verso nuove vette.
Ovviamente è ancora complesso mettere a confronto una macchina fotografica stand alone con quella integrata nell’N8 ma finalmente si può affermare senza timore di essere smentiti che la qualità fotografica, con le giuste misure, non è più solo appannaggio di dispositivi dedicati.
La registrazione dei video è invece meno performante, con qualche esitazione nell’uso dello zoom digitale durante le riprese in HD a 720p.

Fame di applicazioni

La dotazione di software di base è abbondante e include un browser completo sviluppato direttamente da Nokia, un client di posta in grado di gestire caselle email multiple, visualizzando quindi le notifiche nella dashboard, e il già citato applicativo per la navigazione.
Molto comodo anche il manuale d’uso, consultabile in formato elettronico direttamente dal telefono, con un sistema dinamico di consigli che monitora l’operato dell’utente e visualizzando alcune schermate di aiuto durante l’uso delle moltissime funzionalità disponibili.
Ovviamente anche l’N8 può accedere all’Ovi Store per il download di software sviluppato da terze parti, con la possibilità di scaricarle direttamente all’interno della memoria del telefono.
Dopo un avvio del servizio leggermente stentato L’Ovi Store ha iniziato a ospitare decine di migliaia di applicazioni, offrendo ora praticamente tutto ciò che si possa volere, dai frontend per i social network più diffusi fino ai giochi, con l’offerta di Electronic Arts al gran completo.

Nokia N8 N8 si posiziona al vertice, sia per quanto riguarda l’offerta di Nokia sia relativamente alla concorrenza. Grazie a funzionalità fotografiche avanzatissime riesce a emergere nella moltitudine di terminali presenti sul mercato, garantendo un’esperienza d’uso molto buona legata alla nuova versione di Symbian. Proprio il sistema operativo riuscirà a convincere gli attuali clienti di Nokia a rimanere fedeli, dal momento che coniuga l’innovazione tecnologica con uno stile che non taglia in modo netto i ponti con il passato. Il prezzo è in linea con quello della concorrenza, ufficialmente fissato intorno ai 500 Euro nell’unica versione disponibile con 16 GB di memoria integrata: un costo eccellente per ottenere un terminale solido, performante ed espandibile, grazie al crescente successo dell’Ovi Store. Un’ottima alternativa che si va a posizionare in prima linea nella guerra tra iPhone e i telefoni di fascia alta equipaggiati con Android, garantendo i punti di forza sui quali Nokia ha sempre basato i suoi progetti: usabilità, qualità audio e ottima ricezione in ogni condizione.

8